Infertilità maschile: tutto quello che è importante sapere

I problemi di infertilità maschile sono molto diffusi anche se spesso poco noti. Le cause di infertilità nell’uomo possono oggi essere diagnosticate con sufficiente precisione da uno specialista ed in alcuni casi curate.

Sempre più coppie che desiderano un figlio si scontrano con problemi di fertilità maschile che si presenta in un numero molto alto di casi con difficoltà di concepimento.

Affinché possa avvenire il concepimento, gli spermatozoi  devono essere prodotti in quantità adeguata, essere sani, vitali ed efficienti.

Se gli spermatozoi non hanno queste caratteristiche sussiste una patologia del sistema riproduttivo maschile che lo rende meno fertile (si parla infatti di infertilità quando c’è una ridotta capacità riproduttiva).

Le cause dell’infertilità maschile

La capacità riproduttiva maschile dipende da una serie di fattori. L’uomo infatti deve essere in grado  di:

  • avere una erezione ed eiaculare in modo che lo sperma possa raggiungere la cellula uovo
  • avere uno sperma sano con un adeguato numero di spermatozoi e loro motilità

Di solito le cause di inferilità maschile si classificano in 4 principali categorie:

  1. disfunzioni ormonali
  2. anomalie spermatiche
  3. danni ai testicoli o altri problemi fisiologici
  4. anomalie genetiche

Non sempre è possibile individuare e capire le cause: quando non si può trovare una specifica motivazione si parla di cause idiopatiche (rappresentano il 30% dei casi).

Il restante 70% ha cause note che sono così suddivise:

  • 2-5 % origine ormonale
  • 30% dovuti a conseguenze del varicocele
  • 10-20% per infezioni
  • 6-7% ostruzione delle vie spermatiche
  • 6-7% origine genetica

Problematiche legate agli spermatozoi

Le problematiche legate agli spermatozoi rappresentano le cause più comuni di infertilità.

Gli spermatozoi possono essere immaturi, di forma anomala o incapaci di muoversi. Oppure possono essere troppo pochi o addirittura assenti.

Ci si accorge di ciò attraverso uno spermiogramma che è un esame dello sperma. Questo esame permette di avere delle indicazioni sulla qualità del seme maschile.

Se uno spermiogramma dà un esito negativo le cause possono essere dovute a:

  • Infezioni o condizioni infiammatorie.  Ad esempio l’infezione del virus della parotite dopo la pubertà può danneggiare anche irrimediabilmente la fertilità maschile.
  • Problemi ormonali o alla ghiandola pituitaria
  • Problemi immunitari in cui si producono anticorpi contro i propri spermatozoi
  • Rischi  ambientali come l’esposizione a pesticidi, solventi, creme solari,  materie plastiche, vernici, radiazioni elettromagnetiche, alluminio.
  • Stili di vita:  includono l’uso di tabacco, l’uso di alcolici, l’uso di marijuana o steroidi, tipo di alimentazione, sovrappeso e sedentarietà
  • Malattie genetiche come la fibrosi cistica o l’emocromatosi

Problemi anatomici

Tutto ciò che blocca il tratto riproduttivo  può fermare il flusso dello sperma. La causa può easereun difetto genetico congenito. Oppure una conseguenza di una  malattia a trasmissione sessuale. Altre cause includono il varicocele o la presenza di  tessuto cicatriziale causato da un intervento chirurgico

Altri fattori

Altri fattori possono includere la disfunzione erettile o l’eiaculazione precoce.

Chi è a rischio di infertilità?

Un uomo può essere a rischio di avere un problema di fertilità se ha sofferto di:

  • Infiammazioni alla prostata o infezioni genitali pregresse
  • Parotite ( orecchioni) dopoi la pubertà
  • Testicolo torto
  • Pubertà precoce o tardiva
  • Esposizione dei genitali alle alte temperature
  • Ernie inguinali
  • Criptorchidismo (mancata discesa dei testicoli nella loro sede entro il primo anno di vita)
  • L’assunzione di alcuni farmaci come quelli per le ulcere, la psoriasi, la depressione e l’ipertensione possono dimunuire la fertilità maschile.
  • La febbre può ridurre la capacità riprodutiva per 60-180 giorni
  • L’esposizione a fonti di calore  o l’indossare biancheria troppo stressa influenza la fertilità maschile.

Quali sono i sintomi dell’ infertilità maschile?

Si potrebbero sospettare problemi di fertilità quando dopo un anno  di tentativi mirati la gravidanza non arriva.

In questo caso sia l’uomo che la donna dovranno essree sottoposti ad alcuni accertamenti.

Quali esami fare

Il  medico esamina la tua storia del pazienze e prescrive alcuni esami tra cui:

  • spermiogramma  (un solo spermiogramma spesso non basta per inquadrare il problema
  • spermiocultura
  • Analisi del sangue per verificare i livelli ormonali ed escludere altri problemi.
  • Ecografia testicolare
  • Biopsia testicolare Nel caso lo spermiogramma mostrasse l’assenza o la minima presenza di spermatozoi.

Come viene trattata l’infertilità maschile?

Il trattamento dipende da cosa sta causando il problema di fertilità.

Si può ricorrere ad esempio ai farmaci (in caso di problemi ormonali o infezioni) , o all’intervento chirurgico (in caso di varicocele)  o all’inseminazione artificiale (FIVET o ICSI) in base al tipo di problema riscontrato.

Il medico specializzzato in problemi di fertilità maschile deve sempre essere  il riferimento principale.Rivolgetevi sempre a lui per ogni domanda o dubbio che riguardi la situazione della vostra fertilità.

Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimsta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum

Puoi anche condividere subito la tua domanda o la tua esperienza. Ti avviseremo per email delle risposte.

Inviando accetti i termini di utilizzo e il trattamento dei dati