7 regole per misurare la temperatura basale correttamente

Il metodo della temperatura basale per individuare l’ovulazione in abbinamento alle osservazioni del muco cervicale ed eventualmente del monitoraggio della cervice ( o degli stick per chi preferisce), richiede molta precisione e costanza nella misurazione.

Basta poco per far variare la temperatura come ad esempio una indisposizione, un viaggio, il cambio stagionale, il non dormire regolarmente…

Tutto ciò rende più difficoltosa l’interpretazione dei grafici.

12045751_m

Per tale motivo è importante seguire alcune regole primarie.

1) Misurare ogni mattina subito dopo aver aperto gli occhi

Deve essere la prima  cosa che fate. Se per errore vi alzate segnatela comunque ma mettete nelle note che vi siete tirate su dal letto.

La banale attività fisica di alzarsi dal letto, fa cambiare la temperatura del corpo. Dovendo analizzare cambiamento di decimi di grado, anche piccole variazioni possono compromettere la leggibilità e quindi l’interpretazione del grafico.

2) Tenere il termometro sul comodino.

Se non usate un termometro digitale fate in modo che il termometro sia sotto i 36° prima di addormentarvi in modo da non doverla agitare, e quindi agitarvi voi, prima di misurare la temperatura. Consiglio: usatene uno digitale.

3) Non necessariamente sempre alla stessa ora

E’ consentita una variazione fino a un massimo di un’ora e mezza, ma è importante che le misurazioni siano sempre fatte prima delle 8 di mattina. Se si prende la temperatura dopo le 8 o con più di un’ora e mezza di differenza è importante segnarlo nelle note.  Questo perché le temperatura misurate  dopo le 8 possono risultare più alte.

4) Segnare se la notte non si è dormito

Se di notte non dormite regolarmente e vi alzate spesso, la temperatura al risveglio può essere alterata.

Possono influenzare il grafico:

  • frequenti alzate durante la notte
  • il coricarsi più tardi del solito, se si va a letto dopo la mezzanotte  la temperatura del mattino può essere alterata
  • consumo eccessivo di alcolici la sera precedente

5) Usare sempre lo stesso termometro e lo stesso metodo

Misurate la TB sempre nella consueta modalità (preferibilmente o vaginale o rettale o al massimo orale).

Misurazione rettale: è il metodo più preciso. mettetevi sul fianco con le ginocchia flesse e inserite il bulbo del termometro nel retto. Tenetelo 5 minuti se usate un termometro non digitale. Fino al segnale acustico per quelli digitali.

Misurazione vaginale: è un metodo preciso quasi come quello rettale. Inserite il bulbo in vagina e attendete il segnale acustico per i termometri digitali o 5 minuti per quelli non digitali

Attenzione a come tenete le gambe: tenetele sempre allo stesso modo. Gambe aperte o gambe chiuse: le misurazioni possono dare risultati anche molto diversi.

Misurazione orale: il bulbo va sotto la lingua, sullo stesso lato e vicino ai molari (tasca di calore). Tenetelo fino al segnale acustico o 8 minuti circa, durante i quali si tiene la bocca chiusa e si respira con il naso. Le misurazioni orali sono leggermente più basse di quelle misurate per via rettale, ma per il grafico interessa l’andamento non il valore di temperatura assoluto.

La misurazione ascellare non è di alcuna utilità.

6) Iniziare a misurare la T.B. non appena termina il flusso

Chi vuole può continuare  la misurazione anche durante le mestruazioni, per non perdere l’abitudine.

7) Per chi lavora in turno

Si possono creare dei grafici interpretabili solo se si misura la TB sempre alla stessa ora o durante il giorno o alla sera. Prima della misurazione si dovrebbe riposare per un’ora circa in posizione seduta o sdraiata. Oppure i può misurare  la temperatura dopo un riposo pomeridiano, alla stessa ora.

Nel grafico vanno annotati gli orari dei turni e il riposo prima della misurazione.

Bibliografia:

Josef Rötzer e Elizabeth Rötzer  “Regolazione naturale della fertilità”. Ed Libreria Cortina verona (2008)

Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimsta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum

Puoi anche condividere subito la tua domanda o la tua esperienza. Ti avviseremo per email delle risposte.

Inviando accetti i termini di utilizzo e il trattamento dei dati



Lascia un commento

18 Commenti

      • ciaoo elena grazie infinte per la tua risposta .. siccome non ricordo quali sn le temperature sia x concepire e quelle x aver rapporti sicuri mi puoi aiutare??? in breve in quelle basse c è il rischio o in quelle alte?? grazie infinite x la tua risposta :headbang:

        • Ciao
          non esistono temperature sicure e meno sicure.
          il grafico della temperatura basale va compilato ogni giorno dall’inizio del ciclo e dall’andamento delle temperature si riesce a capire se si è ovulato o meno. la temperatura basale ci da conferma di aver ovulato dopo tre giorni di rialzo rispetto alle temperature della fase preovulatoria. si consigli alle copie che vogliono capire se l’ovulaizone avviene quando cercano una gravidanza senza successo.
          Chi invece vuole evitare gravidanze utilizzando la temperatura basale , dovrebbe apprendere il metodo sintotermico con la supervisione di una insegnante dei metodi naturali

          • ti ringrazio infinite volevo solo essere sicura le pre ovulatorie sono quelle prima di ovulare e le post ovulatorie sn i rialzi, il mio dubbio è qst x avere rapporti sicuri devo aspettare i rialzi giusto?? mentre x concepire sn le pre ovulatorie giusto??

    • non esiste una temperatura corretta, ognuna ha la sua particolare temperatura basale a riposo , che aumenta dopo l’ovulaizone

  • Ciao una domanda…per misurare la tb serve un termometro particolare o basta un termometro normale?? :sorriso:

      • Ciao Elena io invece ti dico la mia tb allora ho avuto il ciclo capoparto Pet He ho avuto un as il 24 settembre il 22 ottobre il 1 novembre avevo tb 36.4 il 2 avevo 36.4 il3 e il 4 36.5 oggi 36.7 secondo te quando ho ovulato???

          • BuonGiorno purtroppo oggi é scesa a 36.5 e non capisco come mai.. ho scaricato un app in cui metto i dati nel grafico..però le dico che io soffro spesso di candida e nel periodo ovulazione mi viene può interferire?

              • Lo sperooo :blush:ho avuto un as il 24 settembre capoparto arrivato il 22 e ci spero é vero che dopo un as si é piu fertili? Io ho fatto isterosuzione ero 6 settimane uovo cieco.. dopo un anno e mezzo che cercavo.. premetto che ho 40 anni e 2 figli. Quindi fertile lo sono.. x la tb che mi ha indicato non riesco a scriverci su ma devo stamparla? ?

  • Aiutooo:sadsmile: ragazze la temperatura basale va misurata dutante il ciclo meustrale? Un altra cosa come deve essere la temperatura x capire se sono in ovulazione? Vi prego qualcuno mi risponde grazie :angel:

    • puoi iniziare a misurarla quando le mestruazioni stanno per finire .
      la temperatura non ci da indicazioni su quando ovuleremo. rimaner in genere bassa prima dell’ovulazione e si alza a partire dal giorno successivo l’ovulazione . ci da conferma di ovulazione avvenuta dopo 3 gg consecutivi di temperatura rialzata

  • dopo 5 cicli di 36 giorni con ovulazione accertata da tb al 22 imo giorno questo mese niente di niente,la tb è a 37 (ultimo mestruo il 14 agosto).il seno da ieri si è sgonfiato.soffro di pcos … paura di illudermi!!!!!!!!!!