La pancia gonfia è sintomo di gravidanza?

Mote donne che sono in trepida attesa di fare un test di gravidanza, si chiedono se avere la pancia gonfia possa essere un sintomo di gravidanza.

gonfiore addominale

Capita spesso  che mi venga posta una domanda simile, anche  dalle più giovani,  che magari temono di essere rimaste incinte per aver avuto rapporti non protetti. Molto spesso, infatti, queste ragazze temono che il gonfiore possa essere un iniziale sintomo di gravidanza

Il gonfiore di può definire come  una  sensazione di pienezza a livello dello stomaco, che a volte include anche distensione addominale. Il gonfiore è un disagio molto comune e ha molte cause, del tutto diverse tra loro.

Alcune gravidanza sono accompagnate  da sensazioni di gonfiore, nelle prime settimane o nei successivi trimestri.  Come abbiamo spesso sottolineato, molti sintomi di gravidanza, soprattutto nelle fase iniziali, sono molto soggettivi, e l’unico modo che ha la donna, per capire se è incinta o meno, è il test di gravidanza, da eseguire dal primo giorno di ritardo ( o almeno dopo 14 gg dall’ovulazione accertata)

 E’ solo pancia gonfio a sono incinta?

Se una persona è sessualmente attiva e presenta determinati sintomi, come il gonfiore, è possibile una gravidanza, soprattutto se le mestruazioni sono in ritardo (che significa che le mestruazioni non si sono presentate quando previsto).

Poiché sono molti altri i fattori che possono causare gonfiore, la gravidanza potrebbe essere una delle cause meno probabili.

Le persone che monitorano attentamente  il loro ciclo mestruale, sanno cioè se e quando hanno ovulato e  di conseguenza quanti gironi sono passati dall’ovulazione,  riescono a capire se sono effettivamente in ritardo. In questo caso, se è presente anche il gonfiore,  può trattarsi di un sintomo di gravidanza.

Come abbiamo già detto, l’unico modo per capire se è in corso la gravidanza è fare un test, che si può acquistare in farmacia o al supermercato, o nei negozi on-line.

Attenzione ai falsi negativi. Un test di gravidanza sulle urine,  può dare un falso  negativo se eseguito troppo presto rispetto all’ovulazione, o nel momento sbagliato della giornata.

Se avete un dubbio sulla affidabilità del test, potete fare il dosaggio delle beta hcg nel sangue ad almeno 11 -12 giorni dall’ovulazione accertata.

Altre cause di pancia gonfia

La gravidanza è solo una delle tante cause  che possono determinare gonfiore addominale. Se il gonfiore non è dovuto alla gravidanza, è utile capire da cosa è dovuto per ridurre il sintomo.

Se si tratta  di una condizione nuova e persistente è bene parlarne con il medico.

I fattori che possono portare gonfiore sono:

Mestruazioni in arrivo
Il gonfiore è molto comune prima e durante le mestruazioni. Si pensa che  si verifichi a causa del cambiamento dei livelli di ormoni estrogeni e progesterone in circolo.

Pertanto avere la pancia gonfia poco prima della data prevista delle rosse, può essere del  tutto normale  e non riconducibile alla gravidanza

Alimenti che causano gonfiore
Esistono vari tipi di alimenti che aumentano la sensazione di gonfiore. Possono  essere le verdure come il cavolo ad esempio, o  i legumi, oppure  i latticini.

Bevande gassate
Le bevande gassate,  che contengono anidride carbonica, sono una causa comune di gonfiore.

Mangiare in fretta
Mangiare troppo in fretta porta le persone ad ingoiare aria. L’aumentata aria nello stomaco provoca  gonfiore.

Anche masticare i chewing-gum o bere con l’uso di una cannuccia, sono abitudini che possono aumentare la quantità di aria che raggiunge lo stomaco.

Sindrome dell’intestino irritabile
Il gonfiore è un possibile sintomo di una serie di condizioni gastrointestinali. Ad esempio, la sindrome dell’intestino irritabile  può causare crampi allo stomaco, diarrea e gonfiore.

È anche possibile  che  il gonfiore sia determinato da più cause contemporaneamente.

Cisti ovariche
Le cisti ovariche sono delle formazioni, generalmente benigne, che possono essere visualizzate  nelle ovaie durante una ecografia.  Le cisti possono causare dolore e gonfiore nella parte inferiore dell’addome. In presenza di questi sintomi persistenti è bene fare un controllo medico.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!


Elena

Biologa ad indirizzo fisiopatologico, laureata con lode all’Università di Padova, nel 2007 dopo il primo “mi spiace non c’è più battito”, con mio marito diamo vita a Periodofertile.it, un punto di informazione e di incontro per donne e mamme.
Nel 2019 ho conseguito il Master di II livello presso l'Università di Padova in Tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita e Scienze della Riproduzione Umana.