I test di fertilità: come capire se possiamo ancora avere un figlio in modo naturale

Cosa  dovrebbe fare una donna per capire se può ancora rimandare una gravidanza o è preferibile accelerare i tempi?

Prendiamo come esempio una donna di 35 anni con una relazione stabile o appena sposata, che vuole capire se sia il caso di iniziare subito la ricerca o se può aspettare ancora un po’. Cosa deve chiedere al proprio ginecologo?

Quando una  donna si pone in questa situazione sa che in base alla risposta, volendo comunque un figlio prima o poi, dovrà essere pronta a modificare i piani e cioè anche iniziare la ricerca prima del previsto.

Cosa potrebbe aiutare una donna in questa decisione? I test di fertilità.

I test di fertilità

La modalità più semplice per capire lo stato della fertilità (anche definita riserva ovarica di una donna)  è  quella di sottoporsi a dei controlli medici (ecografie ed esami specifici). Gli esami ormonali vengono effettuati attraverso un normale prelievo  del sangue.

Prima di sottoporsi a tali test è fondamentale tener presente alcuni concetti imoportantissimi.

I primi test che vengono effettuati riguardano alcuni dosaggi ormonali. Uno su tutti l’AMH, ormone antimulleriano.  Questo ormone viene rilasciato dalle uova di una donna, e i suoi livelli diminuiscono mano a mano che il numero delle uova diminuisce con l’aumentare dell’età.

Un test dell’ormone AMH può dare una buona indicazione sul numero di cellule uova rimaste.

Oltre all’AMH viene solitamente dosato anche l’ormone FSH follicolo-stimolante. Questo ormone aumenta quando il numero  delle uova di una donna diminuisce, quindi può indicare se la  “riserva ovarica”, e cioè  il numero di uova rimaste, è normale per la sua età.

Per le coppie che stanno cercando una gravidanza senza risultati, i medici raccomanderanno sicuramente  anche altri test. Questi possono includere altri esami del sangue e delle urine, e l’isterosalpingografia: una radiografia dell’utero e delle tube di Falloppio per verificare eventuali anomalie. I maschi vengono invece  invitati a fornire un campione di sperma, per testarnee la quantità e la qualità (spermiogramma).

Tutto l’iter può essere lungo, costoso e talvolta destabilizzante. Manca in Italia un sistema adeguato per il trattamento di tali problematiche a livello pubblico. Spesso queste coppie vagano da uno specialista all’altro: ginecologo, andrologo, endocrinologo, nutrizionista…ognuno dei quali propone strade e soluzioni diverse.

Sarebbe invece auspicale che ci fosse sempre un team che collabora assieme scambiandosi esiti e risultati per proporre alla coppia in modo coordinato e coerente il miglio percorso da seguire.

test di fertilità coppia

Un esito negativo dei test di fertilità preclude ogni possibilità di gravidanza naturale?

Alcune ricerche suggeriscono che i livelli di AMH non abbiano un significato assoluto per definire la fertilità di una donna.
Uno studio pubblicato su JAMA ha rilevato che i risultati dei livelli di questi ormoni  non sono necessariamente un indice di fertilità perfetto. I ricercatori hanno sottoposto ad esami del sangue e delle urine a 750 donne che stavano cercando  una gravidanza  da  tre mesi o meno, dai 30 ai 44 anni, e poi le hanno seguite per i successivi 6-12 mesi. Quasi 500 di quelle donne hanno concepito naturalmente durante quel periodo, e i livelli femminili di AMH e FSH non hanno avuto effetti significativi su chi è rimasta incinta oppure no.

Secondo l’autrice principale dello studio, Anne Z. Steiner, professore di ostetricia e ginecologia presso la University of North Carolina,  i risultati di AMH e FSH non dovrebbero scoraggiare le donne tra i 30 ei 40 anni a meno che non abbiamo già provato a rimanere incinte per tanti  mesi e senza successo.

Questi test servono davvero a testare la quantità di uova, ma la cosa più importante da considerare è  la qualità delle uova stesse. Non esistono al momento test veramente utili per valutare la qualità delle uova .

Lo stile di vita può influire sulla fertilità

Anche se i risultati dei test di fertilità di una coppia sono tutti normali, ci possono essere altri fattori che possono ostacolare il concepimento prima, e una gravidanza sana poi.

Ad esempio, l‘indice di massa corporea (BMI) può influire sulla fertilità sia per le donne che per i loro partner maschi. Uno studio del 2017 pubblicato su Human Reproduction ha rilevato che le coppie in cui entrambi i partner sono obesi impiegano più tempo per riuscire ad avere una gravidanza rispetto a quelle nella fascia  normo-peso.

Altri fattori legati allo stile di vita che possono influire sulla fertilità includono lo stress, il fumo, la dieta e l’attività fisica. (L’esercizio moderato sembra aumentare la fertilità, mentre un esercizio troppo vigoroso può influenzare il ciclo mestruale di una donna e rendere più difficile per lei rimanere incinta.) Anche il tipo di lavoro e le responsabilità lavorative di una donna possono influenzare la sua fertilità.

Un risultato “buono” non significa che devi aspettare

Molte donne pensano che se hanno  un livello di AMH normale in riferimento alla loro età, possono permettersi di posticipare la ricerca.

Questo è un ragionamento errato. La decisione di programmare o ritardare una gravidanza non può esser presa solo in base all’esito di un esame.

Esistono molte coppie che faticano ad avere una gravidanza anche con valori normali di AMH. E un valore di AMH avverso non significa che non si possano avere figli.

In definitiva, i test di fertilità dovrebbero essere considerati solo un pezzo di quel puzzle complicatissimo che definisce la fertilità di una donna o di una coppia. 

Sicuramete su un fattore non ci sono dubbi e mette tutti d’accordo: l’età, quella della donna in particolare.

Più la donna è giovane quando decide di cercare una gravidanza, maggiori sono le probabilità di rimanere incinta senza difficoltà.  Non bisogna però dimenticare che il  momento migliore per mettere su famiglia è quando ci si sente pronti,  non sulla base dell’esito di un test, ma sulla base di ciò che una donna e una coppia sente dentro di sè.

Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimsta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum

Puoi anche condividere subito la tua domanda o la tua esperienza. Ti avviseremo per email delle risposte.

Inviando accetti i termini di utilizzo e il trattamento dei dati