Undicesima settimana di gravidanza

All’11ª settimana di gravidanza dovresti iniziare a sentirti meglio dalle nausee e ritrovare l’appetito anche se alcuni odori continueranno a darti fastidio. L’aumento dell’utero potrebbe rendere difficile la chiusura dei jeans. L’utero ora ha le dimensioni di pompelmo mentre il bambino ha le dimensioni simili a quelle di un’albicocca.

I numeri della 11ª settimana

Mese 3° mese
Età gestazionale da 10+0 a 10+6
Lunghezza del feto (*) 3.1 cm
Peso del feto (*) 4 grammi
Gruppo Luglio 2020

Come cambia il tuo corpo

Finalmente inizi a sentirti meglio. Se i tuoi capelli si allungano in fretta e le tue unghie crescono rapidamente sappi che è un fenomeno normale, e dipende dall’aumentata circolazione e dai cambiamenti ormonali. Se vi sentite accaldate, o avete un’eccessiva salivazione o sete segnalatelo alla vostra ostetrica, insieme troverete il modo corretto per far passare questi sintomi.

L’utero ormai ha le dimensioni di un pompelmo e comincia a farsi notare in quanto è cresciuto al di fuori del bacino. Probabilmente non hai ancora guadagnato del peso o sei addirittura calata se soffri di nausee, vomito e bruciore di stomaco.

Alcuni medici ritengono che la crescita ottimale del primo trimestre di circa 2,5 Kg. Ma come sappiamo ogni gravidanza ha una storia a sé e quindi non c’è da meravigliarsi se si cala invece di crescere. Inoltre l‘aumento di peso va sempre riferito alla situazione della donna all’inizio della gravidanza, alla sua storia personale e al suo indice di massa corporea.

Se iniziano a calare le nausee probabilmente ti ritorna l’appetito anche se forse provi ancora fastidio per gli odori del cibo.

Potresti sentirti un po’ gonfia, avere aria nello stomaco e soffrire di meteorismo. È sempre colpa degli ormoni.

Il progesterone sta facendo il suo lavoro e rilassa i muscoli dell’utero in modo che possa espandersi insieme al bambino in crescita. Tuttavia, in questo processo, anche i muscoli del tratto digerente diventano più sciolti e questo può portare tutta una serie di sintomi che vanno dalla stitichezza al bruciore di stomaco.

Tutti questi sintomi sono ancora più accentuati in caso di gravidanza gemellare.

Ricordati sempre e comunque di curare l’alimentazione sia per te che per il tuo bambino. Mangia molta frutta e verdura e assumi l‘acido folico e le vitamine che probabilmente ti saranno prescritte dal medico. E naturalmente non dimenticarti di riposare!

11 settimane di gravidanza

Come cresce il tuo bambino

Da questo momento in poi, passati 56 giorni dal concepimento si parla non più di embrione ma di feto.

Tutti gli organi vitali (cervello, cuore, polmoni, reni, fegato, intestino) sono formati e iniziano a svolgere la loro funzione.

Ormai si è conclusa la parte più critica dello sviluppo embrionale e il resto della gravidanza è tutto impiegato per la rapida e costante crescita e maturazione di tutti gli organi, per essere pronti al momento del parto.

A 10 settimane compiute il feto misura circa 3 cm dalla testa alla fine della schiena, e  persa circa 4 grammi.

I suoi piedini  potrebbero stare sull’unghia di un adulto!

La testa occupa quasi la metà della lunghezza del corpo, le palpebre ora sono completamente fuse e si stanno sviluppando le iridi. Il padiglione auricolare è quasi completamente formato anche se l’udito non è ancora pienamente funzionante.

I vasi sanguigni della placenta, compagna di viaggio del tuo bambino, aumentano e forniscono sempre più nutrimenti e  ossigeno necessari alla crescita del bambino.

Il diaframma del tuo bambino è sviluppato e potrebbe avere il singhiozzo, ma probabilmente non vi accorgerete dei suoi movimenti dato che è ancora troppo piccolo.

Il bambino può aprire e chiudere la bocca e sbadigliare.

Cresce così velocemente che alla fine di questa settimana ha quasi raddoppiato la sua lunghezza.

Per il papà

Cerca di essere presente anche tu alle visite ginecologiche o alle riunioni dei corsi pre-parto.

È un modo di sentirsi partecipe alla gravidanza. Se hai impegni di lavoro irrinunciabili cercate di fissare le visite la sera o il sabato.

Consigli

Per far fronte ai problemi digestivi cerca di modificare la tua alimentazione. Prova a prepararti sei piccoli pasti al giorno, non mangiare a tarda notte, mangia  lentamente, sorseggia lentamente.

Prova anche a fare una breve passeggiata dopo i pasti.

Alcune donne scoprono che i sintomi come il briciore di stomaco si manifestano solo dopo aver bevuto caffè o mangiato cibi ricchi, piccanti e grassi. Prova a capire quali sono quelli che ti danno fastidio ed eliminali dalla dieta.

La donna in gravidanza necessita di un apporto maggiore ed equilibrato di calcio, ferro e magnesio.

Il magnesio può assumerlo dalle mandorle, ne bastano da 7 a 20 al giorno. Oppure può assumerlo dal miglio, dalle lenticchie, dalle noci e dal pane integrale.

Il calcio è importantissimo per lo sviluppo del sistema scheletrico del bambino e per il sostegno della corretta postura della mamma. Questo è contenuto nelle noci, mandorle, fichi secchi, verdure, pesce e semi di sesamo.

L’assimilazione del calcio è favorita dalla vitamina D che si ottiene stando al sole per almeno 10 minuti al giorno.

Il ferro invece è contenuto in frutta secca, semi di girasoli, prezzemolo, pane integrale e mele.

Controlli ed esami da fare

Si può decidere se fare una diagnosi prenatale (tra invasive e non invasive), parlane con il ginecologo.

Informazioni utili

Tutte le settimane di gravidanza

Testi in collaborazione con Ostetrica Sara Notarantonio, disegni di Alessia Bosa.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Hai un dubbio da chiarire (anche in forma anomina) o una esperienza da raccontare? Vieni a parlare con noi, ti stiamo aspettiamo!💬 Vai al forum