Gravidanza contagiosa? La scienza dice che è vero!

Vi sembra che stiano arrivando tutti insieme gli annunci di gravidanza nella vostra schiera di amici? Tranquilli, non è una congiura contro di voi, sembra  ci sia una ragione scientifica in tutto ciò: la gravidanza contagiosa esiste.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista American Sociological Association,
la  gravidanza di un’amica influenza positivamente il rischio che anche voi diventiate genitori.

Durante lo studio, durato 10 anni (dagli anni ’90 agli anni 2000), i ricercatori hanno analizzato i dati di 1.720 donne e scoperto una tendenza molto interessante: più della metà delle donne ha avuto un figlio entro la fine dell’indagine sociologica.

gravidanza contagiosa

I ricercatori hanno intervistato  le donne partecipanti allo studio, che nel 1995 avevano almeno 15 anni e hanno continuato a farlo per almeno 10 anni successivi. Circa la metà delle donne aveva un figlio nel momento in cui, tra il 2008 e il 2009,  le interviste si sono concluse.

Durante la raccolta delle informazioni, le donne hanno annotato fino a 10 “legami di amicizia”, ​​che hanno fornito ai ricercatori indicazioni sulla tipologia  e influenza delle loro amicizie mano a mano che gli anni passavano.

L’effetto contagio ha un andamento ad U rovesciata, dura poco nel tempo ma è  molto intenso. L’effetto gravidanza contagiosa di una coppia dopo l’annuncio di amici  ha il picco dopo due anni poi inizia a decrescere.

Questo  conferma i risultati di uno  studio condotto in  Germania del 2011 secondo il quale    il “rischio” per una donna di rimanere incinta aumenta con ogni amica che ha partorito negli ultimi 3 anni,

Le teoria della gravidanza contagiosa

I ricercatori hanno suggerito  tre teorie che possono spiegare l’effetto contagio.

  • Apprendimento sociale: le donne possono essere più inclini a intraprendere la maternità quando vedono un’ amica  intima che la sta affrontando positivamente. Se ce la fa lei perché non posso farcela anche io? Vedere un’amica in grado di gestire un bambino dà fiducia sulle proprie capacità di accudimento.
  • Influenza sociale: le donne non vorrebbero  sentirsi “indietro” rispetto alle amiche che sono in gravidanza o già diventate mamme.
  • Condivisione dei costi: da un punto di vista logistico, esistono alcuni vantaggi economici se coppie di amici affrontano la genitorialità più o meno nello stesso momento,  come condividere la babysitter ad esempio.

Gli amici non influenzano solo la tempistica delle gravidanze ma condizionano anche il numero di bambini che avranno. Le ragioni sono le stesse: se una coppia di amici o comunque un’amica può gestire più  bambini, questo dà fiducia all’altra sul fatto di poterci riuscire.  Poi se un’amica ha già 3 figli e l’altra solo 1.. c’é sempre la questione dell’essere rimasta “indietro” che lavora per farle cercare una nuova gravidanza.

Interessante notare che questi condizionamenti interessano solo gli amici. Gravidanze di fratelli e sorelle infatti non sembrano essere “contagiose” in alcun modo ( se non con qualche rara eccezione). Nella società attuale sembra infatti che gli amici possano condizionare le scelte più dei fratelli o delle sorelle o di altri membri della famiglia.

Avete riscontrato anche voi nella vostra schiera di amicizie gravidanze in tempi più o meno simili? Vi ritrovate nei risultati di questi studi?

Riferimenti:

 

Lascia un commento