Le fasi del travaglio

Se stai leggendo questo articolo probabilmente ti stai avvicinando alla fine della gravidanza e speri di vivere l’ultima parte con tranquillità e serenità.

Sicuramente saprai che il parto non è letteralmente una passeggiata, l’importante è però non crearsi false credenze e illusioni.

travaglio

Conoscere effettivamente ciò a cui si andrà incontro al momento del parto è molto utile sia per capire quello che vi succederà quando lo starete vivendo e sia per viverlo con serenità senza ansie e patemi perchè l’esperienza nel suo insieme è unica e meravigliosa.

La durata del travaglio è molto variabile e dipende da donna a donna e da gravidanza a gravidanza.

Se sei alla prima gravidanza (primipara) probabilmente potrebbe durare 12-24 ore. Meno alle successive.

Dalla mia esperienza ti posso dire che il travaglio vero e proprio è durato 12 ore alla prima gravidanza, 6 alla seconda.

Ma andiamo nei dettagli:

La fase prodromica:

è la fase di preparazione al travaglio vero e proprio, ha una durata molto variabile e progredisce  molto lentamente. Le contrazioni sono ritmiche e dolorose ma ci si può gestire abbastanza  tranquillamente. Durano 2-3 ore  e si manifestano generalmente la sera o nelle ore notturne. Possono precedere il travaglio vero e proprio di alcune ore o addirittura di giorni.

Il travaglio:

Il travaglio si compone di più fasi ognuna con caratteristiche ben definite.

La fase iniziale del travaglio prevede  contrazioni che possono durare 30-60 secondi, e possono  variare in frequenza da 5 a 20 minuti di distanza. Tuttavia è possibile che le contrazioni  abbiano una frequenza minore o maggiore dei 20 minuti. Questa fase può durare in media  circa 6-8 ore per le primipare, ma può essere più breve o più lunga. Alcune donne preferiscono vivere questo periodo per gran parte  a casa cercando di rilassarsi, magari facendo un bagno caldo, parlando con il partner, ascoltando musica. Infatti il dolore in questa fase iniziale  dovrebbe essere sopportabile. Altre invece si sentono più sicure e tranquille in ospedale, seguite dall’ostetrica.

Questa fase si conclude quando la cervice raggiunge una dilatazione di circa 3 centimetri e  le contrazioni diventano più frequenti e più intense.

In questa fase è possibile perdere quello che viene definito il “tappo mucoso” (ammasso gelatinoso striato di sangue) oppure può avvenire la “rottura delle acque”che si può manifestare come  uno zampillo di liquido amniotico oppure come una lenta e costante perdita di liquido trasparente. Se sei a casa e non sai se ti si sono rotte le acque, chiama il tuo ginecologo e recati all’ ospedale.
Le contrazioni possono colpire la parte bassa della schiena o dell’addome o entrambe. Possono sembrare dei crampi mestruali .

La fase attiva del travaglio:

Generalmente si è in fase attiva  quando il collo dell’utero  è dilatato di 4-5 centimetri. Una volta che avete raggiunto questo punto, si può stimare che il collo si dilata di almeno 1 centimetro all’ora.Le contrazioni saranno più frequenti, ogni  2-5 minuti e possono durare circa  45-60 secondi. Queste contrazioni durano più a lungo rispetto alla fase iniziale, sono più intense e  richiedono un maggiore controllo da parte della donna. Le contrazioni , se monitorate, mostrano una picco più lungo e più duraturo mentre la fase di  ”calma” dura sempre meno.

Fase di transizione:

La cervice  si dilata da 7 o 8 centimetri a 10 centimetri. Ciò può avvenire molto rapidamente. Le contrazioni in genere continuano ad essere ad  ogni 2-3 minuti e la  durata di 60-90 secondi. Sono molto intense  e richiedono una buona dose di auto-controllo. Questa può essere la parte più difficile del travaglio. A causa della forza e della frequenza delle contrazioni, molte donne soffrono dei sintomi fisici ed emotivi.

I sintomi che possono verificarsi durante la transizione :
Aumento della pressione pelvica e rettale più il bambino scende  verso il basso . Si può sentire il bisogno di spingere, anche se il collo non è completamente aperto
Pressione e dolore alla schiena
Nausea e vomito
Tremore
Stanchezza
Calore
Pianto e sconforto
Irrequietezza: trovare una posizione comoda può essere complicato

L’elenco dei sintomi potrebbe continuare soprattutto per quanto riguarda quelli emotivi in quanto alcune donne potrebbero farsi prendere dallo sconforto. Il momento , si sa, è difficile ma  il pensiero che tra poco verrà alla luce il proprio bambino da una forza incredibile ( e lo dico per esperienza!)

parto

La fase di transizione porta alla fase espulsiva che porterà alla nascita del bambino.

La fase espulsiva è la fase delle “spinte” grazie alle quali il bambino atrraversa il canale del parto per poter abbracciare la mamma perl a prima volta.

La maggior parte delle donne sentono una nuova ondata di forze a quando iniziano a spingere. Le contrazioni normalmente rallentano  dando la possibilità di avere un attimo di tempo per prendere fiato e concentrarsi . La durata di questa fase dipende dalla posizione del bambino, dalle sue dimensioni e dal fatto che sia o meno la prima gravidanza.

Il secondamento, avviene pochi minuti dopo il parto e consiste nell’espulsione della placenta e delle membrane annesse.

Che vi posso dire ancora? In bocca al lupo! Sarà un momento indimenticabile!

