Ventisettesima settimana di gravidanza

Congratulazioni! Con la 27ª settimana di gravidanza sei praticamente arrivata alla fine del secondo trimestre. Continua a seguire una sana alimentazione e non preoccuparti se la memoria ti gioca qualche brutto scherzo: tutto tornerà nella norma dopo il parto. 

Il video della 27a settimana

Peso e lunghezza alla 27ª settimana

Mese6° mese
Età gestazionaleda 26+0 a 26+6
Lunghezza del feto (*)35.6 cm
Peso del feto (*)902 grammi
Aumento di peso (**)+9 kg
Gruppo mammeGennaio 2023
(**) Massimo valore per chi ad inizio gravidanza era normopeso. Leggi di più sull'aumento di peso in gravidanza

Quanti mesi sono 27 settimane di gravidanza?

Alla 27settimana ti trovi alla fine del sesto mese di gestazione stai per entrare nel settimo. Per conoscere l’esatta corrispondenza tra mesi e settimane di gravidanza puoi usare la nostra tabella di conversione.

Come cambia il tuo corpo

Un surplus di energia

Con l’inizio del terzo trimestre, il tuo peso dovrebbe aumentare di circa 500 grammi a settimana. Ricordati che, finché osservi una dieta sana ed equilibrata, il peso che accumuli in gravidanza è necessario per sostenere lo sviluppo del futuro bebè.

Di conseguenza, se da una parte è importante non iniziare a mangiare per due, dall’altro non è assolutamente il momento di mettersi a dieta, a meno che non ci siano motivi particolari valutati dal tuo medico.

In ogni caso, se il tuo peso (troppo o troppo poco) ti preoccupa, parlane con il tuo ginecologo o con la tua ostetrica di fiducia.

Il cervello da gravidanza

Ti capita di perdere le chiavi, dimentichi gli appuntamenti o fai fatica a concentrarti? Tranquilla, la colpa non è tua ma degli ormoni, che insieme a insonnia e stanchezza possono provocare un po’ di appannamento della memoria: è il cosiddetto “cervello da gravidanza” o mamnesia ed è una condizione del tutto normale in dolce attesa. Per semplificarti la vita, annota gli impegni, imposta dei promemoria e cerca di conservare chiavi e cellulare sempre nello stesso posto.

 

26 settimane di gravidanza

Come cresce il bambino

È lungo circa 36 centimetri, quanto un radicchio e pesa circa 900 grammi.

Cambia il ritmo di crescita

Fino a questo momento, gran parte dei bambini sono cresciuti più o meno allo stesso modo. D’ora in avanti, invece, il ritmo di crescita può cambiare molto da un bambino all’altro, a seconda dei fattori ambientali e del patrimonio genetico ereditato dai genitori: per questo il peso alla nascita può variare molto da neonato a neonato.

Si gira verso le fonti di luce

All’interno dell’occhio si è sviluppata la retina, la struttura che ha il compito di trasformare gli impulsi luminosi in segnali per il cervello, che a sua volta li trasformerà in immagini. Nel frattempo, le palpebre hanno iniziato ad aprirsi e se punti una sorgente luminosa sul pancione (come ad esempio una torcia elettrica), il bambino girerà la testa per guardarla.

Lo sai che…

Mentre tuo figlio cresce dentro di te, il tuo cervello sta cambiando per prepararti al compito di diventare mamma e le piccole disattenzioni di questo periodo non sono altro che un effetto collaterale di questi cambiamenti. Dopo il parto, infatti, la tua memoria tornerà come nuova, ma il tuo cervello sarà più capace di “sintonizzarsi” con il bambino e di riconoscere i suoi bisogni.

Per il papà 

La futura mamma potrebbe iniziare a sentirsi un po’ a disagio per i suoi chili in più: rassicurala e ricordale che un corretto aumento di peso è necessario per una gravidanza salutare. Per aiutarla a seguire una dieta bilanciata, evita di tentarla con dolci e cibi troppo calorici e cerca anche tu di dare il buon esempio!

Controlli ed esami da fare

  • Donazione del cordone ombelicale

Hai già pensato se donare o conservare il sangue del cordone ombelicale del tuo bambino? Per maggiori informazioni, rivolgiti all’ostetrica o al ginecologo.

Clicca qui per vedere gli esami che puoi effettuare gratuitamente tra la 25° e la 28° settimana di gestazione

I consigli della 27a settimana di gravidanza

  • Potrebbe essere il momento di iniziare a informarti su alcune scelte che riguardano il momento del parto. Pensi di ricorrere all’epidurale? Chi vorresti avere al tuo fianco? Parlane con l’ostetrica o con il ginecologo ed eventualmente inizia a preparare un piano del parto.
  • Cerca di assumere molti liquidi e di curare la tua igiene orale: è stato dimostrato che la disidratazione e la presenza di problemi gengivali aumenta il rischio di parto prematuro.
  • Per alleviare i disturbi digestivi, ecco 5 buone abitudini da seguire ogni giorno:
  1. consuma pasti leggeri e frequenti
  2. evita i cibi troppo grassi o fritti
  3. limita le bevande come caffè, tè e bibite gassate
  4. non sdraiarti subito dopo mangiato
  5. dormi con un cuscino in più sotto la testa

Per approfondire

 

Tutte le settimane di gravidanza