I metodi naturali per evitare (o pianificare) una gravidanza

I metodi naturali si basano sulla consapevolezza della fertilità e racchiudono alcune tecniche di monitoraggio dell’ovulazione,  il rilascio cioè della cellula uovo delle ovaie,  al fine di prevenire (o ricercare  a seconda dei casi),  la gravidanza.

Vengono anche chiamati metodi di pianificazione familiare naturale.

Il principio su cui si fondano è quello di evitare di avere rapporti sessuali completi non protetti quando la donna è più fertile (e cioè quando è più probabile incorrere in una gravidanza).

Prevenire la gravidanza con i metodi naturali

Per non rimanere incinta la donna può scegliere di astenersi dai rapporti vaginali nei giorni fertili. Oppure in quel frangente può utilizzare contraccettivi come il preservativo. Sconsigliato il coito interrotto che porta spesso a gravidanze indesiderate.

Capire la propria fertilità

Per capire quando è più probabile rimanere incinta è necessario prendere confidenza con il proprio corpo e il proprio ciclo mestruale.

Affinché possa instaurarsi una gravidanza, la cellula uovo  che viene liberata dalle ovaie nel momento dell’ovulazione, deve unirsi a uno spermatozoo. Questo avvenimento è definito fecondazione.

Una donna quindi ha giorni in cui la fecondazione può avvenire, altri giorni in cui non è possibile, altri ancora in cui è improbabile ma ancora possibile

Per concepire un bambino una donna deve avere rapporti vaginali, senza protezione, durante i giorni in cui lo spermatozoo può unirsi con la cellula uovo. Questi giorni sono chiamati giorni fertili.

I giorni fertili di una donna dipendono dalla durata dell vita dell’ovocita e dello sperma. Lo sperma può vivere all’interno del copro della donna per al massimo 5 giorni ( per alcuni anche 6). L’ovocita vive invece al massimo 24 ore dopo che è stato emesso dalle ovaie.

Pertanto una donna ha una finestra fertile di circa 8 giorni all’interno del suo ciclo mestruale (ciclo mestruale= periodo che va dall’inizio delle mestruazioni al giorno che precede l’inizio di quelle successive)

Questo intervallo comprende: i 5 giorni che precedono l’ovulazione, il giorno stesso dell’ovulazione,  il giorno dopo dopo l’ovulazione e quello dopo ancora ( anche se poco probabile) .

Sapere quali sono i giorni fertili permette di aiutarti ad evitare una gravidanza o a pianificarla se ne cerchi una.

Il segreto sta nel capire quando si ovula.

Ogni donna dovrebbe imparare (indipendentemente dall’uso dei metodi naturali) come funziona il proprio corpo, quali sono i giorni fertili e quali no. ma per imparare serve pazienza, dedizione e un picco lo sforzo di attenzione.Oltre che spirito di osservazione.Non tutte le donne hanno lo stesso modello di fertilità, e alcune variano da un mese all’altro.

Test Ovulazione

I test domestici di ovulazione possono essere utili per la pianificazione di una gravidanza ma non sono  affidabili per prevenire la gravidanza.

Quali sono i metodi naturali più comuni?

Ci sono diversi metodi che aiutano a capire quando si sta per ovulare.

  • Metodo del muco cervicale (o metodo Billings): Potrete controllare i cambiamenti nel muco cervicale ogni giorno  fino a quando siete  sicuri di aver ovulato. APPROFONDISCI
  • Metodo della temperatura basale: si misura la temperatura al mattino tutti i giorni, appena sveglia,  prima di scendere dal letto e di compiere qualsiasi attività. APPROFONDISCI
  • Metodo del calendario : APPROFONDISCI
  • Metodo dei giorni standard:Per coloro che hanno un ciclo sempre compreso tra i 26 e i 32 giorni (servono diversi mesi di osservazione) non dovrebbero mai avere rapporti vaginali non protetti tra l’8° e il 19° giorni del ciclo. Ovviamente non possiamo mai avere la certezza di ovulare in quell’intervallo  e quindi a questo calcolo è sempre bene associare le osservazioni dei sintomi.

Quanto sono efficaci i metodi naturali?

