Gravidanza » Piedi gonfi in gravidanza, quali rimedi ?

Piedi gonfi in gravidanza, quali rimedi ?

Arriva un certo punto della gravidanza che mentre siete in piedi non riuscite più a vedervi le dita dei piedi, ma i piedi si fanno sentire eccome!

piedi gonfi gravidanza

Pesanti, non entrano più nelle scarpe, e in estate vorreste infilarli dentro il cassetto del congelatore , per trovare un po’ di refrigerio.

I piedi che sembrano due “salsicciotti” sono abbastanza comuni soprattutto durante l’ultimo trimestre di gravidanza.

Perchè i piedi possono gonfiarsi durante la gravidanza?  Quando dovresti consultare un medico? Quali semplici accortezze possono aiutare?

Lo spieghiamo qui, ma preparatevi perchè potrebbero essere necessarie scarpe nuove almeno finchè non partorirete.

Cosa causa i piedi gonfi in gravidanza?

Il gonfiore ai piedi compare solitamente verso la fine del secondo trimestre e più frequentemente durante il terzo trimestre.

Durante il primo trimestre i valori in crescita  del progesterone  rallentano la digestione. Questo  può causare del gonfiore addominale molto prima di avere un evidente pancione. Potresti notare anche un leggerissimo   gonfiore alle mani, ai piedi o al viso, ma non molto.

Se noti molto gonfiore all’inizio, specialmente se accompagnato da altri sintomi come vertigini, mal di testa o sanguinamento, è necessario  avvisare  il medico.

Il secondo trimestre inizia più o meno  con le 14 settimane di gravidanza (all’incirca l’inizio del quarto mese). Non è insolito iniziare a notare i piedi gonfi intorno al quinto mese di gravidanza, soprattutto se state  molto in piedi o fa caldo.

Questo gonfiore è dovuto al crescente volume di sangue e liquidi corporei. Il volume del sangue aumenta di circa il 50 percento  nel corso della gravidanza e questo è associato a una forte ritenzione idrica.

Sebbene tutto ciò renda importabili alcuni anelli e alcuni tipi di scarpe che eravate solite indossare,  tutto questo liquido  extra aiuta ad ammorbidire il corpo e prepararlo per il parto. State tranquille, il liquido in eccesso  diminuirà rapidamente nei giorni e nelle settimane dopo la nascita del bambino.

Iil terzo trimestre è il periodo tipico per sperimentare i piedi gonfi, soprattutto man mano che le settimane passano e vi avvicinate alla data del parto. l

Il vostro  corpo sta continuando a accumulare liquidi, cosa che può contribuire al gonfiore ma anche l’utero sta diventando molto più pesante man mano che il bambino cresce, il che può rallentare il flusso sanguigno dalle gambe al cuore.

Altri fattori che possono contribuire ai piedi in mongolfiera includono:

  • caldo
  • squilibri dietetici
  • assunzione di caffeina
  • non bere abbastanza acqua
  • stare in piedi per lunghi periodi di tempo

Quando consultare il  medico

Molte mamme possono portare la loro testimonianza: i piedi gonfi sono un sintomo molto comune in gravidanza e la maggior parte delle volte  sono solo un altro segno di tutto il duro lavoro che il corpo sta facendo per far crescere una nuova vita.

Tuttavia, i piedi gonfi a volte possono essere un segno di un problema più serio. Uno di questi problemi si chiama preeclampsia.

Chiama il medico se notate:

  • un improvviso gonfiore di mani, piedi, viso o intorno agli occhi
  • un gonfiore che peggiora notevolmente
  • vertigini o visione offuscata
  • forte mal di testa
  • confusione
  • respirazione difficoltosa

Se notate un gonfiore in una sola gamba che è anche accompagnato da dolore, arrossamento o calore, ciò potrebbe significare  una trombosi venosa profonda.

Se non siete sicure che  il vostro  gonfiore sia normale o se avete dei dubbi, è sempre meglio chiamare il medico o l’ostetrica.

Quali rimedi per i piedi gonfi in gravidanza?

I piedi gonfi sono una fonte di disagio, e di scomodità. Come alleviare questo sintomo?

Esistono alcune semplici accortezze da adottare, tra cui nuoto massaggi. fino ad arrivare all’acquisto di scarpe nuove.

  1.  Ridurre l’assunzione di sodio (sale), il sale infatti causa ritenzione idrica. Cercate di evitare cibi particolarmente ricchi di sodio e di non aggiungere sale da tavola extra sul cibo. L’uso di erbe aromatiche come rosmarino, timo e origano è un modo semplice per aggiungere sapore alle ricette senza usare il sale
  2. 2. Aumentare l’assunzione di potassio. Non assumere abbastanza potassio può peggiorare il gonfiore, dato che il potassio aiuta il corpo a bilanciare la quantità di liquidi.   Alcuni alimenti che sono naturalmente ricchi di potassio includono:
    • patate con la buccia
    • patate dolci (anche con la buccia)
    • banane
    • spinaci
    • fagioli,
    • alcuni succhi di frutta (in particolare prugne, melograno, arancia, carota e frutto della passione)
    • yogurt
    • barbabietole
    • salmone
    • lenticchie

3. Ridurre l’assunzione di caffeina
In gravidanza l’uso di caffeina deve essere minimo. Troppa non fa bene al bambino ma nemmeno alla mamma e può peggiorare il gonfiore.  La caffeina è un diuretico, se da un lato fa aumentare la diuresi , dall’altro fa pensare al tuo corpo che deve trattenere i liquidi.

