Sono vere contrazioni o false contrazioni? Come distinguerle?

Sto avendo le vere contrazioni, quelle del travaglio  che mi porteranno a dare alla luce il mio bambino, o si tratta di false contrazioni? Come posso distinguerle?

Questo dubbio amletico è comune a tutte le future mamme che si stanno avvicinando ai giorni del parto. Soprattutto se si è alla prima gravidanza, diventa difficile capire se sono quelle vere oppure no, e anche  in questo caso l’esperienza conta tantissimo.

Le false contrazioni sono anche chiamate contrazioni di Braxton Hicks e possono risultare simili alle contrazioni vere, con la differenza che… le prime non portano al travaglio, le seconde sì.

Le contrazioni reali seguono uno schema riconoscibile, mentre le contrazioni di Braxton-Hicks variano in durata e frequenza. Le contrazioni di Braxton-Hicks tendono anche ad essere meno dolorose e di solito causano solo fastidio nella parte anteriore dell’addome.
Le contrazioni di Braxton-Hicks simulano le contrazioni reali per preparare il corpo al parto. Tuttavia, non portano al travaglio. Le  vere contrazioni si verificano solo quando il travaglio sta iniziando realmente.

Riconoscere le vere contrazioni è importantissimo per poter rivolgersi al medico se si è lontani dalla data del parto, o andare in ospedale per partorire se è arrivato il momento.

Le vere contrazioni

Le contrazioni si verificano quando i muscoli intorno all’utero si contraggono e si rilassano. Possono verificarsi in qualsiasi momento durante la gravidanza. Ma le contrazioni “reali” si verificano solo quando inizia il travaglio.

Sono contrazioni dolorose e il dolore tende ad aumentare con il passare del tempo.

La localizzazione del dolore può variare da donna a donna varia, main genere si localizzano attorno all’addome e nella parte bassa della schiena. In alcune donne, il dolore si diffonde ai fianchi  e alle cosce.

Il travaglio inizia tipicamente con contrazioni regolari e persistenti. Queste causano la dilatazione della cervice  in vista della nascita del bambino

vere contrazioni

Le false contrazioni

Le false contrazioni possono verificarsi anche molto tempo prima del travaglio e a questa categoria appartengono le contrazioni di Braxton Hicks e le contrazioni prodromiche.

Queste contrazioni possono iniziare addirittura a circa 6 settimane di gravidanza, ma di solito non si notano fino al secondo o terzo trimestre. Anche se non èp chiaro cosa le scateni,  la  loro funzione è quella di preparare il corpo della donna al travaglio.

Le contrazioni di Braxton-Hicks tendono a verificarsi sporadicamente. Variano in frequenza, durata e intensità, ma di solito si verificano più frequentemente durante le fasi terminali della gravidanza.

Le contrazioni di Braxton-Hicks non causano l’espansione della cervice e non portano al travaglio.

Come distinguere tra vere e false contrazioni?

Molte donne scambiano le contrazioni di Braxton-Hicks per vere contrazioni specialmente quando si verificano nel terzo trimestre.

Ecco alcune differenze chiave per riuscire a distinguerle:

  • Durata: le vere contrazioni durano circa 30-70 secondi e si verificano a intervalli regolari. Le contrazioni di Braxton-Hicks non seguono uno schema preciso.
  • Frequenza: le vere contrazioni diventano più frequenti con l’avvicinarsi del travaglio. Le contrazioni di Braxton-Hicks non aumentano di frequenza.
  • Dolore: in generale, le vere contrazioni sono più dolorose delle contrazioni di Braxton-Hicks le quali causano fastidio ma non dolore vero e proprio.
  • Localizzazione: le vere contrazioni vengono percepite in tutto l’addome e nella parte bassa della schiena e il dolore può diffondersi alle gambe. Le contrazioni di Braxton-Hicks di solito causano solo fastidio nella parte anteriore dell’addome.
  • Movimento: cambiare posizione o muoversi spesso ferma le contrazioni di Braxton-Hicks. Il movimento invece non influisce sulle vere contrazioni.

Quando avvisare il medico?

Imparare a distinguere tra i tipi di contrazione può aiutare la donna a capire quando è il momento di contattare il ginecologo o l’ostetrica. In ogni caso è preferibile contattare sempre il medico quando non si è certe del tipo di contrazione.

Se si tratta di vere contrazioni è importante avvisare il proprio ginecologo e recarsi in ospedale.

È probabile che le contrazioni siano quelle giuste se si presentano con uno schema regolare e aumentano gradualmente di frequenza. Le contrazioni vere tendono a diventare dolorose e il dolore si diffonde spesso sull’addome e sulla parte bassa della schiena.

Altri segni che il travaglio sta iniziando sono:

Con l’avvicinarsi del parto il bambino si impegna verso la cervice. Questo può accadere da poche settimane ad alcune ore prima del travaglio.

Un altro segno è un aumento delle perdite vaginali (leucorrrea), che possono verificarsi da alcuni giorni prima del travaglio.

Se compaiono contrazioni regolari e dolorose prima del terzo trimestre, o comunque prima delle 37 settimane di gravidanza  è importante contattare subito  il  medico o recarsi in ospedale perchè potrebbe trattarsi di un segnale di parto pretermine.

Per qualsiasi dubbio sul tipo di contrazioni il riferimento è sempre il ginecologo o l’ostetrica che segue la donna.  È sempre preferibile un controllo in più che uno in meno!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Hai un dubbio da chiarire (anche in forma anomina) o una esperienza da raccontare? Vieni a parlare con noi, ti stiamo aspettiamo!💬 Vai al forum