Prima settimana di gravidanza

La prima settimana di gravidanza inizia con il primo giorno dell’ultima mestruazione. Ovviamente non sei incinta, è un conteggio convenzionale utile per avere dei riferimenti precisi durante tutta la gravidanza.

Perché chiamarla prima settimana di gravidanza, allora? Perché se hai intenzione di avere un bambino è il momento di intraprendere quelle buone abitudini che sono importanti per una gravidanza sana e serena.

La gravidanza dentro di te inizia prima ancora del concepimento!

Cosa succede nel tuo corpo

Non sei ancora incinta ma tu e il tuo partner avete deciso che volete un bambino. E’ già un buon inizio. Cosa succede adesso?

Ci sono alcune cose da considerare quando si decide di avere un bambino, se non le avete ancora fatte è bene da subito iniziare ad assumere l’acido folico che, come è noto, aiuta a prevenire i difetti del tubo neurale.

Smettere di fumare è praticamente d’obbligo, come smettere di assumere alcolici e sostanze che potrebbero danneggiare il bambino. Insomma bisogna iniziare a prendersi più cura di noi stesse, adottando uno stile di vita consono alla nuova situazione che abbiamo deciso di affrontare.

E’ inoltre importante pianificare i giorni dei rapporti sessuali in quei giorni in cui è prevista l’ovulazione, il nostro periodo fertile. Se il ciclo è regolare puoi individuarlo usando il calcolatore. Altrimenti puoi affidarti agli stick ovulazione o al monitoraggio della temperatura basale per avere conferma dell’ovulazione avvenuta.

Nulla vieta comunque di avere rapporti liberamente, l’importante è non arrivare stanchi proprio nel periodo più fertile!

In questi giorni stai avendo le mestruazioni, l’utero si sta ripulendo per essere pronto per una eventuale gravidanza tra un paio di settimane circa. Gli ormoni stanno agendo sulla maturazione dell’ovocita che verrà liberato al momento dell’ovulazione.

settimana-completa-01

C’è già un bambino?

Nella prima settimana ancora non c’è nessun bambino e il concepimento avviene solo dopo circa due settimane dalla fine del ciclo mestruale (in un ciclo di 28 giorni). Questo periodo viene però considerato, e incluso, nella gravidanza.

Dai 15 ai 20 follicoli stanno maturando all’interno del vostro ovaio. Uno di loro prenderà il sopravvento (follicolo dominante) e rilascerà la cellula uovo al momento dell’ovulazione.

Per il papà

Insieme alla futura mamma, correggi la tua alimentazione, smetti di fumare e di bere superalcolici. Mi raccomando preparati, ti aspetta una notizia formidabile!

Leggi anche: Consigli per aumentare la fertilità

CONTROLLI DA FARE

Se state programmando una gravidanza, eseguite gli esami preconcezionali per escludere la presenza di malattie ereditarie o di altre problematiche

Questi esami sono gratuiti e servono per verificare che ci siano le condizioni per affrontare una gravidanza e non sussistano situazioni di rischio per la mamma o per il bambino.

Tra questi è importante valutare ad esempio se la mamma è recettiva o meno alla toxoplasmosi o se ha già avuto la rosolia o è stata vaccinata. La rosolia infatti è pericolosa se si manifesta in gravidanza.

Tutti questi esami potete richiederli al vostro medico di base.

Ovviamente vista la gratuità degli esami e l’importanza di un concepimento consapevole e della salute preconcezionale, consiglio caldamente a tutte le coppie che desiderano un bambino di parlarne con il medico e richiedere questi esami.

Consigli

Se la tua intenzione è quella di avere un bambino, smetti di fumare, non assumere super alcolici, limita gli alcolici e i farmaci, inizia a prendere l’acido folico importantissimo per il giusto sviluppo sano del feto.

L’acido folico puoi trovarlo nei vegetali a foglie verdi, nella frutta,nei legumi e nei cereali. Preferite i cibi crudi perché la cottura fa perdere una buona parte di acido folico.

Un corretto  stile di vita è importantissimo per diminuire la probabilità di complicazioni della gravidanza e garantire la salute del nascituro.

La salute del bambino, vi ricordo, inizia ancora prima del concepimento!

C’è un bell’articolo da non perdere: il decalogo della futura mamma.

Testi in collaborazione con Ostetrica Sara Notarantonio, disegni di Alessia Bosa.

Torna all’elenco delle settimane di gravidanza