Come arrivare serene al parto?

Esiste un modo corretto per prepararsi al parto? La gravidanza e il parto, se è tutto fisiologico, sono un evento naturale dove la preparazione non serve perché le donne sono in grado di partorire.

Il compito di una mamma è quello di rendere la nascita del loro bambino meno arduo e di facilitare con il movimento e la respirazione il suo scendere all’interno del canale del parto.
Basta lasciarsi andare e ascoltare il proprio corpo.

Nascere è di grande peso nel nostro ciclo di vita. In questi anni, centinaia di migliaia di persone hanno avuto da adulti esperienze che loro stessi sentono essere connesse con la loro effettiva esperienza natale. Tracce dell’esperienza del nascere sembrano verificarsi nei sogni, miti fantasie, eventi fisici o tradursi in vari modi. ” Ronald Laing (1978)

arrivare serene al parto

Ogni parto è diverso da donna a donna e una donna deve essere libera di poter scegliere.

Per questo le donne devono essere consapevoli, devono sapere! Devono essere informate, aiutate, assistite e sicure di cosa gli sta succedendo.
Se una donna è tutto questo allora significa che vuole affrontare il suo parto e non lasciarsi andare alla eccessiva medicalizzazione, perché lei è capace.

Chi ha avuto una gravidanza consapevole, si è informata durante i 9 mesi, è stata seguita da un’ ostetrica in tutto il percorso, avrà un buon parto e un buon puerperio.

Uscirà soddisfatta, positiva e con una grande autostima.

Le donne devono sapere che cos’è il parto, come sono le contrazioni, come inizia il travaglio,come si svolge, come alleviare il dolore naturalmente,che tipi di parto esistono, dove è possibile partorire (casa maternità, casa propria).

Come arrivare serene al parto

Una mamma per arrivare al parto serena deve essere preparata:

  • fisicamente
  • psicologicamente
  • emozionalmente

Fisicamente perché le nostre posture ci raccontano molto,
Una mamma che ha paura è contratta, ha il fiato corto e va in apnea.
Concentrarsi invece sulla respirazione, la concentrazione, l’allungamento con movimenti di yoga e ginnastica dolce la aiutano.

Psicologicamente perché solo con la concentrazione e il pensiero positivo possiamo arrivare al rilassamento e ad eliminare le contratture del corpo.
Importantissima la respirazione. Respirando la tensione si allevia e il dolore delle contrazioni si percepisce meno intenso.

E infine emotivamente perché una nuova vita è una presenza importante che i futuri genitori scelgono di concepire e che valorizza ancora di più la loro unione, sul perché quel bambino abbia scelto loro e nulla formazione di una nuova famiglia.
Durante la gravidanza è molto importante confrontarsi con il compagno, raccontarsi i sentimenti che siano rabbia, paura, gioia.
Guardate anche dentro voi stesse e scegliete nella giornata un momento tutto per voi. Una coccola potrebbe essere quella di prepararvi una bella tisana:
40 g di valeriana,20 g di luppolo,20 g di passiflora, 20 g di melissa,2 0 g di anice e 15 g di fiori d’arancio, tutto miscelato in 250 ml di acqua bollente e lasciato in infusione per 10 minuti circa; dopodiché dormire tranquille.

I corsi preparto

Prepararsi al parto in questo modo è utile. Iscriversi a un corso di accompagnamento alla nascita non è solo “fare un po’ di ginnastica e raccogliere informazioni” ma anzi, vi permetterà di avere una persona competente di riferimento da chiamare in qualsiasi momento

Vi metterà a contratto con altre donne che sono in dolce attesa come te e che possono condividere con voi le emozioni.

L’inizio del travaglio comincia quando mamma e bambino di sentono pronti.

La madre deve sentirsi pronta per svolgere questo ruolo e il bambino di nascere.
Per questo è necessario che la madre si sia preparata al momento del parto, che si senta al sicuro e protetta.
Mamme, dovete sapere cosa è meglio per voi e per il nascituro!

AUGURI A TUTTE LE MAMME IN DOLCE ATTESA!

Ostetrica Sara Notarantonio

Bibliografia:

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!