Fertilità

Test di ovulazione: come funzionano e quando iniziare a farli

Il test di ovulazione è un metodo per prevedere in anticipo l’ovulazione e avere quindi rapporti mirati per concepire un bambino.

Sono consigliati a quelle donne che  non riescono a individuare i giorni fertili dall’analisi del muco cervicale.

Ci sono due tipi principali di test: quelli che controllano l’ormone LH e quelli che controllano sia l’ormone LH che l’estradiolo. vediamo quindi in dettaglio i test ovulazione canadesi, i test persona e i test Clerablue che sono quelli più comuni.

Test  ovulazione Canadesi e test LH

Questi test di ovulazione funzionano individuando il picco dell’ormone LH, ormone responsabile del rilascio della cellula uovo dal follicolo ovarico (ovvero momento dell’ovulazione).

E ‘importante seguire attentamente  le istruzioni del produttore ed evitate di utilizzare il test nello stesso modo di  un test di gravidanza. Ricordate, una linea dell’ormone  più chiara di quella del  controllo non è un risultato positivo.  Il risultato è positivo se e solo se la seconda linea è uguale o di colore più scuro rispetto a quella di controllo. Allo stesso modo, non è consigliabile utilizzare la prima urina del mattino ( a meno di indicazioni precisa del produttore), come di solito si fa con i test di gravidanza. L’ormone LH infatti inizia ad essere prodotto nel corpo la mattina presto e diventa rilevabile nelle urine alcune ore dopo. Pertanto il momento migliore per fare i test di ovulazione è intorno allora di pranzo o verso le 2 del pomeriggio.

L’ovulazione avviene  36 ore dopo l’inizio della crescita dell’LH e circa 17 ore dopo il picco dell’LH. Pertanto dal momento del primo test positivo si hanno circa 36-48 ore utili per avere rapporti (considerando anche quanto sopravvive la cellula uovo) .

Se però l’ormone ha iniziato a crescere il giorno prima e noi individuiamo solo il picco LH, è necessario avere il giorno stesso un rapporto altrimenti rischiamo di  non avere il tempo utile per il concepimento.

E’ sempre meglio che l’ovocita trovi già pronti gli spermatozoi ad attenderlo in quanto degenera con il passare delle ore e sopravvive massimo 12-24 ore.

Nel dubbio i test LH canadesi (molto economici), conviene farli un paio di volte al giorno, magari a distanza di 12 ore l’uno dall’altro, per non perdere ore utili per cercare il concepimento.

Molte donne utilizzano anche gli stick detti “canadesi” reperibili facilmente in rete e molto economici. Questi stick non rilavano l’estradiolo ma semplicemente l’ormone LH. Tenendo in mano con la mano destra l’impugnatura dello stick, la prima banda  sulla destra è quella di controllo, l’altra quella di rilevazione dell’ormone. Il test è negativo quando compare la sola linea di controllo o se la line a dell’LH compare ma è di minore intensità di quella di controllo.

Il test invece risulta positivo se  sono visibili due linee di uguale intensità oppure se  quella dell’LH è più evidente della linea di controllo. In questo caso indica al massimo due giorni fertili  ( contando la sopravvivenza dell’ovocita che è di 12-24 ore). Quindi i tempi sono molto ristretti,

Dal momento in cui il test risulta positivo positivo l ‘ovulazione potrebbe avvenire in qualsiasi momento anche nel giro di pochi minuti.

Facciamo un esempio: eseguo un test ogni giorno alle 8 di mattina. Il giorno X  mi da due belle linee marcate. Potrebbe essere che il picco è iniziato diverse ore prima e potrei ovulare a breve, nel giro di pochissime ore o minuti.

Quindi è importante avere un rapporto il giorno stesso del test positivo.

Visto che i test canadesi sono molto  economici è meglio ripeterli magari un paio di di volte al giorno per non perdere ore utili e riuscire a monitorare la crescita dell’LH. Dal momento in cui inizia a crescere questo ormone so che l’ovulazione avverrà 36 ore dopo circa. Quindi è preferibile avere rapporti non appena notiamo che la linea dell’LH inizia a intensificarsi.

Prima di questo positivo però avremmo già dovuto notare del muco fertile o comunque una sensazione di bagnato a livello vaginale,  legata all’aumento degli estrogeni che avviene prima del picco di LH.

Se non si vede alcuna linea

Il test non è valido se non è visibile alcuna linea. Per eseguirlo nel modo corretto è necessario leggere con attenzione le istruzioni contenute nella confezione dei test.

Test di ovulazione LH e estradiolo

Sono comunemente conosciuti come i test Persona (dal nome loro nome) ma recentemente anche Clearblue ha iniziato a commercializzare i test che leggono entrambi gli ormoni e individuano così un totale di 4 giorni fertili ( test Clearblue a doppio indicatore ormonale, colore viola) . In questo modo non si rischia più di scoprire troppo tardi un test ovulazione positivo e c’è tutto il tempo utile per avere rapporti fertili.



