Pigiami e valigia parto, camicia da notte della nonna? No, grazie. Parola di Julia Elle

Sponsorizzato

Ci sono due cose di cui nessuno mi aveva parlato quando sono rimasta incinta la prima volta.

La prima cosa è che riposare bene durante la notte sarebbe stato pressoché impossibile e che di sicuro i miei vecchi pigiami non sarebbero andati bene. Infatti, io non sopportavo nessun tipo di elastico sulla pancia che mi stringeva tutto da tutte le parti, morale finivo a dormire in mutande spogliandomi a metà notte dalla disperazione e nell’ultimo periodo rubando qualche maglietta di Paolo (il papà di mia figlia).

Per questa seconda gravidanza ho giocato d’anticipo, volevo qualcosa di carino, ma comodo comodo comodo, mi sono affidata ad Envie De Fraise e devo dire che neanche stavolta sono rimasta delusa, anzi!

La sensazione è quella di non averli addosso, i tessuti sono “delicati” e non c’è nulla che stringa, tanto a svegliarmi ci pensa già la mia vescica! Un di più da non sottovalutare è che i pigiami premaman Envie de Fraise sono compatibili con l’allattamento, il che li posiziona immediatamente nella mia lista dei desideri!

La seconda cosa è la valigia parto. Ricordo ancora quando nella lista delle cose da portare ho letto per la prima volta “camicie da notte” la mia reazione? Io quella roba da vecchia non la metterò mai! E così fu. Ebbi la geniale idea di comprare due maxi maglie, risultato? Una tragedia per l’allattamento, oltre che scomode e troppo corte.

Ma questa volta non mi sono fatta fregare. Non ero comunque disposta a mettere la camicia da notte della nonna, perché parliamoci chiaro, ci pensano già le occhiaie post parto a farti sentire vecchia! E su questo nulla parla meglio delle foto! Belle e davvero comode!

Scopri la selezione valigia parto Envie de Fraise

Julia Elle

Scopri tutti gli articoli di Julia Elle per Envie de Fraise

(copyright foto Eviem Family Photography)



Lascia un commento