Ci sono spermatozoi nel liquido pre-eiaculatorio? Possono causare una gravidanza?

Si può rimanere incinta a causa del liquido pre-eiaculatorio? Ci sono spermatozoi vitali nel liquido pre-eiaculatorio?

Queste domande sono molto comuni non solo tra gli adolescenti ma anche tra gli adulti e le coppie di lunga data.

Sono infatti tantissime le coppie, giovanissime ma non solo, e molto  spesso  partner occasionali, che utilizzano come metodo per evitare una gravidanza il coito interrotto.

Che cos’è il liquido pre-eiculatorio?

Il liquido che fuoriesce dal pene prima dell’eiaculazione è un fluido chiaro e appiccicoso , prodotto da alcune ghiandole  (ghiandole di Cowper  e ghiandole di Littre). Queste ghiandole si trovano vicino all’uretra (il tubicino attraverso il quale lo sperma e l’urina viaggiano verso l’esterno). Durante l’eccitazione sessuale queste giandole secernono il liquido pre-eiaculatorio  sostanza alcalina che contiene proteine, enzimi e muco.
Il liquido pre-eiaculatorio ha un ruolo importante proprio per il suo pH basico.

Quando la pipì passa attraverso l’uretra crea un ambiente acido che è sfavorevole alla sopravvivenza degli spermatozoi.

Il iquido pre-eiaculatorio abbassa l’acidità dell’uretra favorendo il passaggio degli spermatozoi.

Ci sono spermatozoi nel liquido pre-eiaculatorio?

Gli spermatozoi si trovano nello sperma, che in condizioni ottimali contiene anche 200-300  milioni di spermatozoi per eiaculazione. In teoria, però , anche  il liquido pre-eiaculatorio, nonostante non sia l’habitat naturale degli spermatozoi,  può contenerli in numero non trascurabile.

Si tratta  spermatozoi che possono derivare da una precedente e ravvicinata eiaculazione ad esempio. Anche se si tratta di un numero ridotto, che rende  bassa la probablità di gravidanza, la probabilità di concepire non è mai uguale a zero. Pertanto, per rispondere alla domanda:  sì,  il  liquido pre-eiculatorio potrebbe mettere la coppia a rischio di gravidanza.

spermatozoi liquido pre-eiaculatorio

Non ci sono tanti studi scientifici a riguardo.

Uno studio del 2013 pubblicato su Human Fertility, ha esaminato  40 campioni di liquido preeiaculatorio di  27 partecipanti, rilevando che il 41% (11 dei  dei partecipanti su 27) ha prodotto campioni preeiaculatori contenenti spermatozoi vivi. In 10 di questi casi inoltre (37%), una proporzione ragionevole degli spermatozoi era mobile e quindi con la capacità di arrivare a destinazione per fecondare l’ovocita.

Secondo gli autori di questo studio i profilattici dovrebbero  essere usati fin dal primo momento del contatto genitale, per essere sicuri di non incorrere in gravidanze indesiderate.

Secondo uno studio condotto negli Stati Uniti  dal National Institute of Health,riguardante il fallimento dei metodi contraccettivi, il 22% (22 coppie su 100)  delle coppie che usano il coito interrotto, incappa in una gravidanza indesiderata. Percentuale che si ridude al 4% se il coito interrotto viene applicato  in modo “perfetto”, e cioè se il pene viene tolto dalla vagina molto prima dell’eiaculazione ( l’uso perfetto  è meno frequente per ovvi motivi) . Definire un uso perfetto del coito interrotto inoltre è estremamente complicato. Quante volte abbiamo letto, nel forum di questo sito,  di gravidanza arrivate nonostante  “il mio ragazzo è stato attento“, “il mio ragazzo è sicuro di non esser ventuo dentro”  o “siamo stati attenti, come è possibile?“.

Anche in questi casi è impossibile sapere se la gravidanza sia il risultato di spermatozoi presenti le liquido pre-eiaculatorio o l’esito dell’eiaculato vero e proprio  che il maschio non è riuscito a “controllare” in tempo.

Possibilità di concepimento con il liquido preeiaculatorio

Una coppia che cerca una gravidanza e che quindi ha frequenti rapporti completi e non protetti, ha una possibilita  del 25-30% di gravidanza per ciclo mestruale

Questo perché  un concepimento  richiede che  si verifichino in contemporanea una catena di eventi specifica e complessa. La donna deve essere nel suo periodo fertile, gli spermatozoi devono arrivare e sopravvivere fino all’arrivo dell’ovocita, il quale, una volta fecondato, deve impiantarsi in utero.

Quindi la possibilità di gravidanza con coito interrotto non può, per ragion di logica essere superiore alla percentuale che si ha con i rapporti completi. È una percentuale più bassa ma non uguale a zero, e  che non si può definire in modo preciso per i motivi sopra spiegati.

Liquido pre-eiaculatorio e infezioni sessualmente trasmissibili

Il coito interrotto non difende dalle malattie sessualmente trasmissibili, come l’HIV, HPV(Papilloma Virus)  o infezioni  da Clamidia… tanto per citare solo alcuni esempi. La Clamidia è responsabile di infezioni (spesso anche silenti)  che possono compromettere la fertilità della donna in modo permanente. L’HPV è una infezione purtropo molto diffusa tra i giovani , che tendono a non usare i profilattico, spesso per supeficialità, egoismo  o ignoranza nel vero senso del termine.

Il liquido pre-eiaculatorio è veicolo di infezioni a trasmissione sessuale,   in quanto contiene  cellule biologiche.

Il rischio di gravidanza quindi non è solo l’unico problema quando si tratta di coito interrotto. Il rischio di malattie a trasmissione sessuale è ovviamente presente anche in chi  ha rapporti completi non protetti perchè usa la pillola contraccettiva o la spirale.  Rapporti sessuali non protetti da preservativo mettono a rischio di patologie anche gravi (l ‘HPV ad esempio  aumenta drasticamente  la probabilità di ammalarsi di cancro al collo dell’utero) se il partner  è malato o semplicemente portatore asintomatico.

Quindi se non sapete se il vostro partner o la vostra partner è sana, sarebbe d’obbligo per tutelare la vostra salute, e per rispetto reciproco,  l’uso del preservativo.

Se siete una coppia stabile e non state cercando  una gravidanza potete scegliere tra una varietà di metodi contraccettivi davvero efficaci. Il coito interrotto lo potete adottare se l’eventualità di una gravidanza non rappresenta comunque un problema.

Riferimenti:

S.R. Killick, C.Leary, J. Trussel,  K. A. Guthrie, Sperm content of pre-ejaculatory fluid; Hum Fertil (Camb). 2011 Mar; 14(1): 48–52.

James Trussell. Contraceptive failure in the United States. Contraception. 2011 May ; 83(5): 397–404. doi:10.1016/j.contraception.2011.01.021.

Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimsta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum

Puoi anche condividere subito la tua domanda o la tua esperienza. Ti avviseremo per email delle risposte.

Inviando accetti i termini di utilizzo e il trattamento dei dati



Elena

Biologa ad indirizzo fisiopatologico, laureata con lode all’Università di Padova, nel 2007 dopo il primo “mi spiace non c’è più battito”, con mio marito diamo vita a Periodofertile.it, un punto di informazione e di incontro per donne e mamme.
Attualmente sto seguendo un Master di II livello presso l'Università di Padova in Tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita e Scienze della Riproduzione Umana.

Lascia un commento