Esami da fare quando la gravidanza non arriva

esami da fare infertilitàQuali sono gli esami da fare quando la gravidanza non arriva, dopo mesi di tentativi andati a vuoto?
In genere i medici consigliano di iniziare gli accertamenti dopo 12 mesi  di tentativi mirati ( o dopo 6 mesi se la donna ha più di 36 anni).
Tentativi mirati significa che nei 12 mesi  ( o nei 6 mesi) i rapporti devono essere avvenuti nei giorni in prissimità dell’ovulazione.
La donna infatti ha una finestra di fertilità di  circa 6 giorni che sono:
i 5 giorni che precedono l’ovulazione, il giorno dell’ovulazione e il giorno dopo.
L’ovulazione può essere individuata in vari modi: con gli stick, monitorando i cambiamenti del muco cervicale, della posizione della cervice o monitorando la temperatura basale.
Dato che non esiste una la linea universale, abbiamo chiesto alla dott.ssa  Daniela Zuccarello qual è in genere l’iter che segue lei con i suoi pazienti quando si presentano a un colloquio per infertilità.

Esami da fare quando la gravidanza non arriva

Per la donna: 

Per l’uomo: 

  • Visita andrologica
  • Esame liquido seminale (spermiogramma)
  • Esami infettivologici

Per la coppia:

  • Consulenza genetica
  • Cariotipo
  • fattori trombofilici (in particolare per la donna)

Sulla base dei risultati verranno decise le cure o gli interventi da effettuare e valutata la necessità o meno di un percorso di fecondazione assistita.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimasta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum


Daniela Zuccarello

Medico, specializzato in genetica medica, esperta di malattie genetiche e medicina della riproduzione. Da anni mi occupo di infertilità maschile e femminile, di malattie genetiche trasmissibili ai figli, e dei percorsi da seguire per risolvere questi problemi.