Come compilare i dati e i sintomi del grafico della temperatura basale

Una corretta osservazione e rilevazione dei sintomi è fondamentale per  poter riuscire ad interpretare i dati che registri sul grafico della temperatura basale.

Per questo potrebbero essere necessarie alcune settimane di pratica prima di poter essere confidenti nella lettura e nella interpretazione dell’andamento della tua temperatura e quindi nella capacità di identificare il giorno dell’ovulazione. Ma non scoraggiarti per questo: imparerai anche a conoscere il tuo corpo molto meglio e… potrai sempre chiedere un aiuto!

Quali sono le linee che compaiono in automatico?

Se compare una liena grigia verticale, il sistema ha individuato una possibile ovulazione.

Registrati per utilizzare gli stumenti di PeriodoFertile per la ricerca della gravidanza.
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Se compare una linea tratteggiata orizzontale, si tratta della coverline individuata automaticamente quando segnate il giorno dell’ovulazione.

Se avete già fatto diversi grafici e avete capito qual è la vostra coverline, potete impostarla per tutti i grafici compilando la misura nell’homepage dei vostri grafici, qui. 

Quando iniziare a misurare?

Ogni grafico va compilato a partire dal primo giorno delle mestruazioni inteso come il primo giorno di vero flusso.

Se vuoi puoi iniziare anche a mestruazione già iniziata anche solo per fare pratica nel frattempo, ma nella creazione del grafico inserite lo stesso la data delle ultime mestruazioni che sono il riferimento primario.

Ecco in questa foto un esempio di tutti i dati che potrete inserire: non spaventatevi, l’unico dato obbligatorio è la temperatura! Però, man mano che prenderete confidenza con lo strumento, vedrete che vi verrà spontaneo riconoscere e memorizzare i vari sintomi.

compilare i dati

Come misurare la temperatura?

Come abbiamo spiegato quando abbiamo introdotto il metodo della temperatura basale, la temperatura va misurata ogni mattina alla stessa ora prima di alzarsi e di compiere qualsiasi attività. La misurazione va fatta o rettale o vaginale. Una volta scelto il metodo usate sempre e solo quello.

E’ importante dormire almeno 4 ore di seguito prima di misurarla e sarebbe opportuno prendere la temperatura entro le 8 del mattino.

La temperatura basale è una temperatura che si misura a riposo (anche dal punto di vista del metabolismo), pertanto evitate di fare altre misurazioni durante a giornata perché non avrebbero alcun significato.

Tenetevi il termometro sul comodino, magari mettetevi la sveglia per svegliarvi e prima ancora di aprire gli occhi prendete il termometro e misurate.

Per approfondire meglio la misurazione, ho scritto un tutorial  su come misurare la temperatura basale che vi consiglio di leggere.

Come osservare i sintomi?

L’osservazione dei sintomi del muco cervicale (leggi il tutorial sul muco cervicale)  va fatta durante tuta la giornata e poi, ciò che si è osservato nel corso della giornata, va registrato la sera.

Il muco va osservato a livello vulvare quindi non sugli slip perché sugli slip viene assorbita la parte acquosa e quindi l’osservazione sarebbe errata.

Potete al massimo osservarlo sulla carta igienica (anche se non sarebbe proprio il modo migliore) ma prima di urinare.

E’ molto importante anche stare attente alle sensazioni a livello vaginale perché sono un ottimo indicatore per capire se si sta avvicinando o meno l’ovulazione.

Verso l’ovulazione si dovrebbe provare una sensazione di “bagnato” che si trasforma in “lubrificato” nel giorno di massima fertilità.

Il picco di fertilità è caratterizzato da sensazione massima di lubrificato e da muco molto fertile (filante ed elastico tipo a chiara d’uovo).

L‘ovulazione può avvenire in questo giorno detto di PICCO, oppure il giorno dopo quando questi sintomi scompaiono o cambiano radicalmente (ad esempio torna una sensazione di asciutto e il muco diventa opaco e denso) o al massimo il giorno dopo ancora

Per chi preferisce potete associare all’osservazione del muco quella della cervice uterina.

E’ molto importante segnare se si prendono medicinali, se si ha raffreddore o influenze varie (che potrebbero alterare la temperatura corporea) e eventuali dolori alle ovaie che possono accompagnare l’ovulazione.

Ovviamente si segnano anche i rapporti avuti per capire, una volta individuata l’ovulazione,  se sono stati nei giorni giusti.

In questo modo compilando giorno dopo giorno si ha un quadro chiaro e completo per capire il ciclo mestruale e la propria fertilità.

Quando chiedere un parere?

Sarebbe preferibile chiedere un parere quando si hanno a disposizione almeno una serie consecutiva di 15 rilevazioni (15 giorni di dati inseriti). Prima è molto difficile per qualsiasi esperto fare le corrette ipotesi.

Ora che sai tutto, inizia a compilare il grafico e a scoprire qualcosa di più su di te!

Registrati per utilizzare gli stumenti di PeriodoFertile per la ricerca della gravidanza.
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimasta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum

10 Commenti

  • Ciao, nello stick per l’ovulazione ha la riga appena percettibile, nella compilazione del grafico devo segnarlo come positivo o negativo? Grazie :bye:

  • Faccio prima un ringraziamento, questo sito mi sta dando molte risposte, mi piace poi come spieghi le cose con parole semplici.
    La mia domanda è questa: si può iniziare a prendere la TB dal primo giorno di mestruazione se questa è stata indotta con iniezione di medicinale idoneo?

  • Ciao Elena e ciao a tutte
    provo a raccontarvi la mia storia nella speranza riusciate a capire e magari darmi qualche consiglio.
    Sono Veronica, ho 27 anni e ad agosto 2013 io e mio marito abbiamo deciso di provare ad avere un figlio e ho smesso di usare metodi anticoncezionali dopo 10 anni che usavo prima la pillola e poi il cerotto.
    Abbiamo fatto un sacco di tentativi, ogni mese convinti fosse quello giusto, ma mai senza alcun esito positivo.:crying:
    Ho provato ad usare il compiuterino Persona ma mi segnava giorno rosso dal quinto giorno di ciclo a 23/24 giorni dopo e osservando nello stesso mese muco e temperatura basale, il giorno dell’ ovulazione ossia quello dell’ innalzamento della temperatura, non corrispondeva MAI con quello che diceva il test.( il test lo dava quasi sempre dal 15esimo giorno a massimo al 17esimo, quando invece secondo la temperatura ed il muco era dal 17esimo fino al 19esimo) così ho pensato di smettere di spendere soldi per le strisce e di continuare solo con la temperatura.
    Il ciclo è sempre arrivato regolarissimo ( ogni 30/32 gg) se non negli ultimi 3 mesi dove tardava o anticipava di 3/4 giorni.
    Questo mese la temperatura non si è nemmeno alzata, può essere che non abbia ovulato?
    Ad aprile sono stata dalla ginecologa che mi ha detto che ho l’ ovaio sx lievemente policistico, ma non mi ha detto nulla di più e mi ha lasciato piena di dubbi!!!
    Ovviamente io spero che questo sia il mese buono ma sono sempre più demotivata!!!
    AIUTATEMI VOI A CAPIRCI QUALCOSA, IO QUASI CI HO RINUNCIATO!!!:crying:

    Spero di essere stata chiara e aspetto vostre notizie. Mille grazie