I test Persona

Se usate gli stick senza il computerino (Persona), dovete imparare a interpretare le linee destre e sinistre.

Per approfondire: come leggere i test Persona.

La finestra  destra è quella dell’LH, quella sinistra dell’estradiolo (vedi qui per capire che cosa sono questi ormoni).

Dopo aver eseguito il test nella finestrella possono comparire due linee: la linea di sinistra è quella dell’estradiolo, la linea di destra è quella dell’LH. Le due linee funzionano in modo inverso, più aumenta l’LH e più aumenta di intensità,  mentre nella finestra sinistra la linea diminuisce di intensità all’aumentare dell’estradiolo.

Se siamo lontane dall’ovulazione la linea sinistra sarà molto evidente (che significa estradiolo assente) e la linea destra assente  molto flebile (non c’è LH). Più si avvicina l’ovulazione, più la linea sx diventa debole (l’estradiolo sta aumentando) e quella destra diventa evidente (sta aumentando l’LH).Quando la linea sinistra è molto debole o assente (perchè  c’è tanto estradiolo) e la linea destra è molto intensa ( c’è molto LH) significa che l’ovulazione è imminente.

Utilizzando i computerini tutto diventa più facile anche se  si riesce a risparmiare un bel po’ imparando a interpretare le linee:  si diventa bravissime in pochi cicli di prova.

La fertilità è massima quando gli estrogeni sono alti (e quindi produciamo anche molto muco cervicale fertile).

Quindi secondo i test Persona il momento migliore per iniziare ad avere rapporti è quando iniziano a  crescere gli estrogeni e quindi la linea sx inzia a diventare meno marcata. 

Il periodo fertile secondo questi test termina quando la linea destra dello stick inizia a diventare meno marcata. Significa infatti che il picco LH è passato e l’ovulazione probabilmente è già avvenuta. In queste condizioni potrebbe non essere più presente nemmeno il muco fertile e quindi gli spermatozoi rimarrebbero imbrigliati in un muco ostile o arrivare quando l’ovocita sta per degenerare e non permette più il concepimento.

Invece secondo i test Clearblue  si è fertili da quando inizia a lampeggiare il faccino e  fino a quando diventa negativo nuovamente (nel giro di 4-6 giorni).

Gli estrogeni sono i responsabili della produzione di muco cervicale fertile a chiara d’uovo che diventa sempre più filante mano a  mano che questi ormoni aumentano nel circolo sanguigno. Il muco cervicale è importantissimo per veicolare e nutrire gli spermatozoi, che si muovono nel corpo della donna a una velocità di 2-3 millimetri al minuto. Potrebbero impiegare in queste condizioni poco più di un’ora per raggiungere le tube.

Gli spermatozoi, dopo un rapporto sessuale non protetto vengono deposti sul fondo della vagina. La vagina è un ambiente troppo acido per gli spermatozoi, che per questo si avviano velocemente a penetrare il muco cervicale. Dopo un minuto dall’eiaculazione, però, lo sperma si coagula e gli spermatozoi restano bloccati (alcuni però riescono prima del coagulo a risalire verso le tube). Dopo un’ora, lo sperma si “scioglie” e gli spermatozoi possono nuovamente muoversi, al ritmo di circa 2-3 millimetri al minuto, il che significa che impiegano circa un’ora a raggiungere le tube. Sono aiutati dalla presenza di un muco ovulatorio molto fluido e filante particolarmente adatto al passaggio del seme, e dalle contrazioni dell’utero che li spinge verso le tube, riducendo il tempo di risalita spesso anche a pochi minuti. [Fonte: Istituto Superiore di sanità]

I test  vanno usati per avere un’ulteriore conferma dell’avvento dell’ovulazione.

Devono essere considerati come uno strumento che va ad aggiungersi al monitoraggio della temperatura basale e/o all’analisi del muco cervicale. Possono infatti diventare molto utili nel caso il cui il grafico della temperatura basale sia di difficile interpretazione.

Se i cicli invece sono molto lunghi o irregolari usare gli stick potrebbe essere alquanto dispendioso.

 Quando iniziare a fare i test ovulazione?

Questo dipende da quanto dura il ciclo mestruale cioè  da quanti sono i giorni che intercorrono dal primo giorno di flusso al giorno prima del ciclo successivo.

Per non iniziare a stikkare troppo presto e quindi per evitare di sprecare stick inutilmente bastano alcuni  facili calcoli ( che si basano sui consigli del sito Clearblue)

Iniziate a contare il primo giorno delle mestruazioni

Con un ciclo di 20 giorni basta a iniziare a fare gli stick al 5° giorno   

Con un ciclo di 21 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 5 ° giorno

Con un ciclo di 22 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 5° giorno

Con un ciclo di 23 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 6° giorno

Con un ciclo di 24 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 7° giorno

Con un ciclo di 25 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 8° giorno

Con un ciclo di 26 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 9° giorno 

Con un ciclo di 27 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 10° giorno

Con un ciclo di 28 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 11° giorno

Con un ciclo di 29 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 12° giorno

Con un ciclo di 30 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 13° giorno

Con un ciclo di 31 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 14° giorno

Con un ciclo di 32 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 15° giorno

Con un ciclo di 33 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al  16° giorno

Con un ciclo di 34 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 17° giorno

Con un ciclo di 35 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 18° giorno

Con un ciclo di 36 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al  19° giorno

Con un ciclo di 37 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 20° giorno

Con un ciclo di 38 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 21° giorno

Con un ciclo di 39 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al 22° giorno

Con un ciclo di 40 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al  23° giorno

Con un ciclo di 41 giorni basta a iniziare a   fare gli stick   al   24° giorno

Con un ciclo di 42 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al   25° giorno 

Con un ciclo di 43 giorni basta a iniziare a  fare gli stick al   26° giorno

Con un ciclo di 44 giorni basta a iniziare a  fare gli stick  al   27° giorno

Con un ciclo di 45 giorni basta a iniziare a  fare gli stick  al   28° giorno

Chiaramente per chi ha in ciclo irregolare dovrà utilizzare gli stick per un intervallo più ampio. In quest casi fornitevi di uno stock su internet, ne trovate anche su ebay in modo da risparmiare qualcosina.

Sia che siate regolari o meno, senza fare tanti calcoli, si dovrebbe iniziare a fare gli stick quando inizia a comparire il muco. Potete aiutarvi anche con la temperatura basale. Conoscendo a fondo il vostro corpo diventerà molto più facile capire quando avviene l’ovulazione e quindi anche concepire un bambino:

In becco alla cicogna!

Lascia un commento

 Avvisami per ogni commento a questo articolo

 Avvisami delle risposte a questo commento

Se vuoi, aggiungi una foto al tuo commento, verrà elaborata in qualche minuto.

384 Commenti

  • ciao sono veramente preoccupata e da diversi giorni che gli stick ovulazione mi da positivo qui non quadra .ho problemi di mestruazioni lunghe mi sono venute aprile 28 a maggio mi da positivo il 20 ho rapporto non protetto il 27 giugno ho una leggera perdita di muco sangue bom arriviamo al 30maggio faccio lo stick ovulazione positivo ok dovrò ancora ovulare lo ripeto 1 luglio positivo ho un rapporto non protetto ora mi domando 3 luglio ancora positivo no qui non quadra o e un ciclo anaovulatorio oppure perchè

    la vita è un’ incognita

  • Ciao….eccomi di nuovo qui a chiedere aiuto :(
    Dal mese scorso ho iniziato ad usare gli stick ovulazione prima quelli rosa e mi hanno dato un solo giorno faccino fisso poi questo mese ho iniziato quelli viola con doppio indicatore , dal 9 Po faccino lampeggiante poi oggi 13 Po il test da errore quindi nessun risultato digitale però vi posto la foto dello stick, purtroppo si vede male ma le due linee sono chiarissime e quasi uguali.
    chiedo aiuto,

    aggiungo anche chee da tre mesi uso inofert per cisti nelle ovaie e ho avuto due cicli da 18 giorni

  • Avrei bisogno di un consiglio .
    Ho un ciclo di 24 giorni ho iniziato a usare gli stick di ovulazione , erano negativi fino al 8 pm poi 9 pm faccina fissa sorridente , il giorno dopo rifaccio il test e risulta negativo.
    Ho sbagliato qualcosa ?
    Aiutooooo

    • ciao, può essere che tu abbia ovulato tra il 9 e il 10 pm
      non tutte riescono a individuare il faccino lmapeggiante,
      per avere conferma che l’ovulazione avviene in prossimità del faccino fisso dovresti abbinare la temperatura basale ( che aumenta dal giorno seguente l’ovulazione)

      • Grazie mille per la risposta.
        Quindi era normale che dopo il faccino fisso sia negativo ?
        Ora posso smettere di fare stick fino al mese prossimo ?
        Grazie ancora

        • Ciao io li ho comprati su Internet ho preso quelli rosa e quelli viola della clear blue con indicatore digitale.
          Li usavo a partire da due giorni dopo la fine del ciclo per capire quali erano i giorni fertili.
          Il secondo mese sono rimasta incinta.
          Clearblu ha anche un sito eccezionale con tutte le spiegazioni per ogni prodotto e i vari consigli di utilizzo.