Promozione Prénatal

Ti potrebbe interessare

Oggi volevo segnalarvi un interessante progetto che potrete  via via seguire su MammeInRadio.it. Si...
Il presentarsi del travaglio è sicuramente per le donne il chiarissimo segnale che il proprio bambino...
La  gravidanza è uno dei momenti più emozionanti che una coppia possa vivere. Se si tratta della...
Siamo arrivati alla fine di questo meraviglioso percorso. Il nono mese inizia a 35 settimane + 1...
Più il parto si avvicina e più sale l'ansia, un fatto normalissimo e comune a tutte le donne che devono...

16 Commenti

  • ilaria
    ottobre 21, 2014

    Aiutooooooo

  • lina
    settembre 27, 2014

    Ciao carissime mammine…oggi sn entrata nella 40 settimana ….nn lo so ma ho un po di paura anche se mi dicono che e normale e do passa…..ma e la prima bambina e un po di agitazione ansia ce….ancora poco e porto finalmente abbracciare la mia piccolina ….auguri a tutte ….

  • paola
    agosto 3, 2014

    Ciao sono alla 36 settimana venerdi ho il cesareo , ma è da quasi tre giorni che ho contrazioni dolorose e sensazione di dover andare in bagno il medico mi ha prescritto le spasmex ma oggi nn hanno ancora fatto effetto, devo andare in ospedale? O mi consigli di aspettare che cambi qualcosa. Grazie

  • Eleonora
    febbraio 16, 2014

    Cara Rachele82, quelli k m descrivi potrebbero essere i sintomi del travaglio, quindi secondo me è meglio se t fai visitare e t fai fare un tracciato, xke essendo la tua terza gravidanza le cose potrebbero essere più veloci…in bocca al lupo e fammi sapere!!!

  • Eleonora
    dicembre 16, 2013

    m chiamo Eleonora,sono un’ostetrica di 24 anni ed ho una bambina di 11 mesi. Se volete fatemi domande sia dal punto d vista ostetrico sia dal punto d vista di donna e mamma

    • rachele82, Mamma (Toscana)
      In attesa di Federico
      Sono a 76+0 settimane. Data del parto 22/02/2014.
      febbraio 13, 2014

      Ciao Eleonora , sono Rachele alla 38+5 e due gg fa la mia ostetrica mi ha detto che eto dilatata di 3 cm!! Sono alla 3°gravidanza ma le prime due ho fatto induzione, sento un po di pressione , nausea ma nn ho petso il tappo e le acque so tt lì !!! Sto bn solo seduta sul wc ufffff dovrei andare in ps x un controllo ??? Ho paura si rompano le acque xe ho il tampone positivo !!! Grazie a chi mi risponde!!

      • Elena, Mamma (Biologa, Responsabile Periodo Fertile (Vicenza))
        Mamma di Veronica (8 anni) Francesco (5 anni)
        febbraio 13, 2014

        ma hai qualche contrazione? se si vai al pronto soccorso vista la dilatazione. Per il tampone positivo ti devo no dare l’antibiotico in flebo…In bocca al lupo!!

    • Rossy94, Mamma (piemonte)
      In attesa di Cristian
      Sono a 58+1 settimane. Data del parto 27/06/2014.
      giugno 18, 2014

      Ciao ele volevo sapere se sto x cominciare il travaglio. Ho nausea mal di testa pressione alta mal di schiena che va e viene nella parte bassa la sera qualke contrazione sotto la pancia perdite bianche. Ci sono quasi?

    • Sole
      agosto 7, 2014

      Ciao volevo un informazione e normale mal di pancia e schiena. Devo partorire il 31agosto

    • anna
      agosto 11, 2014

      ciao eleonora sono anna ho 21 anni ed e la mia prima gravidanza…io e da 2 settimane che tutti i giorni mattina e sera ho continuamente mal di pancia tipo dolori mestruali…sono normali alla 31 settimana?grazie mille

    • ilaria
      ottobre 21, 2014

      Ciao Eleonora sono Ilaria e sono alla 23 settimana e già qualche settimana che sento delle fitte diciamo pressioni botte alle parti intime sono preoccupata vorrei sapere se è una cosa normale baci

  • Rocchina
    dicembre 14, 2013

    Un consiglio avendo perso il tappo gia da 4 giorni a poco dovrei riuscire a partorie cioe’dovrebbe avviarsi la rottura delle acque per arrivare poi a partorire dato che e la 6 gravidanza ma i penultimi due sono nati alla 37 ma non o mai avuto il problema di perdere il tappo

    • Eleonora
      dicembre 17, 2013

      la perdita del tappo segna l ‘avvicinarsi dell’inizio del travaglio, ma nn si può dire dopo quanto tempo precisamente, io ad esempio ho perso il tappo a poco a poco x una settimana intera e mia figlia è nata 2 giorni prima della fine del termine.

  • Eleonora
    novembre 22, 2013

    ho 24 anni, sono un’ostetrica laureata da poco più di un anno e mamma di una bimba di quasi 10 mesi…volevo sl dire k la gravidanza e il parto sn esperienze stupende, indescrivibili. studiare e capire i meccanismi del parto a livello teorico è bellissimo, ma provarli in prima persona è a dir poco MAGICO…un augurio grandissimo a tute le mamme.

    • roxana
      luglio 3, 2014

      sono in attesa di cristian alla 40°+3, volevo sapere se è un problema il fatto che io (per vari motivi) non abbia fatto i monitoraggi