Quando si va a scegliere un metodo di controllo delle nascite, l’efficacia è uno dei parametri più importanti che si vanno a valutare.

Come tutti i metodi contraccettivi, l’efficacia dipende dell’uso corretto o meno che se ne fa.

Tutti i metodi di controllo delle nascite, naturali o meno che siano, non sono efficaci se non si applicano o usano correttamente.

Per  l’efficacia dei vari metodi vedi Efficacia dei metodi contraccettivi.

Il successo nell’utilizzo dei metodi naturali dipende da entrambi i partner.

Ecco perché è importante che entrambi conoscano e approfondiscano l’utilizzo del metodo e i principi che lo regolano e si sostengano l’un l’altro nel loro uso.

E’ inoltre importante:

  • aver ricevuto una corretta istruzione su come applicare il  metodo. Per questo motivo  è importate affidarsi almeno per un primo periodo a una insegnante che insegna i metodi naturali ( servizio gratuito ) e che potete trovare qui: Insegnanti metodi naturali in Italia
  • avere un solo partner sessuale che collabori nell’applicazione del metodo
  • avere costanza e  precisione nel monitorare i propri sintomi di fertilità e segnarli quotidianamente su uno schema o un grafico.
  • astenersi o non avere rapporti  non protetti nei giorni fertili

Quali sono i vantaggi nel scegliere un metodo naturale?

  • Costano molto poco.
  • Sono sicuri ( nel senso che non hanno effetti collaterali)
  • Possono essere fermati o interrotti per pianificare una gravidanza.
  • Calendari, termometri, e grafici sono facilmente reperibili.
  • Non necessitano di assunzione di alcun farmaco.

Quali sono gli svantaggi dei metodi naturali?

I metodi di pianificazione famigliare non sono adatti a voi  se:

  • avete più di un partner sessuale
  • se il vostro partner non collabora nell’applicazione di questo metodo
  • non monitorate quotidianamente e attentamente tutti i sintomi
  • non siete in grado di astenervi o di utilizzare un altro metodo contraccettivo di barriera durante i circa 10 giorni non sicuri di ogni ciclo mestruale
  • prendete farmaci che possono influenzare l’osservazione e il monitoraggio dei sintomi
  • avete una infezione vaginale o perdite anormali

Potrebbe essere molto complicato monitorare i gironi fertili se

  • avete un ciclo molto irregolare
  • allattate al seno
  • siete adolescenti
  • siete in premenopausa

In questi casi infatti gli squilibri ormonali presenti possono rendere i sintomi  imprevedibili

Non adottate un metodo naturale subito dopo aver interrotto un contraccettivo ormonale come la pillola ad esempio.

Gli ormoni assunti possono influenzare il vostro ciclo per un periodo più o meno lungo e rendere complicata l’osservazione dei sintomi.

Se cercate di evitare le gravidanza finché l’assetto ormonale non si ristabilisce utilizzate altri metodo cintraccettivi .

Come posso imparare ad utilizzare un metodo naturale/di pianificazione famigliare?

In genere si sconsiglia il “fai de te”.

La coppie dovrebbero seguire un corso o come dicevo prima affidarsi a una insegnante dei metodi naturali più vicina alla propria zona di residenza e rintracciabile da qui: Insegnanti metodi naturali in Italia

E’ importante che la coppia sia unita in questa scelta e nel percorso da fare.

Questo non solo permette una maggior efficacia del metodo ma anche rafforza il legame e l’intimità della coppia quando questa condivide la responsabilità per il controllo delle nascite.

Le insegnanti dei metodi naturali svolgono questo lavoro gratuitamente e anche molti corsi promossi da associazioni e istituzioni sono gratuiti.

I corsi promossi da istituzioni religiose in genere non consentono l’uso di metodi di barriera nei giorni fertili ma promuovono l’astensione dai contatti intimi.

La creazione dei grafici o dei calendari di ovulazione non costano nulla se non  il tempo per compilarli e apprenderli.

Un termometro per monitorare la temperatura basale costa dai dai 7 ai 15 euro.

 

Disclaimer: Tutti i consigli qui contenuti non si intendono sostitutivi di un parere professionale o medico.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimasta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum