Misure camera gestazionale per settimana di gravidanza

Uno dei primi indicatori che si possono avere per capire l’andamento di una gravidanza, oltre alle beta HCG, è rappresentato dalla forma e dalla misura della camera gestazionale o sacco  gestazionale.

La camera  gestazionale visibile  è la prima  evidenza di gravidanza in utero.

Il sacco gestazionale compare  a circa 4 settimane di gravidanza (iniziando a contare dalla data dell’ultima mestruazione), e cresce a una velocità di circa 1 mm al giorno.

cmera gestazionale

Riuscire a identificare un sacco gestazionale agli inizi della gravidanza, dipende  da molti fattori, tra cui il tipo di ecografo, la metodologia (vaginale o addominale), l’orientamento dell’utero ( in genere è più facile vedere se l’utero è anteflesso o retroflesso ). Delle volte una camera gestazionale si vede già  durante la quarta settimana di gravidanza, altre volte non può essere visto fino alla fine del 5 ° settimana, quando i livelli di HCG nel sangue non superano un determinato valore.

Il diametro del sacco gestazionale  può essere determinato  misurando il diametro più grande, oppure la media di tre diametri (MSD) . Queste differenze raramente danno un errore maggiore di uno o due giorni sulla datazione della gravidanza.

 MSD= (lunghezza + altezza+ profondità)/ 3 

Il valore del diametro è strettamente legato all’età gestazionale. Diventa visibile quando misura  2-3 mm.

Se si vuole  risalire all’epoca  gestazionale partendo dalla misura del diametro camerale bisogna applicare la seguente formula:

Età gestazionale (settimane) = [Diametro medio camerale (MSD) in cm + 2,543] :0,702

Misure  in relazione alle settimane di gestazione:

sacco gestazionale epoca gestazionale sacco gestazionale epoca gestazionale
 Diametro (mm) (settimane)   Diametro (mm) (settimane)
10 5.0 30 7.9
11 5.2 31 8.0
12 5.3 32 8.2
13 5.5 33 8.3
14 5.6 34 8.5
15 5.8 35 8.6
16 5.9 36 8.8
17 6.0 37 8.9
18 6.2 38 9.0
19 6.3 39 9.2
20 6.5 40 9.3
21 6.6 41 9.5
22 6.8 42 9.6
23 6.9 43 9.8
24 7.0 44 9.9
25 7.2 45 10.0
26 7.3 46 10.2
27 7.5 47 10.3
28 7.6 48 10.5
29 7.8 49 10.6

Rif.Tabella: MacGregor, S, Sabbagha, R, Glob. libr. women’s med., (ISSN: 1756-2228) 2008; DOI 10.3843/GLOWM.10206

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!