La valigia parto per l’ospedale: i consigli dell’ostetrica

La borsa è un oggetto tipicamente femminile e quando è la conclusione dei nove mesi di gravidanza, è ancora più importante. Ogni struttura dove si sceglie di partorire, ha una propria lista da seguire, di cose da portare per se e per il bambino.

Entrando ogni giorno a contatto con le mamme, grazie alle loro borse del parto e al mio sbirciarci dentro, possiamo stulare una lista più completa e utile possibile:

Cose da portare

  • Spazzolini da denti e dentifricio, articoli per la cura personale per te e il tuo partner che sarà spesso con te in quei giorni e magari qualcosina ha piacere di averla a disposizione anche Lui.
  • La tua musica preferita, informati perchè sicuramente in sala parto hanno la possibilità di mettere in diffusione della musica e mettere in play quelle canzoni che hanno accompagnato te e il tuo bambino durante la gravidanza, sicuramente vi porterà delle belle emozioni e vi farà sentire in un ambiente meno sterile.
  • Spuntini e bevande per te stessa e il tuo partner. Sappiamo quanto sia importante rimanere idratati e mangiare cose energetiche durante il tuo travaglio e parto ma non dimenticare, che anche nei giorni successivi, durante la tua degenza, puoi farti portare ottimi manicaretti, preparati con amore per te. Un modo dolcissimo per sentire l’affetto dei tuoi cari in quei giorni.
  • Ciabatte per il reparto e delle ciabattine da piscina/mare per le volte in cui entrerai in doccia.
  • Un indumento per il tuo travaglio e parto. Può trattarsi di una semplice camicia da notte o di una maglietta morbida. In sala parto, ambiente caldo e intimo, potrai stare anche semplicemente in mutandine e top oppure nude. Nei giorni di degenza in reparto ricordati di indossare un pigiama che sia facilmente apribile sul petto per fare il pelle pelle con il tuo bambino e non stresso sulle gambe, parti intime, per lasciar respirare una eventuale sutura, lacerazione o emorroidi.
  • Cambio di vestiti per marito / partner come una maglietta e dei calzini da mettere in sala parto.
  • Reggiseni per l’allattamento. Molte mamme si sono trovate bene utilizzando dei normali reggiseni (in tessuto elastico).
  • Foto della tua famiglia, dei tuoi animali domestici o qualcosa che ti faccia sorridere durante il travaglio. Possono essere messi in sala parto o semplicemente sotto il tuo cuscino.
  • Vestito semplice ma che ti faccia sentire bella, da indossare il giorno che tornerete a casa. Avete fatto un lavoro grandissimo e importante e dovete celebrarvi.
  • Due palline da tennis. Possono essere utili per massaggiare, strofinare, quei punti che vi creano tensione e dolore durante il travaglio.
  • La tua lozione per il corpo preferita, come un olio di mandorle spremuto a freddo con dentro alcune gocce di olio essenziale alla lavanda. Ottimo per i massaggi in travaglio ma anche come coccola e idratazione della vostra pelle nei giorni di degenza. La lavanda rilassa, ammorbidisce le contratture, favorisce il sonno.
  • Cuscini extra
  • Fascia per capelli e/o fermaglio per capelli
  • Borsa dell’acqua calda. Di solito l’ospedale la fornisce ma magari preferite avere la vostra. Il caldo vi aiuterà durante il travaglio ma anche in vista della montata lattea.
  • Il cuscino dell’allattamento.
  • Assorbenti: alcuni ospedali li forniscono. Altrimenti potete prendere dei semplici assorbenti da notte in microfibra o cotone, più economici di quelli del post parto, semplicemente dovranno essere cambiati più spesso.
  • Per il seno: non occorre nulla! Le creme come lanolina, clemulina, olio bea non servono. Per prevenire le ragadi serve il corretto attacco del neonato.

Per il bambino

  • Diversi pannolini
  • Body e tutine
  • Cappellino e calzini
  • Una coperta (a seconda della stagione)
  • Una fascia porta bebè. Utilissima dalle primissime ore per tenere sempre con se il proprio bambino e fare un pelle a pelle costante. Madre e bambino sono nudi dalla vita in su e coperti dal tessuto della fascia.
  • Seggiolino auto:  Si consiglia di installare il seggiolino auto prima di arrivare all’ospedale, avere familiarità con il modo in cui funziona prima di utilizzarlo.
  • Latte, contenimento, amore: sei te il suo accessorio più importante.

Oltre alla preparazione della valigia, esiste anche una preparazione da fare in casa, nei giorni imminenti al parto:

  • Un telo usa e getta, come quelli da mettere sul fasciatoio, per coprire la propria parte del letto in caso di rottura delle membrane amniotiche. Un telo impermeabile manterrà il tuo materasso protetto.
  • Assorbenti da mettere in borsa, per quando sei in giro, in caso di leucorrea importante, rottura del sacco, perdita di tappo mucoso.
  • In macchina, nel cruscotto, mettere lo stesso telino impermeabile che avete messo sul materasso e un sacco della spazzatura in caso di nausea nel tragitto casa-ospedale.

La cosa più importante è certamente munirsi di molta pazienza, calma, capacità di essere presenti a se stesse e a quello che succederà, e ovviamnete di  tanto amore.

Dott.ssa Ostetrrica Sara Notarantonio

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!