Le allergie in gravidanza: come affrontarle con i rimedi naturali

E’ arrivata la primavera e con essa tutte le allergie di questa stagione. Durante la gravidanza il corpo è più ricettivo a tutto questo e si hanno delle difficoltà ad affrontare questi piccoli disagi perchè è consigliabile per la futura madre, di non assumere medicinali, se non in casi estremi. Ma tra malanni, allergie e influenze è difficilissimo nei nove mesi di gestazione non assumere mai dei farmaci.

Sul sito ministeriale Farmaci e Gravidanza dell’AIFA trovate un documento sull’utilizzo degli antistaminici in gravidanza e allattamento.

25748397_s

Come rimediare invece con la fitoterapia?

Partiamo con la prevenzione.

Vi consiglio di Bere molto, in modo da depurarvi. Vanno bene sia acqua che tisane, nella quantità di un litro e mezzo. Al di fuori della gravidanza si consiglia di assumere il thè verde ma in gravidanza è sconsigliato. Il thè verde favorisce l’anemia e abbassa i livelli di acido folico.

Fate i Lavaggi nasali, esistono degli appositi strumenti chiamati “lota neti” che lavano i condotti dal muco e dai microbi con semplice acqua tiepida e sale. Potete mettere una tazza di acqua tiepida, mezzo cucchiaino di sale e fare questi lavaggi almeno 2 volte al giorno.

Per aiutare il sistema immunitario è importante assumere cibi e alimenti ricchi di vitamina C e B.
Non dimentichiamoci dell’echinacea che è ottima x rinforzare il sistema immunitario e prevenire l’influenza ecc.

Quali sono i sintomi per riconoscere un’allergia?

  • Congestione nasale
  • Bruciore e arrossamento occhi
  • Lacrimazione
  • Starnuti
  • Prurito al palato, al naso e agli occhi
  • Tosse secca e stizzosa
  • Stanchezza
  • Eruzioni cutanee

Per la congiuntivite sono consigliati ad esempio dei colliri a base di Camomilla o Eufrasia.

Se ci sono questi sintomi la futura mamma può assumere da subito fiale di manganese e zinco, oligoelementi.
Un cortisonico naturale è il Ribes nigrum che è adatto dal primo trimestre.
Attenzione anche all’alimentazione: latte e formaggio di origine vaccino aumentano l’infiammazione. Se è possibile eliminateli.

Se si è allergici alle Betulacee, è meglio evitare di mangiare mele, banane, finocchi, prugne, carote, mandorle, sedano, nespole, pere, nocciole, patate, pesche, lamponi, prezzemolo, albicocche, noci, fragole, ciliegie e kiwi.

Se siete allergici alle Graminacee, meglio evitare di mangiare meloni, angurie, pomodori, pesche, albicocche, prugne, mandorle e agrumi e di nuovo ciliegie e kiwi.

Se siete allergici alle Paritarie, meglio evitare di mangiare piselli, meloni, basilico, ciliegie e ortica.

Se siete allergici alle Composite meglio evitare di mangiare sedano, meloni, angurie, mele, banane, zucca, camomilla, cicoria, tarassaco, castagne, prezzemolo, finocchio, olio di girasole, margarina e miele.

Quali allergie possono affliggere la futura madre:

  • Allergia al polline. In particolare in questa stagione, la primavera.
  • Allergie alimentari. Di solito in gravidanza non nascono allergie legati agli alimenti ma può accadere.
  • Allergie da puntura di insetti. Essere punte in gravidanza è diverso da quando si viene punti al di fuori della gestazione. La donna è più sensibile e le punture possono essere pericolose per la madre e il feto. In questi casi si consiglia sempre di portare con se l’olio essenziale alla lavanda da applicare puro sulla puntura.

Le cure per l’allergia

  • Per le eruzioni cutanee mischiate tre cucchiai di fiore di patata in un bicchiere d’acqua, si crea una pappetta e si applica sulla zona con l’eruzione. Se la zona da anche prurito potere applicare una pasta di avocado.
  • Per disinfettare l’ambiente utilizzate l’olio essenziale al limone da mettere in un diffusore.
  • Per liberare le vie aeree potete utilizzare l’olio essenziale all’Eucalyptus globulus. Ne aggiungete un paio di gocce a mezzo litro di acqua, si fa bollire e si inala per qualche minuto

L’agopuntura aiuta tantissimo le mamme per l’allergia. Esiste un punto, situato lateralmente al pollice che se stimolato tonifica il polmone. Si può stimolare tutti i giorni a destra e a sinistra.
Ottima l’osteopatia. I trattamenti vanno a liberare dal muco, decontratturando l’organismo.

Provate e informatevi su tutti questi rimedi naturali per affrontare le allergie di questo periodo e buona primavera.

Dott.ssa Ostetrica Sara Notarantonio

Lascia un commento

1 Commento

  • Aiuto…..:crying:non so se a qualcuno di voi è capitato…..sono 4 giorni che purtroppo combatto con l’allergia…naso chiuso, muco e prurito agli occhi….Non so più che fare…..non riesco neanche a riposare ,la notte la passo in bianco….
    Qualcuna di voi mi sa dare qualche consiglio :worried::worried: