Quali prodotti in gravidanza e allattamento per la cura del corpo?

I nove mesi della gravidanza e i successivi mesi del puerperio sono i più belli e delicati della vita di una donna che oltre ad essere tale nasce come mamme.
Questi mesi sono dedicati a tantissime cose tra cui le cure del suo corpo e di quello del bambino.
Durante la gravidanza il corpo subisce delle modificazioni che rendono la pelle molto più sensibile. Questo rende fondamentale la scelta di prodotti che non contengano l’aggiunta di prodotti chimici.
E’ importante scegliere con attenzione i prodotti che si utilizzano, poiché questi vengono ovviamente assorbiti dall’organismo.

17561670_s

Quando compriamo un prodotto che verrà applicato sulla pelle, che sia una crema, un cosmetico o un olio, bisogna leggere la lista degli ingredienti.
Diciamo che più l’elenco degli ingredienti è breve, più è indice di un prodotto naturale. L’etichetta di un cosmetico si chiama INCI. L’INCI indica cosa contiene il prodotto e solitamente al primo posto dell’elenco c’è acqua e poi in base al peso gli altri ingredienti.

L’etichetta dovrebbe essere obbligatoria in tutti i cosmetici o sull’imballaggio dal 1 gennaio 1997, ma non è sempre così purtroppo.

La maggior parte dei prodotti in commercio contiene Petrolatum, Vaselina, Mineral Oil, Paraffinum liquidum, tutti ingredienti ottenuti dalla raffinazione del petrolio.

Ognuno di questi prodotti occlude i pori ostacolando la traspirazione della pelle e provocano: irritazioni, dermatiti, acne, punti neri e pelle lucida.

Attente ai prodotti che contengono Sodium Lauryl Sulphate (SLS), che è un tensioattivo di origine naturale ma molto aggressivo. Se ad esempio comprate un crema che lo contiene, dopo la sua applicazione questa “tira” perché il mantello idro-acido-lipidico si è alterato.

Anche gli ingredienti che finiscono per “one” non dovrebbero esserci perché sono siliconi che rendono la pelle simile a quella dei serpenti, a squamette.

Se leggete un’etichetta troverete sostanze scritte con il termine latino, e questo vuol dire che sono naturali, mentre i composti sintetici sono in inglese.

In generale, su un’etichetta può esserci scritto: “senza petrolati”, “privo di parabeni”, “senza siliconi”, “senza coloranti” o “con ridotte quantità di conservanti” e questo ci fa fare una scelta più consapevole.

Attente alla scadenza. Un prodotto ha in media una durata inferiore a 30 mesi; tutti gli altri cosmetici devono riportare il cosiddetto PAO, ossia il tempo entro il quale il prodotto aperto garantisce efficacia e sicurezza.

La natura sulla scelta dei prodotti ci da un grande aiuto perché ci regala prodotti come l’olio di mandorle dolci, di jojoba, di oliva, di germe di grano che possono essere utilizzati in gravidanza e il allattamento perché il loro utilizzo è assolutamente sicuro. In alcuni casi addirittura, ci aiutano a superare eventuali problemini come le smagliature.

Da evitare assolutamente in gravidanza:

  • L’acidoretinoico: è una sostanza che può creare al nascituro un ritardo mentale e difetti cardiaci. Viene utilizzata principalmente per curare l’acne.
  • Prodotti anti-invecchiamento: di norma questi prodotti contengono una dose eccessiva di vitamina A e questo può causare difetti alla nascita nei neonati. In questo periodo non utilizzate creme antirughe.
  • Fanghi,sauna e vasche idromassaggio: Qualsiasi tipo di impacco o di situazione in cui si crea un surriscaldamento non è sicuro in gravidanza perché ne causa la disidratazione, aumenta il rischio di parto pretermine e nel feto può aumentare il rischio di sviluppo di difetti del tubo neurale.

Internet ci mette a disposizione il Biodizionario, una guida al consumo dei cosmetici. I prodotti vengono classificati con il cerchio verde, giallo e rosso.
Vicino ad ogni ingredienti ci sono questi bollini che ci dicono se il composto è sospetto o sicuro.

Due esempi pratici su i prodotti da usare in gravidanza:

-Smagliature:
Non potrai utilizzare le creme che usavi prima della gravidanza perché contengono caffeina e sostanze dannose.
Un prodotto naturale che potete utilizzare, all’inizio della gravidanza, che gioverà alle vostre smagliature con dei massaggi leggeri sono l’olio di mandorle oppure germe di grano. Applicare inoltre tutte le mattine oppure la sera la crema all’Equiseto.

– Tonico:
Per la pelle grassa, potete fare un decotto di radice di bardana e malva. Una volta pronto ne applicate un pò su un batuffolo e lo tamponate sul viso.

Lista degli ingredienti tossici che servono per conservare i cosmetici:

  • QUATERNIUM 15: è presente in moltissimi cosmetici per il trucco degli occhi, nei fondotinta, negli shampoo, nelle lozioni idratanti e nelle creme solari. Viene considerato tossico perchè rilascia formaldeide
  • KATHON CG: è contenuto nei prodotti per l’igiene personale . E’ stato classificato come irritante primario. Sulle etichette viene segnalato come Grotan, Euxil, o Isotiazoline.
  • FORMALDEIDEsi trova nel fondotinta, shampoo e smalti. E’ cancerogeno.
  • PARABENI: Si trova nelle creme idratanti, solari, nei dentifrici, negli shampoo, nei detergenti intimi, nei deodoranti. I sei principali parabeni che si trovano sulle etichette dei cosmetici sono: methylparaben, ethylparaben, propylparaben, isobutylparaben, butylparaben e benzylparaben.
  • MEA-DEA-TEASono in alcune schiume gli shampoo, saponi e bagnoschiuma . E’ cancerogeno. 
  • PARAFENILENDIAMINA(PFD): è il colorante  di molte tinte dei capelli.
  • TOLUENE: è il solvente che serve a lo smalto, può causare danni ai reni.

Quindi, future mamme e neo mamme, consultate sempre il biodizionario ed acquistate soltanto prodotti biologici e naturali per voi e per il vostro bebè!

ostetrica sara notarantonio

Lascia un commento