4. Bevi più acqua
Per quanto strano possa sembrare, bere più acqua per contrastare il gonfiore, funziona davvero. Se il vostro  corpo pensa di essere disidratato,  tratterrà ancora più liquidi per cercare di compensare.

Vedi anche: Quanta acqua bere in gravidanza?

Potete anche aromatizzare l’ acqua con limone o menta  per renderla più piacevole.

5. Sollevare i piedi e riposare
Anche se avete  un milione di cose che volete fare prima che arrivi il bambino, riposatevi ogni tanto tenendo alzate le gambe.  Stare sedute troppo tempo non è ottimale  per la vostra  circolazione, ma nemmeno stare ore e ore in piedi fa bene.

Stare sedute con i piedi sollevati, specialmente alla fine della giornata, può aiutarvi a drenare i liquidi  che si sono accumulati  nelle gambe nel corso della giornata.

6. Indossare abiti larghi e comodi
Indossare indumenti attillati, specialmente attorno a polsi, vita e caviglie, può peggiorare il gonfiore. Fondamentalmente, impedisce al sangue di circolare con la stessa facilità.

7. Evitate di stare fuori nelle ore più calde
Soprattutto se siete in gravidanza durante i caldi mesi estivi, stare al chiuso durante il caldo  della giornata ed evitare un intenso esercizio fisico può aiutarvi a rinfrescarvi e a ridurre il gonfiore. Provate ad applicare impacchi freddi sui piedi o tenere un ventilatore nelle vicinanze.

8. Indossare calze a compressione  fino alla vita
Sì, sono tanto “sexy” quanto sembrano. Ma se state sperimentando piedi costantemente gonfi o dovete stare essere in piedi la maggior parte del tempo, chiedete al medico se potete indossare le  calze a compressione. Queste calze stringono delicatamente i piedi e le gambe. Cerca di evitare le calze a compressione alta fino al ginocchio, in quanto potrebbero essere troppo strette nel mezzo della gamba e peggiorare il gonfiore.

9. Camminare
Fare anche una passeggiata di 5 o 10 minuti un paio di volte al giorno può aiutare a migliorare la circolazione, riducendo il gonfiore.

10. Indossare scarpe comode
Anche se ami i tacchi alti, la gravidanza avanzata è un buon momento per fare una pausa. Indossare scarpe comode  è la chiave per ridurre il gonfiore del piede, nonché per prevenire problemi all’anca e alla schiena che possono sorgere mentre il baricentro si sposta e il peso aumenta.

Oltre al gonfiore, i legamenti del corpo (compresi i piedi) si allungano durante la gravidanza, quindi i piedi possono cambiare dimensione. I piedi di alcune donne tornano alle dimensioni pre-gravidanza, in altre rimarranno mezzo numero o addirittura un numero più grande.

Vedete il lato positivo, sarà un’occasione per rinnovare la vostra scarpiera!

11. Nuotare

Non ci sono studi che dimostrano che la pressione dell’acqua riduce il gonfiore durante la gravidanza, ma molte donne trovano sollievo dal gonfiore quando trascorrono del tempo in ammollo.

Provate a stare in piedi o nuotare in una piscina dove la profondità dell’acqua è quasi fino al collo. In ogni caso ti sentirai più leggera, più fresca e farai un po’ di movimento, ma potresti anche scoprire che i piedi e le gambe sono meno gonfi.

12. Fare un massaggio
Il vostro  partner potrebbe essere alla ricerca di  un modo per sentirsi coinvolto nella  gravidanza, e questa è l’occasione perfetta.

Il massaggio aiuta a far circolare i liquidi che tendono ad accumularsi nei piedi, il che a sua volta riduce il gonfiore.

Se non sei vicine alla data di scadenza, per sicurezza, evitate una forte pressione su alcuni punti di digitopressione che sono associati a contrazioni uterine.

Esistono anche professionisti specializzati in  massaggi prenatali. Questi non solo possono aiutare con il gonfiore, ma sono ottimi per aiutare ad alleviare parte dello stress che può accompagnare la gravidanza.

13. Dormire sul lato sinistro
Dormire sul lato sinistro  può migliorare il flusso sanguigno, riducendo il gonfiore dei piedi. Sdraiarsi  sul lato sinistro toglie la pressione dell’utero dalla vena cava inferiore, che è il grande vaso sanguigno che restituisce sangue al cuore.

Riferimenti

Soma-Pillay P, Nelson-Piercy C, Tolppanen H, Mebazaa A. Physiological changes in pregnancy. Cardiovasc J Afr. 2016;27(2):89-94. doi:10.5830/CVJA-2016-021

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!