Ciclo mestruale

Come funziona il ciclo mestruale, tutte le fasi

Il ciclo mestruale è composto da 4 fasi che partono dal primo giorno del flusso di sangue a quello successivo. Vediamole in dettaglio ed in particolare la fase più importante: l’ovulazione.

Il ciclo mestruale o ciclo ovarico indica tutto il periodo che intercorre tra una mestruazione e quella successiva.

Spesso, sbagliando, si chiama ciclo i soli giorni in cui si ha il flusso di sangue (diciamo “ho il ciclo”), mentre il termine giusto sarebbe flusso mestruale.

Quando inizia?

Il periodo mestruale compare la prima volta tra i 10 ed i 16 anni e si chiama menarca. Intorno ai 50 anni (ma è molto variabile) il ciclo scompare e si entra nella fase della menopausa.

Quanto dura?

Un ciclo mestruale dura in media 28 giorni (dai 24 ai 32 giorni). Ci sono donne che hanno il ciclo molto regolare (esattamente dopo lo stesso numero di giorni si ripresenta il flusso) ed altre che lo hanno molto variabile.

Il ciclo mestruale è dovuto a dei cambiamenti ormonali ciclici che avvengono nel corpo della donna e che ora vediamo. In particolare questi cambiamenti hanno lo scopo di arrivare al momento dell’ovulazione e quindi a quesi giorni fertili nei quali può iniziare una gravidanza.

ciclo-mestruale

Fasi del ciclo ovarico

Le principali fasi del ciclo sono 4 e la più importante dal punto di vista riproduttivo è la fase dell’ovulazione. Con un po’ di attenzione ai segnali che il corpo manda è possibile riuscire ad identificarlo anche se non è chiaro e scontato come quello del flusso.

Fase mestruale

Chiamato anche stadio basale, sono “quei giorni” nei quali abbiamo il flusso di sangue. Durano da 1 a 5 giorni circa, durante i quali avviene lo sfaldamento dell’endometrio.

Fase follicolare

Chiamata anche fase proliferativa, è il periodo nel quale il follicolo matura e di pari passo aumenta la sua produzione di estrogeni. Sotto l’azione degli estrogeni l’endometrio si ispessisce notevolmente.

Ovulazione

L’ovulazione è il giorno in cui il follicolo maturo scoppia sotto l’influenza dell’ormone LH, per rilasciare la cellula uovo.

L’ovulo maturo viene rilasciato nelle tube di Falloppio (chiamate anche ovidotti) ed è pronto per essere fecondato.

I giorni dell’ovulazione sono individuabili misurando la temperatura basale che ha un repentino rialzo (vedi l’immagine). Altre segnali sono il cambiamento del muco cervicale.

Fase luteinica

La fase luteinica (o fase luteale) è quando il follicolo una volta che ha liberato la cellula uovo, si trasforma in corpo luteo che produce progesterone (linea verde nell’immagine).

Questo ormone determina l’aumento dell’endometrio per edema (aumento di liquidi) in modo da creare un ambiente favorevole all’annidamento dell’eventuale embrione concepito.

Se non è avvenuta la fecondazione l’endometrio inizia a perdere i liquidi accumulati e a sfaldarsi. Negli ultimi giorni del ciclo, prima del flusso successivo, si può soffrire di sindrome premestruale.

In questa fase del ciclo si può verificare lo spotting, delle piccole perdite di sangue.

Fase mestruale (flusso)

Se non è avvenuta la fecondazione, tutto deve iniziare da capo: dell’endometrio si sfalda producendo una emorragia che è il nostro poco amato flusso.

Questo è il nostro ciclo ovarico in modo semplificato. L’attività delle ovaie è a sua volta regolata da altri ormoni (FSH follocolo-stimolante e LH luteinizzante) prodotti dall’ipofisi una ghiandola situata alla base del cranio.

L’endometrio

Abbiamo parlato dell’ispessimento dell’endometrio. L’endometrio è una mucosa che tappezza la cavità dell’utero, ed è il “terreno” nel quale l’ovulo fecondato si annida per svilupparsi.

Questa mucosa è formata da uno strato di epitelio ghiandolare e da mucosa direttamente aderente al tessuto muscolare. L’endometrio più superficiale va incontro alle modificazioni che sono proprie del ciclo mestruale.

Casi particolari

Il flusso mestruale può non avvenire. Di solito succede perché è iniziata la gravidanza, ma non sempre è così. Questa situazione di ciclo che salta e mancanza di gravidanza è chiamata amenorrea.

Un altro caso particolare sono i cicli senza ovulazione o anovulatori. Questi cicli sembrano normali ma non avviene effettivamente l’ovulazione.

Lascia un commento

 Avvisami per ogni commento a questo articolo

 Avvisami delle risposte a questo commento

Se vuoi, aggiungi una foto al tuo commento, verrà elaborata in qualche minuto.

7 Commenti

  • […] la seconda settimana di gravidanza la parete interna del tuo utero, l’endometrio,  si sta preparando per accogliere l’ovulo fecondato. Presto ci sarà l’ovulazione, quindi la sua dimensione aumenta di […]

  • Salve ho avuto l’ultimo ciclo il 28 settembre solitamente ho un ciclo di 30-32gg con una durata di 5gg quindi aspettavo il ciclo x il 29-30 ma mi è arrivato in anticipo il 25 con un colore marrone un flusso scarso il gg dopo rosso scuro un po’ di più comunque meno abbondante del solito fino ad oggi 28 completamente sparito apparte qualche perdita sempre marroncino scarsissima. Premetto ke io e il mio compagno abbiamo rapporti completi liberi ma non capisco cosa sia successo potrei essere rimasta incinta?

  • Ho un ciclo di 25 giorni, mi accade spesso di sentire il classico dolore tipico del premestruale il 12-13 giorno dopo le mestruazioni (calcolando dal primo giorno) accompagnato da perdite ematiche che mi perdurano fino alla comparsa delle nuove mestruazioni.
    Questi periodi sono accompagnati (non credo dovuti) da perdita di peso, buona stato di forma e grande facilità all’ eccitazione.
    Qual’ è L’ ormone incriminato?
    Posso fare qualcosa?

  • Ho avuto il ciclo 7 di maggio il 14m ricomparso traccia d sangue rosso e IP 16 ho avuto rapporti nn protetti posso rimanere incinta

    • ciao aurora dipende sempre da quando hai ovulato
      puoi rimanere incinta se hai rapporti nei 4-5 giorni che precedono l’ovulazione, il giorno stesso e il giorno dopo l’ovulazione,
      non affidarti i calcoli ma usa metodi affidabili per capire quando sei fertile ( test ovulazione, muco cervicale, temperatura basale)

  • Ho superato i 50 anni. Continuo ad avere il ciclo non regolare, ma lungo e molto doloroso e abbondante. E’ possibile che la menopausa stia tardando e di conseguenza quante probabilità posso avere, rispetto ad una giovane donna, di rimanere incinta?