Gravidanza » Acidità e bruciore di stomaco in gravidanza: i rimedi più semplici da mettere in pratica

Acidità e bruciore di stomaco in gravidanza: i rimedi più semplici da mettere in pratica

Il bruciore di stomaco è un disturbo comune durante la gravidanza; l'incidenza è compresa tra il 17% e il 45%. Le complicanze gravi sono rare, sebbene possano essere associate a nausea e vomito gravi e la condizione di solito si risolve subito dopo il parto.
acidità e bruciore di stomaco

Il bruciore di stomaco si verifica quando la valvola tra lo stomaco e l’esofago non è in grado di impedire il ritorno degli acidi gastrici nell’esofago.

La causa del bruciore di stomaco durante la gravidanza è multifattoriale.

Durante la gravidanza, l’ormone progesterone provoca il rilassamento di questa valvola, causando il  bruciore di stomaco. Gli acidi gastrici infatti vengono a contatto con le pareti dell’esofago causando irritazione e il fastidioso sintomo.
Il bruciore di stomaco così come l’indigestione sono più comuni durante il terzo trimestre, perché l’utero in crescita esercita una pressione sull’intestino e sullo stomaco. La pressione sullo stomaco può anche spingere il suo  contenuto verso l’alto,  nell’esofago.

Pubblicità

Sintomi del bruciore di stomaco durante la gravidanza

I sintomi comuni di bruciore di stomaco riportati dalle donne in gravidanza includono:

  • sensazione di bruciore al petto appena dietro lo sterno che si verifica dopo aver mangiato e dura da pochi minuti a diverse ore
  • dolore al petto, soprattutto dopo essersi chinate, sdraiate o dopo aver mangiato
  • bruciore alla gola sensazione di  fluido caldo, acido o salato nella parte posteriore della gola
  • Eruttazione
  • tosse cronica
  • raucedine
  • respiro sibilante o altri sintomi simili all’asma

Rimedi per i bruciori di stomaco

La maggior parte dei casi di bruciore di stomaco migliora con alcune modifiche nello stile di vita. In gravidanza è vietato sia l’alcol che  il fumo, due abitudini  che peggiorano i sintomi.

Cambiamenti dietetici (ad esempio, consumo di pasti più piccoli, non mangiare a tarda notte) possono essere di beneficio. Nonostante queste precauzioni, la gravità del bruciore di stomaco può aumentare durante il corso della gravidanza.

Un primo aiuto viene dallo spezzare i pasti. Meglio mangiare poco e spesso, 5-6 pasti al giorno.

Altra accortezza è quella di stare sdraiate in posizione semi-seduta dopo ogni pasto.

Scegliete di cenare almeno un paio di ore prima di andare a letto (in modo da aver digerito quando ti corichi) ed evitate di fare sforzi particolari nelle due ore dopo i pasti. Casomai provate ad aiutarvi con i cuscini per la gravidanza per sollevare il corpo se vi capita provare bruciore di notte.

Alcuni cibi sono da eliminare come i fritti, gli alimenti grassi che favoriscono l’aerofagia , le bevande gasate… Cercate insomma di cucinare e mangiare in modo sano.

