Palla per la gravidanza, il parto e l’esercizio fisico

Palla gravidanza

Se avete frequentato dei corsi di ginnastica prenatale, dei corsi preparto o avete già partorito, probabilmente siete venute a conoscenza della palla per la gravidanza. Non è molto diversa dai palloni da fitness che potete trovare in  palestra ma, usata in gravidanza e al parto, può portare alcuni importanti benefici.

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo di una palla per la gravidanza?

La donna in gravidanza può non solo avere difficoltà a trovare la posizione migliore per dormire ma anche lo  stare sedute potrebbe rivelarsi fastidioso mano a mano che la gravidanza procede. Tra il peso della pancia in crescita e il mal di schiena che ne deriva, sedie, divani e altre superfici potrebbero non offrire alcun sollievo. Una palla da parto tuttavia riesce a modellarsi in qualche modo sulla forma della donna, fornendo comfort ma allo stesso tempo è sufficientemente solida da fornire il giusto supporto.

Da alcuni  studi si è visto che esercitarsi con una palla da parto durante la gravidanza può aiutare a ridurre il mal di schiena. Può anche aiutare la donna a trovare la posizione migliore durante il travaglio, a ridurre il dolore delle contrazioni (specialmente se si usa per un paio di mesi prima di partorire), può  ridurre l’ansia e la durata della prima fase del travaglio. Tuttavia, se si hanno  vertigini o malesseri è bene non usarla.

Durante i nove mesi (ma anche dopo)  la palla può essere usata al posto della sedia mentre si lavora alla scrivania o ci si rilassa. Alcune donne infatti trovano più comoda questa seduta rispetto alla sedia o al divano e la postura può solo trarne beneficio.

Viene usata in tanti cosi preparto, in corsi di pilates e yoga per le donne in dolce attesa.

Usare la palla durante il travaglio

Grazie alle sue dimensioni e alla sua flessibilità, una palla da parto durante il travaglio può aiutare la donna a trovare una posizione confortevole.

La palla da parto si presta per segiore le oscillazioni e i movimenti naturali della donna.

Durante la prima fase del travaglio, sedere a cavalcioni sulla palla da parto consentirà alla donna di muovere il bacino avanti e indietro e da un lato all’altro a disegnare un cerchio. Questi movimenti sulla sfera richiedono uno sforzo decisamente inferiore rispetto a quando si è in piedi o seduti su una sedia.

Man mano che il travaglio progredisce, in particolare una volta raggiunto il secondo stadio (la fase di “spinta”), si può  usare la palla come supporto mentre si è inginocchiate sul pavimento o sul letto.  L’ostetrica durante il travaglio mostrerà alla donna le posizioni migliori per sfruttare al meglio i benefici della palla.

La maggior parte dei reparti di degenza ospedaliera e dei centri di nascita hanno palle da parto per le donne da usare durante il travaglio. Se sei particolarmente attaccato alla tua palla da parto, portala con te. Puoi pulirla in seguito lavandola con acqua calda e sapone.

Usare la palla dopo la gravidanza

Dopo il parto la donna potrebbe trovare più comodo sedersi sulla palla invece di una sedia rigida,  in particolare se l’area tra la vagina e l’ano (perineo) è dolorante. Meglio sgonfiare  leggermente la palla per renderla più morbida e togliere così la pressione su eventuali punti di sutura.

La donna può anche usare la palla mentre sta allattando, per favorire la corretta postura ma è importante trovare una posizione comoda e stabile.

Si può inoltre usare la palla da parto per esercitarsi (con o senza il bambino):

Quanto deve essere grande una palla per la gravidanza?

Bisogna distinguere tra quelle che vengono usate per gli esercizi e quella apposita per il parto. Quella per gli esercizi ha generalmente una dimensiuoen standard di 55 o 65 cm. Per la gravidanza e in particolare per il parto ci sono misure ben precise da tenere in considerazione.

Una palla da parto deve essere più grande e più solida di una palla da ginnastica standard che si usa per gli esercizi.

Quando si è seduti sulla palla, con i piedi appoggiati sul pavimento, i fianchi dovrebbero essere sollevati di circa 10 cm sopra le ginocchia. Questa posizione di seduta sollevata porta in avanti il peso del bambino, dando sollievo dal dolore alla schiena e dal disagio generale che si avverte durante la gravidanza. Questa posizione mantiene anche il bacino aperto e toglie la pressione dalla parte bassa della schiena durante il travaglio e le contrazioni.

Scegli la misura adatta in base all’altezza:

  • diametro di 55 cm:  se sei alta meno di 155 cm
  • diametro di 65 cm:  se hai una altezza compresa tra 155 e 173 cm 
  • diametro di 75 cm:  se sei alta più di 173 cm  

Palla per la gravidanza NBF

La palla  NBF è stata pensata appositamente per le donne in gravidanza.

E’ costruita con una tecnologia anti-scoppio (si sgonfiano lentamente se bucate senza scoppiare), la palla è più spessa, più resistente e sicura della maggior parte delle palle da fitness standard in circolazione.

Supporta fino a un massimo di 300 kg ed è testata per essere anti-scoppio fino a 120 Kg.

Non sono presenti ftalati ed è comopletamente in PVC, senza lattice.

palla per la graviidanza nbf

All’interno della confezione oltre al pallone e alla pompa per gonfiarlo, c’è un manuale dettagliato che comprende diverse istruzioni tra cui:

  • utilizzo della palla per sedersi comodamente in gravidanza per favorire il posozionamento fetale ottimale
  • una serie completa di esercizi prenatali per rimanere in forma in gravidanza e prepararsi al travaglio
  • la spiegazione di come usare la palla duranteil travaglio, come affrontare le contrazioni, il rilassamento, la progressione del travaglio e l’uso della palla per supportare le posizioni del parto.
  • Serie completa di esercizi post-parto
Palla per la gravidanza NBF diametro  75 cm → Comprala su Amazon
Palla per la gravidanza NBF diametro  65 cm → Comprala su Amazon

Riferimenti

Gau ML et al. 2011. Effects of birth ball exercise on pain and self-efficacy during childbirth: A randomized controlled trial in Taiwan. Midwifery, Vol 27(6): e293-300.

Taavoni S, Abdolahian S, Haghani H, et al. 2011. Effect of birth ball usage on pain in the active phase of labor: a randomized controlled trial. J Midwifery and Women’s Health 56(2):137-140

Watkins SS. 2001. Get on the ball – the “birth ball” that is! Int J Childbirth Education 16(4):17-19

Yan et al. 2014. Effects of a stability ball exercise programme on low back pain and daily life interference during pregnancy. Midwfery, Vol 30 (4): 412-419.



Elena

Biologa ad indirizzo fisiopatologico, laureata con lode all’Università di Padova, nel 2007 dopo il primo “mi spiace non c’è più battito”, con mio marito diamo vita a Periodofertile.it, un punto di informazione e di incontro per donne e mamme.
Attualmente sto seguendo un Master in Tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita e Scienze della Riproduzione Umana.

Lascia un commento