Il sacco amniotico e la rottura delle acque

L’acqua è concepimento, è gravidanza, è parto, è dentro di noi, le acque attorno a noi, tutta la maternità è un percorso “bagnato”. Eppure, si parla pochissimo di tutti quegli aspetti legati all’acqua, come del liquido amniotico.

Ogni donna dovrebbe essere informata dalla propria ostetrica dell’importanza del liquido amniotico in modo da comprenderne il ruolo di protezione e di mantenimento delle condizioni ideali del bambino, per il rispetto dell’integrità delle membrane amniotiche e sul non intervenire con una rottura manuale di queste.

Per il  neonato, meno tempo è in un ambiente asciutto dovuto alla rottura delle membrane e alla fuoriuscita del liquido amniotico, minore è il trauma di nascita.

Le acque proteggono il bambino dalla pressione e compressione, dai germi e batteri, dal freddo, dal dolore, dal confronto diretto con le strutture ossee del bacino e delle parti molle.

18071233_s

I vecchi testi di ostetricia, il vecchio regolamento della professione dell’ostetrica, la saggezza delle donne del popolo lo dicevano: “un parto asciutto è traumatico, le membrane non vanno mai rotte, a meno che la dilatazione sia completa e il bambino impegnato in una posizione corretta.”

Il Vostro bambino, vive in un ambiente ideale durante l’arco della gravidanza, è protetto dal sacco amniotico, viene nutrito e ossigenato dalla placenta ed è immerso nel liquido amniotico che lo protegge dalle avversità esterne e lo tiene ad una temperatura costante.

Il liquido amniotico è composto da cellule provenienti dal feto, lanugine, vernice caseosa e acqua ed è contenuto all’interno di un sacco semitrasparente molto sottile ma resistente.

Quando questo sacchetto si rompe avviene la fuoriuscita del liquido amniotico e questo avviene prima dell’inizio di un travaglio, durante le contrazioni o può non avvenire affatto e il bambino nasce con il sacchetto integro.

Tre diversi momenti di rottura:

  • Prima del Travaglio: Si parla di rottura intempestiva delle membrane e dovrai recarti in ospedale, in modo che i medici andranno a valutare in base alla tua settimana di gestazione se aspettare le 24 ore e fare un parto indotto oppure se ricoverarti e metterti a riposo, se l’epoca gestazionale è davvero molto precoce. Solo a 15 donne su 100 le membrane si rompono prima che le contrazioni abbiano inizio. Nel resto delle donne si rompono a travaglio iniziato e a dilatazione completa.
  • A termine della Gravidanza: Proprio durante il travaglio è molto frequente la rottura del sacco amniotico perchè sotto la forte spinta delle contrazioni e grazie alla sua testolina che spinge contro il collo dell’utero si provoca una pressione interna che ne causa la rottura.
  • Nessuna Rottura: Sono i bambini nati con tutto il sacco amniotico attorno al loro corpicino. Vengono chiamati infatti bimbi nati con la camicia. E’ un evento abbastanza raro perchè al giorno d’oggi purtroppo il sacco amniotico se non si rompe spontaneamente viene rotto dal personale ospedaliero per accellerare la nascita. In realtà si dovrebbe lasciar fare alla natura.

Quando il sacco amniotico si rompe e c’è la fuoriuscita di acqua, la donna non sente dolore in quanto questa membrana non ha delle terminazioni nervose. Il dolore non c’è neanche se la rottura è causata manualmente dall’ostetrica durante il travaglio. La perdita delle acque può essere abbondante se la rottura è totale e le contrazioni che ne seguono possono diventare più dolorose.

Come capire se si sono rotte le acque?

Ci sono due indizi importanti da valutare per capire se si tratta davvero di liquido amniotico o semplice urina o perdite vaginali:

  1. Prova a mettere un assorbente igenico di cotone di quelli lavabili per controllare dopo quando tempo è necessario cambiarlo. Se cambiate l’assorbente dopo 30 minuti può trattarsi di liquido amniotico.
  2. Il liquido amniotico non ha odore e quindi è diverso dalle perdite di urina o vaginali e non ha un colore.

Una volta perse le acque, se si è a termine di gravidanza, non è necessario recarsi d’urgenza in ospedale ma andiamo a considerare due fattori:

  • LA QUANTITA’ Se la perdita di liquido non è abbondante ma si limita a qualche goccia puoi benissimo aspettare un paio d’ore prima di recarti in ospedale e accertarti se è realmente liquido amniotico o urina e muco.Se il liquido è intenso, dovrai andare in ospedale.
  • IL COLORE  Se il liquido è limpido e non ha colore puoi andare con calma in ospedale. Se è verdastro o rossastro, in questo caso dovrai recarti in ospedale al più presto perchè è possibile che ci sia in atto una sofferenza fetale che da sola a casa non puoi valutare. Una volta arrivata in ospedale si valuta il benessere fetale e si sceglie se continuare con un parto spontaneo o se fare un cesareo.

La rottura delle acque è un momento di transizione prima del parto sia per la mamma che per il bambino.

Il bambino sta per passare ad una vita fuori dall’utero e questo può spaventarlo. La mamma, invece, sta per abbandonare lo stato della gravidanza che l’ha accompagnata per 9 mesi e questo può creargli delle domande e dubbi.

Rilassatevi e parlate al vostro bambino, dovete inviargli messaggi positivi e rassicuranti

“io sono qui, il luogo in cui tu verrai è meraviglioso. Io e il papà siamo qui per proteggerti. Tutto andrà per il meglio, saremo bravissimi e io non vedo l’ora di poterti tenere tra le mie braccia”.

Ostetrica Sara Notarantonio

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!


Ostetrica Sara Notarantonio

Mi sono laureata presso la facoltà di Ostetricia dell’ospedale dell’Aquila con la tesi “L’ecografia in gravidanza” con il voto di 110 e lode.
Mi occupo di gravidanza, nascita, puerperio, allattamento e puericultura promuovendo la consapevolezza, la scelta informata, Il Maternage, la tutela del benessere materno – infantile e il diritto alla nascita indisturbata.

9 Commenti

  • Salve a tutte ho bisogno di nuovo del vostro aiuto il 17 sono scadute le 40 settimane ma la mia cucciolina non vuole sapere di uscire stanotte però all’improvviso ho sentito uscire tanto liquido caldo e nessuno stimolo di urinare non riesco a capire potrebbe essere il liquido amniotico e non avere contrazioni scusatemi ma a me l’hanno sempre rotto il sacco e di li a 2 ore sono nati i miei cuccioli grazie a chi mi aiuterà :heart:

  • Sono a 40 piu’ 1.
    Ho perso il tappo mucoso dopo una manovra fatta durante la visita di ieri.
    Oggi ho avuto un rapporto con mio marito.
    puo’ essere dannoso x la bimba?
    Quando potra’ avviarsi il travaglio?

  • Ciao a tutte .oggi sono alla 38 settiman. Stamattina ho avuto un po di perdite tipo acqua e un po di marone tipo muco.cosa ne dite?? Consigli..grazie:heart::heart:

  • Salve sono alla 30 settimana + 2 ho la tosse e qualche settimana fa ho avuto un po’ di perdite.. Posso aver rotto le membrane con la tosse?? Che devo fare

  • Ciao Elena, sono alla 29 sett e stamattina, quando mi sono alzata x andar a far pipì ,mi sono resa conto ke pigiama e slip erano bagnati, Anche se il letto era asciutto, potrebbe essere liquido amniotico? Dopo non ho avuto altre perdite ma non riesco ancora a mettermi in contatto con la mia gine e non sto molto tranquilla!!

  • Ci si accorge della rottura delle acque anche se non si è perso il tappo mucoso???
    O con ancora il tappo non fuoriescono?
    E se la rottura è alta???
    Il bambino può rompere il sacco con i suoi movimenti????
    Grazie attendo risposta
    37+5

  • abbiamo fatto l’amore con passione io e mia moglie appena entrata nel nono mese di gravidanza. Mentre eravamo in posizione supina in pieno rapporto abbiamo percepito eccessivo liquido…ci siamo staccati, le era bagnata e poi abbiamo visto lenzuola e materasso bagnati , una macchia più larga di una mano adulta aperta diam. circa 30 cm. è possibile che sia liquido amniotico che si siano rotte le acque. La mamma sta bene, la bimba nel pancione si muove e da colpetti. Sono passate circa quattro ore dal rapporto. Ci sono pericoli x la bambina ?? Può succedere? è normale ?? La mamma è magra e il pancione si nota bene….la mamma ha messo giusto i chili della bimba circa 8 chili. grazie x l’aiuto spero urgente