 Il decalogo dei sì e dei no

  1. Ovviamente i cibi acidi e piccanti aumentano l’acidità di stomaco rispetto a quelli insipidi. Da evitare agrumi, pomodori, cipolle, aglio, caffeina, cioccolato, bibite ecc. Evita anche cibi fritti o grassi, che rallentano la digestione.
  2. Mangia  piccoli pasti frequenti invece al posto dei soli 3 pasti  al giorno. Questo aiuta a evitare di sovraccaricare lo stomaco e gli permette di svuotarsi più velocemente.
  3.  Siediti con la schiena dritta quando mangi
  4. Non mangiare nelle tre ore che precedono l’andare a letto. Quando si è coricate la digestione rallenta e inizia  il bruciore.  Se invece si va a letto a digestione conclusa questo aiuta a dormire senza il fastidioso bruciore.
  5.  Non fumare: ci sono una infinità di motivi per non fumare in gravidanza, e il bruciore di stomaco è solo uno di questi. I prodotti chimici nelle sigarette fanno rilassare la valvola che separa lo stomaco dall’esofago e di conseguenza gli acidi gastrici risalgono.
  6. Tieni la testa  sollevata di 15-20 cm  quando dormi. Il modo più semplice è posizionare  i cuscini sotto le spalle, puoi anche alzare  il letto dalla parte della testa mettendo degli spessori sotto  le gambe del letto o  acquistare uno speciale cuscino a cuneo da posizionare tra il materasso e la rete. In questo modo la gravità a aiuta a non avere reflusso acido.
  7.  Indossa  abiti larghi, in modo da evitare di avere ulteriori pressione sullo stomaco
  8.  Bevi dopo i pasti e non durante. Bere i liquidi durante i pasti  causa uno stomaco troppo pieno, pronto per il bruciore di stomaco.
  9. Prova l’agopuntura. In uno studio del 2015, le donne incinte  che si sono sottoposte ad  agopuntura hanno riportato un miglioramento dei sintomi.
  10.  Non bere alcolici. Come per il fumo anche l’alcol è completamente vietato in gravidanza. Oltre al fatto che l’esposizione all’alcol può causare una serie di problemi al bambino in via di sviluppo (dal basso peso alla nascita alle difficoltà di apprendimento) l’alcol può anche rilassare la valvola che mantiene il contenuto dello stomaco al suo interno

Farmaci contro l’acidità e bruciore di stomaco

Nella guida ai farmaci in gravidanza, redatta dall’AIFA, agenzia italiana del farmaco, si legge:

In gravidanza i farmaci di prima scelta solo gli antiacidi: in genere si prediligono i preparati di magnesio e vanno evitati i prodotti ad alto contenuto di sodio.

Nel caso in cui gli antiacidi non facciano alcun effetto si passa a una terapia più importante. Si legge sempre nella Guida AIFA:

Il farmaco di scelta è la ranitidina, se è necessaria la terapia con antagonisti del recettore H2; l’omeprazolo se è necessaria la terapia con inibitori di pompa protonica.

In ogni caso si raccomanda  sempre di chiedere  al medico prima di assumere qualsiasi rimedio farmacologico. Questo discorso vale anche per i farmaci da banco.

Ci sono alimenti e bevande che ci possono aiutare ad alleviare questo fastidio?

La lattuga (ben lavata per ridurre il rischio di toxoplasmosi),  non deve mai mancare nelle insalate perché regola le secrezioni acide che si producono nello stomaco. Il finocchio, e le tisane a base di finocchio, sono utilissimi in caso di problemi digestivi. Anche lo zenzero se masticato per qualche minuto produce un sollievo quasi immediato dal bruciore di stomaco.

Per placare l’acidità prova a mangiare uno  yogurt o a bere un bicchiere di latte. Puoi anche provare con un cucchiaio di miele in un bicchiere di latte caldo.

Di rimedi naturali ce ne sono tanti altri a partire dalla menta, poi la cicoria, la camomilla, la melissa… anche l’olmo ha i suoi benefici.

Chiedete in farmacia o al vostro erborista di fiducia, sulla possibilità di assunzione anche  di rimedi naturali in gravidanza (naturale non significa sempre sicuro),  e mai  prendere alcun farmaco senza la prescrizione medica.

Riferimenti:

Vazquez JC. Heartburn in pregnancy. BMJ Clin Evid. 2015;2015:1411. Published 2015 Sep 8.

Phupong  V, Hanprasertpong  T. Interventions for heartburn in pregnancy. Cochrane Database of Systematic Reviews 2015, Issue 9. Art. No.: CD011379. DOI: 10.1002/14651858.CD011379.pub2.

https://americanpregnancy.org/pregnancy-health/heartburn-during-pregnancy-982

AIFA: Guida al corretto uso dei farmaci in gravidanza

Tutto su alimentazione e gravidanza
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Redazione

La redazione di Periodo Fertile si avvale della consulenza di esperti e specialisti che collaborano per darvi le informazioni più aggiornate, corrette e puntuali possibili.