FattoreMamma Network
Gravidanza

Impianto e perdite da impianto: la nidazione

L’impianto, anche chiamato nidazione o annidamento, è il momento in cui il la nuova vita formatasi si impianta nella parete uterina.

Dopo la fecondazione infatti, dall’unione di cellula uovo e spermatozoo, si forma uno zigote che va incontro a una serie di numerose divisioni cellulari mentre è in viaggio attraverso la tuba di Falloppio. Arriva nell’utero in uno stadio detto di blastocisti e si ancora nella mucosa dell’utero mediamente circa 5-8 giorni dopo il concepimento (5-8 PO – post ovulazione). L’impianto può avvenire anche più tardi sempre però entro i 12 giorni dal concepimento.

11578745_m

 

I sintomi da impianto

L’impianto è un processo molto delicato e legato a pochissimi sintomi che spesso non vengono notati, o vengono notati a posteriori, quando cioè la gravidanza è già stata confermata.

  • Alcune donne notano quelle che vengono definite perdite da impianto. Si tratta di un leggerissimo sanguinamento non paragonabile a una mestruazione e che avviene nei giorni sopra indicati. Queste perdite vengono anche definite spotting, possono essere di colore rosato o marroncine.
  • Posso presentarsi anche dei piccoli crampetti uterini che vengono confusi con sintomi premestruali.
  • Può verificarsi un aumento ulteriore della temperatura basale (un secondo scalino dopo quello dell’immediato post ovulatorio che si verifica 7-10 giorni dopo la conferma dell’ovulazione (7-10 PO).
  • Può verificarsi un calo di un solo giorno nella temperatura basale e che si registra a 7-10 giorni dall’ovulazione (7-10 PO).

Non preoccupatevi se non notate alcun sintomo da impianto perché pochissime donne li riportano (io, pur conoscendoli, non li ho mai notati!).

Nel momento in cui avviene l’impianto la blastocisti è appena visibile a occhio nudo ed è probabilmente più piccola del puntino sopra la i.

Una volta avvenuto l’impianto si inizia a parlare di embrione.

Quando fare il test di gravidanza?

Un prelievo del sangue per dosare le beta HCG diventa positivo dopo 3-4 giorni dall’impianto. Il test fatto sulle urine invece diventa positivo 4-5 giorni dopo l’annidamento. Il test di gravidanza sulle urine va fatto la mattina appena alzate con la prima pipì che è più concentrata e facilita il test nella rilevazione dell’ormone.

Leggi anche gli altri articoli sul test di gravidanza.

Image credit: alila / 123RF Stock Photo

Entra nella grande community di Periodo Fertile

Tanti servizi dedicati e personalizzati per te!

Registrazione veloce con Facebook Registrazione personalizzata
Non viene mai pubblicato nulla sulla tua bacheca Facebook!

Lascia un commento

:bye: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:rose: 
:-) 
:whistle: 
:yes: 
:cry: 
:mail: 
:-( 
:unsure: 
;-) 
 

 Avvisami per ogni commento a questo articolo

 Avvisami delle risposte a questo commento

Se vuoi, aggiungi una foto al tuo commento, verrà elaborata in qualche minuto.

2.146 Commenti

  • Buongiorno a tutte… Ho avuto le mesturazioni il 2 giugno… Ho iniziato la stimolazione Fini al 12 giugno per procedere con la iui.. Il 13 durante il monitoraggio hanno visto tanti follicoli… Per cui iui annullata… Però io e mio marito abbiamo maratonato:) il 20 e il 21 ho notato leggere perdite marroni… Poi quasi arancio… E infine rosa… Oggi nulla… Posso sperare?????

    • Ciao mi ciamo gulia .anche io ho avuto il ciclo il 3 giungo e abiamo uzato il coito interrotto tutti giorni il fertili 16 era la ovulazione e lo sapevamo però abiamo provato anche se non ci di spiace di aver un bambino ora ho un seno gonfio e dolori al basso ventre e perdite bianche cremoso e posibilie che aver beccato la cicogna grazie in anticipo ❤