Gravidanza » Esercizi in gravidanza » Prekanga, un allenamento in totale sicurezza per le donne in gravidanza

Prekanga, un allenamento in totale sicurezza per le donne in gravidanza

Lo sport in gravidanza allevia i tipici disturbi come ad esempio il mal di schiena o la ritenzione idrica e diminuisce il rischio di diabete gestazionale. Per svariati motivi vale dunque la pena praticare sport in gravidanza.

Non aspettare, inizia subito con prekanga!

La gravidanza è un’esperienza emozionante nella vita di una donna e i cambiamenti che si verificano durante le 40 settimane rappresentano una vera sfida per tutti i professionisti del settore del fitness.

Sebbene molte donne continuino ad esercitarsi durante tutta la gestazione, vi è anche un gran numero di donne che cessano di allenarsi e di ritagliarsi del tempo per il proprio benessere fisico, specie dopo il parto, quando l’arrivo del bimbo assorbe gran parte delle loro attenzioni e risulta alquanto difficile seguire un programma di esercizi a cadenza regolare.

Quindi è di notevole importanza che si incoraggi ad un’attività regolare durante la gravidanza mediante un programma di allenamento sicuro ed efficace che tenga conto dei relativi rischi.

Il prekanga è stato sviluppato per guidare in tutta sicurezza un allenamento coreografato, orientato alle future mamme in gravidanza.

Prekanga è una ginnastica divertente e sicura per la donna in gravidanza dalla tredicesima settimana fino al giorno del parto.

Esercizi di tonificazione si alternano a movimenti di aerobica. Questi esercizi sono mirati a migliorare la condizione fisica in vista del parto e aiutano a prevenire eventuali disagi nella gestazione. Particolare cura viene dedicata al rilascio miofasciale e alla preparazione del pavimento pelvico per il parto.

La futura mamma impara a percepire il suo corpo, si mantiene in forma e rinforza il legame mamma bambino.

​Le donne sedentarie possono iniziare a praticare attività fisica durante la gravidanza?

Entrando nello specifico della risposta in gravidanza viene consigliata una certa precauzione durante i primi tre mesi dal concepimento, soprattutto se non si è mai praticato sport prima di quel momento, chiedendo un parere al proprio ginecologo.

Se le future mamme sono delle neofite sarà bene che si avvicinino a questo metodo non prima della quindicesima settimana. L’attività fisica dopo questa fase alquanto delicata dovrebbe essere graduale dal punto di vista della durata e della frequenza. La durata non dovrebbe oltrepassare i 30 minuti di attività e la frequenza non dovrebbe eccedere oltre le 3-4 volte settimanali.

Quali sono i benefici del Prekanga?

L’allenamento in gravidanza presenta tanti benefici.

La donna che si allena in gravidanza dovrebbe mantenere una certa frequenza così da riprendere nel post-partum in modo nettamente più semplice. Un adeguato programma cardiovascolare e di potenziamento muscolare può facilitare il parto.

  • Miglioramento della forza e del tono muscolare. I cambiamenti ormonali durante la gravidanza influenzano la forza e il tono muscolare. L’esercizio regolare può aiutare a mantenere la forza muscolare. Questo è particolarmente importante per la protezione delle articolazioni e la prevenzione delle lesioni.
  • Miglioramento dell’autostima. La gravidanza può rappresentare un periodo mentalmente impegnativo per la donna. I cambiamenti del corpo, compreso l’aumento di peso, possono influire sull’autostima di una donna causando stress che si ripercuote sul feto. L’esercizio fisico in tal senso può favorire la socializzazione fra donne incinte e far provar loro un senso di sicurezza e di benessere.
  • Miglioramento dell’umore. La donna incinta prova uno stato di benessere nel fare esercizioe sente che sta facendo il meglio per il suo bambino
    Self-control del peso. La donna incinta possiede un maggiore senso di controllo sull’aumento di peso e sugli altri cambiamenti che si verificano nel suo corpo.
  • Maggiore consapevolezza del proprio corpo. Tenendosi in movimento, la donna in gravidanza possiede una maggiore sintonia con i cambiamenti che sta affrontando. Ciò si traduce in un maggiore controllo del corpo e della postura, riducendo al minimo i rischi relativi.

Come diventare istruttrice di prekanga?

Mariella dal 2017  countryleader kangatraining in Italia, ci spiega:

Insieme ad un team specializzato nel settore pre e post-partum si è pensato di importare la formazione in Italia anche per ovviare al problema della lingua (prekanga è austriaca).”

Kangatraining Italia è un’associazione sportiva dilettantistica, Il Kangatraining è uno sport riconosciuto dal CONI e le future istruttrici ricevono un diploma riconosciuto su tutto il territorio nazionale.

I corsi non richiedono prerequisiti e sono orientati alle donne che desiderano intraprendere una carriera business con il proprio bebè o alle professioniste di settore che desiderano ampliare la loro offerta nell’ambito del maternage.

Tuttavia costituiscono una base importante nozioni di fitness e di babywearing.

Per tenersi aggiornati sulle prossime formazioni visitate il sito www.kangatraining-italia.com o mandare un’email a info@kangatraining-italia.com”

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!