La febbre che effetto ha sulla fertilità maschile? Risponde l’andrologo

Molte donne scrivono preoccupate dell’effetto che la febbre o i farmaci assunti per abbassarla, possono provocare sulla fertilità maschile.

Si temono prima di tutti gli effetti della temperatura alterata. Sappiamo bene che la spermatogenesi avviene in condizioni  ottimali se la temperatura è di 35°C ( per questo motivi  i testicoli si trovano esternamente al corpo). I 37°C corporei sarebbero già troppi.

Preoccupano anche gli effetti che cure antibiotiche possono avere sulla qualità degli spermatozoi.Quando un uomo ha la febbre o sta assumendo farmaci è il caso che la coppia continui nella ricerca di un bambino se quelli sono i giorni fertili ? O è il caso di saltare il mese? Gli antibiotici assunti possono in qualche modo dare problemi alla formazione del feto in caso di concepimento?

Ecco la risposta del nostro andrologo, Dott. Mario Torino Dirigente Medico presso ULSS 15:

6960519_s

Non esistono evidenze scientifiche che mettano in relazione l’assunzione di antibiotici e problemi di sviluppo del feto legati agli spermatozoi.

E’ invece dimostrata la correlazione tra l’ipertermia (come nel caso della febbre) ed una riduzione della motilità, del numero e della vitalità degli spermatozoi, che può protrarsi fino a 3 mesi, corrispondente ad un ciclo completo della spermatogenesi.
Il mio consiglio è quindi di avere tranquillamente rapporti anche questo mese ed in caso di insuccesso effettuare il mese successivo un esame del liquido seminale per rivalutare la fertilità di suo marito.
Cordialmente
 
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimasta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum