Undicesima settimana di gravidanza

All’11ª settimana di gravidanza dovresti iniziare a sentirti meglio dalle nausee e ritrovare l’appetito anche se alcuni odori continueranno a darti fastidio.

Scheda della 11ª settimana di gravidanza

Età gestazionaleda 10+0 a 10+6
Lunghezza del feto3.1 cm (tabella misure del feto)
Peso del feto4 grammi (tabella peso del feto)

Il video della 11ª settimana


Come cambia il tuo corpo

Finalmente inizi a sentirti meglio. Se i tuoi capelli si allungano in fretta e le tue unghie crescono rapidamente sappi che è un fenomeno normale, e dipende dall’aumentata circolazione e dai cambiamenti ormonali. Se vi sentite accaldate, o avete un’eccessiva salivazione o sete segnalatelo alla vostra ostetrica, insieme troverete il modo corretto per far passare questi sintomi.

L’utero ormai ha le dimensioni di un pompelmo e comincia a farsi notare in quanto è cresciuto al di fuori del bacino. Probabilmente non hai ancora guadagnato del peso o sei addirittura calata se soffri di nausee, vomito e bruciore di stomaco.

Alcuni medici ritengono che la crescita ottimale del primo trimestre di circa 2,5 Kg. Ma come sappiamo ogni gravidanza ha una storia a sé e quindi non c’è da meravigliarsi se si cala invece di crescere. Inoltre l’aumento di peso va sempre riferito alla situazione della donna all’inizio della gravidanza, alla sua storia personale e al suo indice di massa corporea.

Se iniziano a calare le nausee probabilmente ti ritorna l’appetito anche se forse provi ancora fastidio per gli odori del cibo.

Ricordati sempre e comunque di curare l’alimentazione sia per te che per il tuo bambino. Mangia molta frutta e verdura e assumi l‘acido folico e le vitamine che probabilmente ti saranno prescritte dal tuo medico. E naturalmente non dimenticarti di riposare!

11 settimane di gravidanza

Come cresce il tuo bambino

Tutti gli organi vitali (cervello, cuore, polmoni, reni, fegato, intestino) sono formati e iniziano a svolgere la loro funzione.

Ormai si è conclusa la parte più critica dello sviluppo fetale e il resto della gravidanza è tutto impiegato per la rapida e costante crescita e maturazione di tutti gli organi, per essere pronti al momento del parto.

A 10 settimane compiute il feto misura circa 3 cm dalla testa alla fine della schiena, e  persa circa 4 grammi.

I suoi piedini  potrebbero stare sull’unghia di un adulto!

La testa occupa quasi la metà della lunghezza del corpo, le palpebre ora sono completamente fuse e si stanno sviluppando le iridi. Il padiglione auricolare è quasi completamente formato anche se l’udito non è ancora pienamente funzionante.

I vasi sanguigni della placenta, compagna di viaggio del tuo bambino, aumentano e forniscono al tuo piccolo i nutrimenti e l’ossigeno necessario.
Il diaframma del tuo bambino è sviluppato e potrebbe avere il singhiozzo, ma probabilmente non vi accorgerete dei suoi movimenti dato che è ancora troppo piccolo.

Il bambino può aprire e chiudere la bocca e sbadigliare.

Cresce così velocemente che alla fine di questa settimana ha quasi raddoppiato la sua lunghezza.

Per il papà

Cerca di essere presente anche tu alle visite ginecologiche o alle riunioni dei corsi pre-parto.

E’ un modo di sentirsi partecipe alla gravidanza. Se hai impegni di lavoro irrinunciabili cercate di fissare le visite la sera o il sabato.

Consigli

La donna in gravidanza necessita di un apporto maggiore ed equilibrato di calcio, ferro e magnesio.

Il magnesio può assumerlo dalle mandorle, ne bastano da 7 a 20 al giorno. Oppure può assumerlo dal miglio,le lenticchie, le noci e il pane integrale.

Il calcio è importantissimo per lo sviluppo del sistema scheletrico del bambino e per il sostegno della corretta postura della mamma. Questo è contenuto nelle noci, mandorle, fichi secchi, verdure, pesce e semi di sesamo.

L’assimilazione del calcio è favorita dalla vitamina D che si ottiene stando al sole per almeno 10 minuti al giorno.

Il ferro invece è contenuto in frutta secca, semi di girasoli, prezzemolo, pane integrale e mele.

Controlli ed esami da fare

Si può decidere se fare una diagnosi prenatale (tra invasive e non invasive), parlane con il ginecologo.

Tutte le settimane di gravidanza

Testi in collaborazione con Ostetrica Sara Notarantonio, disegni di Alessia Bosa.