5 rimedi per le gambe gonfie in gravidanza

Quando il pancione cresce e soprattutto con il caldo estivo, le gambe iniziano a gonfiarsi. Può capitare anche di soffrire di crampi notturni o nelle ore serali. Sono tutti sintomi legati a problemi di circolazione.

Chiaramente è un gonfiore che va distinto da quello che caratterizza una patologia più grave che è la preeclampsia.

Gonfiore dovuto al ristagno di liquidi

Le gambe gonfie di cui parliamo compare invece soprattutto in estate ed è dovuto al ristagno di liquidi tra i capillari.

Le alte temperature non fanno che peggiorare la situazione.

Il caldo infatti, come ben sappiamo, favorisce la vasodilatazione. I vasi dilatandosi eccessivamente perdono la loro elasticità, diminuisce la pressione all’interno del sistema circolatorio favorendo il ristagno dei liquidi.

Gambe gonfie in gravidanza

Rimedi per le gambe gonfie

1. Tonificare la muscolatura

La soluzione è quella di tonificare la muscolatura delle pareti dei vasi sanguigni e quindi è d’obbligo muoversi, fare delle tranquille passeggiate che favoriscono il flusso del sangue e il ritorno  dello stesso dalle vene al cuore.

Basta praticare ogni giorno 30 minuti di passeggiata e il problema sicuramente si riduce.

2. Calzature comode

Altro consiglio utile è quello di calzature comode, che permettano al piede di muoversi in modo corretto, evitando i tacchi vertiginosi e limitandosi al 3 cm.

3. Ridurre il sale e più frutta

A tavola bisognerebbe ridurre il sale che favorisce il ristagno trattenendo i liquidi. E’ sempre consigliato bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e mangiare frutta e verdura fresca, pane e cereali integrali, crusca e soia.

Tra la frutta è bene preferire quella ricca in vitamina C come gli agrumi, i kiwi che hanno anche un’azione antinfiammatoria.

Anche l’ananas è consigliato perché  favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

4. Usare l’acqua fredda

Altro accorgimento che adottavo spesso anch’io è quello di alternare getti di acqua calda e fredda sotto la doccia. In questo modo si pratica una vera e propria ginnastica vascolare in quanto con il caldo i vasi si dilatano, con il freddo si restringono.

Si allena così la muscolatura vascolare stimolando l circolazione. I getti vanno alternati in direzione piedi inguine.

5. Il magnesio pidolato

Nel mio caso soffrivo parecchio di crampi notturni e il ginecologo mi ha prescritto un integratore a base di magnesio pidolato. Per il gonfiore esistono delle creme specifiche e sarà il medico a prescrivere il prodotto più idonea per la futura mamma.

Potete anche prendere in considerazione il linfodrenaggio alle gambe che però non è un rimedio fai da te ma deve essere fatto da uno specialista.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!