Nona settimana di gravidanza

Con la 9ª settimana, stai per entrare ufficialmente nel terzo mese di gravidanza. Nausea, stanchezza e sbalzi d’umore sono all’ordine del giorno, ma il secondo trimestre si avvicina a grandi passi e presto potrai tirare un sospiro di sollievo!

Video della 9ª settimana di gravidanza

Peso e lunghezza alla 9ª settimana

Mese2° mese
Età gestazionaleda 8+0 a 8+6
Lunghezza del feto (*)1.3-1.8 cm
Gruppo mammeSettembre 2022

Quanti mesi sono 9 settimane di gravidanza?

La nona settimana segna il passaggio tra il secondo e il terzo mese di gestazione. Per conoscere l’esatta corrispondenza tra mesi e settimane di gravidanza, puoi usare la nostra tabella di conversione.

Come cambia il tuo corpo

Colpa degli ormoni!

Fisicamente, seno a parte, potrebbero non esserci grandi differenze rispetto all’inizio della gravidanza, anche se per qualche futura mamma potrebbe essere arrivato il momento di fare un buco in più sulla cintura. Da un punto di vista emotivo, invece, i cambiamenti potrebbero essere molto evidenti: a causa degli ormoni della gravidanza, infatti, potresti avere la lacrima facile o essere particolarmente suscettibile.

Pressione ballerina

Molto probabilmente, nausea e stanchezza continuano ad essere le grandi protagoniste di questi giorni. Potresti anche soffrire di vertigini e, in alcuni casi, perfino di veri e propri svenimenti. La causa è da attribuire ancora una volta degli ormoni, che possono provocare dei bruschi cali di pressione, specialmente quando passi improvvisamente da una posizione all’altra (ad esempio, da seduta in piedi o da sdraiata a seduta). Per evitare spiacevoli cadute, cerca di muoverti più lentamente e, in caso di capogiri, sdraiati per qualche minuto tenendo le gambe leggermente sollevate rispetto alla testa.

Raffreddore? No, sono incinta!

Forse ti sembrerà strano, ma in dolce attesa è abbastanza comune soffrire di naso chiuso o di perdite di sangue dal naso (la cosiddetta epistassi), a causa del maggiore afflusso di sangue alle mucose. Potresti anche starnutire spesso o sentire un continuo prurito al naso.

Per alleviare questi fastidiosi disturbi, puoi provare ad effettuare dei lavaggi nasali con soluzione fisiologica. Inoltre, soprattutto in inverno, è consigliabile utilizzare un vaporizzatore o un umidificatore per l’ambiente, per contrastare la secchezza dell’aria causata dal riscaldamento.

9 settimane di gravidanzaCome cresce il bambino

È lungo circa 13-18 millimetri, quanto un’oliva, e pesa poco più di un grammo.

Un nasino quasi perfetto

Gli occhi sono ben formati e sono comparse le palpebre, che però non si apriranno fino alla 28a settimana. Prosegue anche lo sviluppo delle orecchie, che presto permetteranno al tuo piccolo di percepire il battito del tuo cuore. Novità della settimana? È visibile anche la punta del nasino!

L’allenamento è tutto

Gli organi principali sono in continuo sviluppo: si sono formate le valvole cardiache e il cuore del tuo bambino ha ormai due atri e due ventricoli, come quello di un adulto. Gli organi riproduttivi si sono differenziati in testicoli per i maschi e ovaie per le femmine, ma non sono ancora riconoscibili tramite l’ecografia. Le dita delle mani e dei piedi si stanno separando e il tuo piccolo continua a esercitarsi nei suoi movimenti, anche se per ora si tratta solo di riflessi involontari.

Placenta in funzione

Il sangue inizia a circolare attraverso il cordone ombelicale e la placenta comincia a svolgere la sua funzione: tra i suoi compiti, c’è anche quello di produrre estrogeni e progesterone, gli ormoni che regolano la maggior parte dei cambiamenti che avvengono durante la gravidanza.

Feto a 9 settimane di gravidanza

Lo sai che…

Prima che la placenta inizi a lavorare a pieno regime, tutto ciò che serve alla crescita dell’embrione viene rilasciato dalle ghiandole del rivestimento uterino, che producono il cosiddetto latte dell’utero.

Per il papà

  • Se la tua compagna scoppia in lacrime al centro commerciale (o in qualsiasi altro posto), apparentemente senza motivo, non preoccuparti: è tutto nella norma! Sono gli effetti degli ormoni della gravidanza, gli stessi che a volte la rendono incredibilmente irritabile. Cerca di portare pazienza: con il secondo trimestre il suo umore dovrebbe decisamente migliorare!
  • In questo momento, probabilmente, ti stai ponendo mille domande sul futuro, soprattutto se stai per diventare papà per la prima volta. Sarò un buon padre? Riuscirò a educare mio figlio nel modo migliore? Forse ancora non lo sai, ma genitori non si nasce, si diventa! Quando avrai tra le braccia il tuo bambino, avrai modo di sperimentare, imparare e cambiare con lui nel corso della sua crescita. Nel frattempo, il consiglio è quello di informarti su quello che ti aspetta nei primi mesi, frequentando un corso di accompagnamento al parto per coppie o leggendo dei libri sul tema: ne esistono di bellissimi, da sfogliare da solo o insieme alla futura mamma!

Controlli ed esami da fare

  • Visita odontoiatrica

Se non l’hai ancora fatto, è il momento di prendere appuntamento con il tuo dentista: la gravidanza, infatti, può avere degli effetti negativi sulla salute dei dentiaumentando il rischio di carie e infiammazione gengivale.

  • Bi-test

Tra le settimane 9+0 e 13+6 è possibile eseguire il prelievo del sangue per il Bi-test, un esame che permette di calcolare il rischio che il bambino sia affetto da anomalie cromosomiche e disturbi genetici. Parlane con il tuo ginecologo.

Clicca qui per vedere gli esami che puoi effettuare gratuitamente entro la 14° settimana di gestazione.

I consigli della 9a settimana di gravidanza

  • Per prevenire l’insorgenza di carie e disturbi gengivali spazzola i denti tutti i giorni, alla mattina e alla sera, utilizzando un dentifricio al fluoro e non dimenticare di utilizzare il filo interdentale (una volta al giorno e preferibilmente la sera).
  • Alla 9a settimana è piuttosto comune avvertire dei crampi all’utero, simili ai dolori premestruali, che solitamente sono del tutto innocui. Se invece sono accompagnati da forte dolore e sanguinamento, recati subito al pronto soccorso, per escludere la presenza di complicazioni.
  • Se in famiglia esiste una predisposizione alle vene varicose, evita di abusare di sale nei condimenti e passeggia almeno 30 minuti al giorno. Per riattivare la circolazione, puoi praticare alcuni esercizi o dei massaggi linfodrenanti: chiedi alla tua ostetrica di fiducia!
  • Hai mai sentito parlare del pavimento pelvico? Con questo termine si indica un insieme di muscoli, collegati al bacino, che sorreggono gli organi interni. Per una gravidanza, un parto e un post-parto più confortevoli, è fondamentale rinforzare il pavimento pelvico con esercizi appositi, detti esercizi di Kegel. Chiedi alla tua ostetrica di insegnarteli o frequenta un corso insieme ad altre gestanti.
  • È giunto il momento di comunicare la notizia della gravidanza al tuo datore di lavoro e di pensare alla tua sicurezza e a quella del tuo bambino. Il tipo di mansione, i prodotti utilizzati o l’ambiente di lavoro potrebbero non essere pienamente compatibili con la gestazione e tra i tuoi diritti c’è quello di essere assegnata ad una mansione differente. Informati presso il tuo ginecologo.

Per approfondire

 

Tutte le settimane di gravidanza