Quando è stato concepito il bambino? il mese potrebbe influenzare il suo stato di salute alla nascita

5383762_sSecondo una ricerca statunitense rimanere incinta in primavera aumenta il rischio di parto prematuro mentre  il concepimento estivo aumenta la probabilità di avere un bambino più grosso. Sarà vero?

Non ho mai fatto grandi calcoli su quando sarebbero dovuti nascere i miei bambini. Certo la cosa più bella sarebbe stata concepirli in autunno inoltrato per poter partorire in agosto, quando il papà avrebbe potuto stara a casa di più. Invece abbiamo preferito non fare alcun tipo di tattica o pretattica. Nonostante ciò alla resa dei conti posso dire che le mie due gravidanza iniziate a marzo mi hanno resa madre dei miei due bimbi.Le due iniziate in altri mesi  dell’anno (agosto e gennaio), sono terminate precocemente. Non so se questo possa essere legato alla casualità o meno, ma questa è stata la mia esperienza.

Uno studio pubblicato su PNAS (Proceedings of the National Academy of Sciences ) punta il dito sul mese del concepimento come parametro che può influenzare la salute del bambino.

Mentre alcuni studi precedenti avevano messo in relazione il mese di nascita con caratteristiche come l’intelligenza, la longevità e anche la ricchezza(!!!) , il nuovo studio con a  capo  Janet Currie e Hannes Schwandt dalla Princeton University,  ha cercato le differenze all’interno delle stesse famiglia con più figli nati in periodo diversi.

Ne sono risultati modelli stagionali di peso alla nascita e differenze di gestazione  legati al periodo del concepimento.

Currie e Schwandt  hanno raccolto  dati su 1,4 milioni di nascite di  quasi 650.000 mamme abitanti a New York, New Jersey e Pennsylvania.  Hanno quindi confrontato la salute dei bambini concepiti  dalle stesse  mamme, ma in diversi periodi dell’anno.

Quando i bambini sono concepiti in maggio – che corrisponde all’ultimo mese di primavera nell’emisfero settentrionale – esiste il  10 per cento di  probabilità in più di nascita prematura rispetto ai bambini concepiti in altri mesi. La nascita prematura è di solito legato a un basso peso alla nascita.

Oltre a ciò i ricercatori hanno anche evidenziato un legame diretto tra virus dell’influenza e parti prematuri.

L’influenza è più comune nei mesi invernali  di gennaio e febbraio  quando le gravidanza iniziate ad aprile o maggio dovrebbero avere il loro termine naturale. Il virus dell’influenza quindi  a potrebbe spiegare perché le gravidanze che iniziano a metà primavera hanno maggior probabilità di terminare prima della data prevista.

Si sa infatti che il virus dell’influenza può provocare un parto prematuro e quindi i bambini concepiti in primavera sono a maggior rischio di nascere prematuramente.

Aspettare invece i mesi estivi per rimanere incinta, come giugno luglio o agosto, potrebbe aumentare il peso alla nascita del bambino.

Le donne che rimangono incinte nei mesi estivi  guadagnano circa 360 grammi in più rispetto alle donne che concepiscono a gennaio per esempio. Questo può contribuire a partorire bambini più grandi.

 Fonte: Within-mother analysis of seasonal patterns in health at birth ,Center for Health and Wellbeing, Princeton University, Princeton, NJ 08540

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!