Inositolo un aiuto per tornare a ovulare e rimanere incinta

Sento molto spesso parlare di prescrizioni mediche di Inofolic, Inofolic Plus, Inofert e Chirifol.

Tutti quest farmaci hanno come principale protagonista l’inositolo.

Che cos’è l’inositolo e a che cosa serve?

L’inositolo è un poliolo carbociclico la cui forma più importante in natura è il mioinositolo (cis-1,2,3,5-trans-4,6-cicloesanesolo).

Il mioinositolo, in quanto sintetizzato dal corpo umano, non può essere considerato propriamente una vitamina anche se viene generalmente indicato come appartenente alle vitamine del complesso B (B7).

Inofolic, Inofolic Plus, Inofert contengono tutti mioinositolo (2 grammi) mentre il Chirifol contiene il Chiro-Inositolo (250 mg). Tutti e quattro presentano anche acido folico e l’Inofolic Plus la melatonina.

Generalmente vengono prescritti alle donne che presentano problemi di fertilità come la policistosi ovarica.

La sindrome dell’ovaio policistico o PCOS , è un disordine ormonale che può causare sintomi come irregolarità mestruali, infertilità, acne e aumento di peso. Inoltre aumenta il rischio di sviluppare gravi condizioni di salute come il diabete e alcune malattie cardiache.

La ricerca suggerisce che un supplemento di mioinositolo, può aiutare a migliorare queste condizioni.

Sono stati fatti parecchi studi a riguardo, confrontando donne che assumevano il mioinositolo e donne che assumevano un plecebo e i risultati hanno dimostrato l’efficacia di questa sostanza nel migliorare la fertilità della donna.

L’inositolo ha costi bassissimi (anche se dal prezzo in farmacia dei 4  integratori non sembrerebbe… ) e effetti collaterali sostanzialmente inesistenti (anche se non esistono studi chelo possano confermare definitivamente).

Come agisce l’inositolo?

Studi hanno confermato che le donne con ovaio micropolicistico spesso soffrono anche di insulino-resistenza legata a un difetto del recettore per l’insulina presente sulle cellule, l’inositol-fosfoglicano. Somministrando il mioinositolo si aumenta anche la disponibilità del recettore. In questo modo le cellule vengono stimolate a ricominciare “a lavorare”.

Gli effetti sono però molteplici come per esempio sulla regolazione del metabolismo degli zuccheri, sulla modulazione dei segnali del sistema nervoso che regolano i livelli di serotonina e sulll’abbassamento  i livelli di colesterolo nel sangue.

Ma quello che interessa noi più direttamente sono gli effetti sulla fertilità.

Il mioinositolo infatti agisce regolarizzando il ciclo mestruale e quindi permettendo di avere una corretta ovulazione, condizione necessaria per la ricerca di una gravidanza. Al contempo migliora tutti gli altri sintomi che in genere accompagnano la policistosi ovarica come il miglioramento della glicemia, dell’irsutismo (la crescita ecessiva di peli è un altro sintomo della PCOS), migliora la pressione arteriosa e a che i livelli di trigliceridi.

Tutte situazioni che concorrono a un miglioramento generale del metabolismo della donna. In alcuni casi sembra abbia ache un effetto antidepressivo.

PCOS, insulino-resistenza e aborti ricorrenti

Recentissimi studi hanno messo in evidenza  che esiste una relazione tra sindrome dell’ovaio policistico, insulino-resistenza e aborti ricorrenti.

L’insulino-resistenza che può migliorare grazie al supplemento di inositolo, sembra infatti sia una delle cause di aborti ricorrenti.

E dato che gli effetto collaterali sembrano inesistenti, parlatene con il vostro medico, ginecologo o endocrinologo per iniziare la giusta terapia che possa aiutarvi a realizzare il vostro desiderio di maternità!

Bibliografia:

M. Stacquadanio, L. Ciotta, I.Pagano, A. Carbonaro, M.Palumo. F.Gullino: Effetti dell’inositolo sulla qualità ovocitaria in pazienti affette da sindrome dell’ovaio policistico. Riv. It. Ost. Gin. 2010.N.27 pag 249.

DEWHURST et all. Trattato di Ostetricia e Ginecologia. 2o12

Costantino D, Minozzi G, Minozzi E, Guaraldi C.Metabolic and hormonal effects of myo-inositol in women with polycystic ovary syndrome: a double-blind trial.Eur Rev Med Pharmacol Sci. 2009 Mar-Apr;13(2):105-10.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimasta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum