10 consigli per una gravidanza gemellare serena

Complici i vari trattamenti per aumentare la fertilità e le tecniche di fecondazione  assistita che vengono applicate ormai su larga scala, stanno aumentando sempre di più le gravidanze gemellari. Mediamente nei paesi industrializzati il tasso di parti gemellari è aumentato di ben  il 76% negli ultimi trent’anni.

Ecco cosa ci si può aspettare e come ci si può preparare quando si è in attesa attesa di più di un bambino.

26077084_s

Mettete al primo posto la vostra salute

E’ importante mangiare sano e idratarsi correttamente perchè le esigenze nutrizionali sono diverse quando si è in attesa di gemelli. Imparate anche ad ascoltare il vostro corpo e non trascurare  sintomi come i crampi che  potrebbero indicare qualche carenza. Parlate sempre con il medico se notate sintomi mai avuti prima.

 Aspettatevi qualche doloretto in più rispetto a una gravidanza singola

Noi umani siamo stati “progettati ” per le gravidanze singole. Le gravidanze gemellari in teoria rappresenterebbero l’eccezione.

Durante la gravidanza gemellare  l’utero cresce doppiamente e la pancia due volte più velocemente. Quindi potreste soffrire maggiormente di mal di schiena e dolori al legamento rotondo dell’utero. Questi fastidi potrebbero già comparire intorno alle 25 settimane di gravidanza. Il  maggior peso che preme su  collo dell’utero e bacino, potrebbero costringervi a ridurre le ore di lavoro o a mettervi a riposo.

Appuntamenti frequenti dal ginecologo

Le gravidanze gemellari possono richiedere appuntamenti più frequento dal ginecologo che si assicura che i bambini stiano crescendo bene. La gravidanza gemellare è considerata più a rischio di una gravidanza singola e dopo le 30 settimane potrebbe essere normale fare una ecografia a settimana per verificare i livelli di liquido amniotico e la crescita dei bambini.

 Cercate da subito un aiuto

Uno studio pubblicato sulla rivista Pediatrics, ha messo in luce che le mamme di gemelli avevano il 43% in più di probabilità di avere sintomi depressivi post-partum, moderati o gravi, Molte mamme che affrontano una gravidanza gemellare arrivano da aborti precedenti e falliti tentativi di fecondazione assistita, e quindi si sentono decisamente sotto pressione. Per questo è fondamentale  chiedere aiuto a un famigliare, a un’amica o a una babysitter o a gruppi di aiuto alle mamme per non affrontare questo periodo in solitudine.

Preparatevi in anticipo

In genere una gravidanza gemellare termina intorno alle 37 settimane di gestazione. Ma il travaglio spesso inizia prima , quindi fatevi trovare pronte con tutto il necessario per voi e per i bambini.

Terapia intensiva

Anche se molti bambini nati dopo 34 settimane non hanno bisogno di trascorrere del tempo in terapia intensiva neonatale (TIN), è  buona cosa informarsi sugli ospedali  attrezzati più vicini.

Comunque tranquille , la maggior parte delle gravidanze gemellari procede senza problemi sia per la mamma che per i bambini.

Positività

Siate sempre positive, e questo vale per tute le mamme gemellari e non. Preoccupatevi solo se ci sono motivi per farlo, mai fasciarsi la testa prima del dovuto!

Allattamento

Quando siete ancora in ospedale chiedete la possibilità di parlare con un consulente dell’allattamento per capire come affrontare l’allattamento dei gemelli e farvi dare i giusti consigli.

Eventualmente se conoscete altre mamme che hanno allattato i gemelli sentite la loro esperienza che può sempre tornarvi utile

Potete acquistare un cuscino per allattamento doppio e  alternare i vostri bambini ai seni ad ogni poppata per mantenere la produzione di latte uguale.

Create una routine

Se riuscite a creare una routine di sonno e alimentazione, più facile sarà l’organizzazione delle giornate. All’inizio non sarà per niente semplice ma con calma e pazienza i risultati arriveranno

2×1

La probabilità (o sfortuna) vuole che i bimbi si ammaleranno più  o meno assieme o  che avranno i fastidi della dentizione più o meno nello stesso periodo. Non sarà facile gestirne due in queste situazioni, già è difficile con uno! Però, se vi può consolare, una volta passata la prima tempesta, le successive saprete già come affrontarle. L’esperienza aiuta molto in questo caso!

Dedicate tempo a voi e al vostro partner

Ebbene si le statistiche dicono che le coppie con gemelli hanno più probabilità a separarsi. Onde evitare situazioni spiacevoli è importante che , nonostante il doppio impegno coni bambini, riusciate a dedicare del tempo per la cura di voi stesse e anche al vostro partner. Quindi collaborate più possibile nella gestione dei bambini e approfittate dei nonni o delle baby sitter per uscire ogni tanto a cena assieme per una serata  tutta vostra.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

3 Commenti

  • Ciao a tutte…. Prima volta che scrivo in un blog…. Ma sono un po’ in panico…. Aspetto due bimbi, un maschietto James e una bimba Lia ….. All’ultimo controllo tutto ok…. Però nonostante sia già alla 19a settimana non li sento…. E siccome ho un bimbi di nove mesi ( che peraltro ho sentito molto presto ) non riesco a stare molto a riposo anzi per nulla ho il terrore di fare dei guai ai piccolini… Tra dieci giorni ho la prima morfologica e domani parto per una sett di vacanza e so già che la vivrò male perché devo aspettare dieci gg per sapere come stanno…. Supporto morale vieni a me…. Pleaseeeeeee