Trentaseiesima settimana di gravidanza

Alla 36ª settimana i polmoni del tuo bimbo sono finalmente maturi e la sua testa potrebbe impegnarsi nella zona del bacino, in preparazione al parto.

Il video della 36a settimana

Peso e lunghezza alla 36ª settimana

Mese9° mese
Età gestazionaleda 35+0 a 35+6
Lunghezza del feto (*)46.2 cm
Peso del feto (*)2527 grammi
Aumento di peso (**)+13.5 kg
Gruppo mammeAgosto 2022
(**) Massimo valore per chi ad inizio gravidanza era normopeso. Leggi di più sull'aumento di peso in gravidanza

Quanti mesi sono 36 settimane di gravidanza?

Alla 36a settimana ti trovi all’inizio del nono mese di gestazione. Per conoscere l’esatta corrispondenza tra mesi e settimane di gravidanza puoi usare la nostra tabella di conversione.

Come cambia il tuo corpo

Cosa dice la bilancia?

In questo momento, il tuo aumento di peso dovrebbe essere di circa 11-13,5 chilogrammi. Questo valore, tuttavia, è molto variabile e dipende da diversi fattori, come ad esempio il peso prima della gravidanza, la tua corporatura, quanti bimbi aspetti e le dimensioni del bambino. Spetterà quindi al tuo ginecologo o alla tua ostetrica stabilire se la bilancia indica un aumento di peso corretto o se devi prestare più attenzione alla dieta.

Più in generale, continua a seguire un’alimentazione salutare ed equilibrata e ricorda che, salvo diversa indicazione del medico, in questo momento dovresti continuare a introdurre circa 460 chilocalorie al giorno.

La pancia si abbassa

Se questa è la tua prima gravidanza, in questi giorni potresti notare che la tua pancia si è abbassata visibilmente, dandoti sollievo da bruciore di stomaco e mancanza di fiato. Allo stesso tempo, tuttavia, potresti avvertire il bisogno di urinare più spesso, fare più fatica a camminare o avvertire una sorta di “scariche elettriche” a livello della vagina.

Questi sintomi indicano solitamente che il bambino ha “impegnato” la testa nella zona del bacino e che è quasi pronto per nascere. Per abbracciare il tuo piccolo, tuttavia, dovrai avere ancora un po’ di pazienza: molto probabilmente, infatti, dovranno trascorrere ancora alcune settimane prima che inizi il travaglio.

Perdite bianche in aumento

Negli ultimi tempi potresti aver notato la presenza di abbondanti perdite vaginali di colore biancastro, prive di odore. Questo fenomeno, che prende il nome di leucorrea, è tipico della gravidanza e serve a proteggere l’ambiente vaginale dalla risalita di batteri che potrebbero essere pericolosi per il bambino.

Se tuttavia le perdite dovessero essere accompagnate da bruciore, prurito, arrossamento della mucosa vaginale o cattivo odore, non esitare a contattare il ginecologo o l’ostetrica: questi sintomi, infatti, potrebbero essere il segno di un’infezione in corso.

 

trentaseiesima settimana di gravidanza

Come cresce il bambino

È lungo circa 46 centimetri, quanto un cavolo cappuccio, e pesa circa 2,5 chilogrammi.

Una scorta di energia

Da questo momento il tuo piccolo rallenterà il suo ritmo di crescita, per passare più facilmente attraverso il canale del parto, e si dedicherà ad accumulare delle riserve di grasso, che forniranno l’energia per affrontare le fatiche della nascita. Il suo peso, d’ora in poi, aumenterà di circa 230 grammi a settimana.

Finalmente autonomo!

I polmoni sono completamente maturi e sono in grado di respirare autonomamente. L’intestino è già pronto per digerire alimenti liquidi e il sistema immunitario si sta rafforzando, grazie agli anticorpi che tu gli fornisci attraverso il cordone ombelicale. Nel frattempo, il liquido amniotico sta diminuendo e in questi giorni potresti addirittura vedere l’impronta di un piedino che spinge sul pancione.

Questione di impegno

Quando il tuo piccolo si abbasserà con la testa nel bacino, il suo ritmo di attività non cambierà, ma i suoi movimenti potrebbero essere diversi. Ad esempio, potresti notare che la sua schiena si sposta su un lato o sull’altro del pancione.

Se l’impegno non avviene questa settimana, non preoccuparti: questa discesa può avvenire anche poco prima del parto, soprattutto se non sei alla tua prima gravidanza.

Lo sai che…

Dopo la nascita, il sistema immunitario del tuo bambino continuerà a rinforzarsi grazie all’allattamento al seno. Attraverso il tuo latte, infatti, continuerai a trasmettergli gli anticorpi che gli servono per difendersi dalle prime infezioni. 

Per il papà

Lavori lontano da casa o temi di non riuscire a tornare a casa in tempo per portare la futura mamma in ospedale? Per sicurezza, scegliete insieme una persona di fiducia che possa accompagnarla in attesa del tuo arrivo!

Controlli ed esami da fare

  • Tampone vagino-rettale

Se non è già stato eseguito nelle scorse settimane, in questi giorni il ginecologo o l’ostetrica ti sottoporranno ad un tampone vaginale e rettale, per la ricerca dello streptococco beta-emolitico di gruppo B. Se l’esito dell’esame sarà positivo, ti verrà somministrata un’apposita terapia antibiotica prima del parto.

Clicca qui per vedere gli esami da fare tra la 34° e la 38° settimana di gestazione

I consigli della 36a settimana di gravidanza

  • Per ridurre le visite notturne al bagno, assicurati di aver svuotato bene la vescica prima di coricarti. Un piccolo trucco è quello di piegarti in avanti mentre urini.
  • Lo sai che in gravidanza si è più predisposte alla candidosi vaginale? Per prevenirla, cerca di limitare gli zuccheri semplici e le farine raffinate nell’alimentazione.
  • Hai già deciso dove dormirà il futuro bebè una volta tornati a casa? Almeno per i primi 6 mesi di vita ( e preferibilmente per il primo anno), gli esperti consigliano di far dormire il neonato nella stessa camera dei genitori, per ridurre il rischio di SIDS.

Per approfondire

 

Tutte le settimane di gravidanza