Come mettere in sicurezza la casa quando arriva un bambino

Anche se il vostro bambino è appena nato e al momento passa felicemente il tempo a dormire nella culla o tra le vostre braccia, a breve potrebbe trasformarsi in un Indiana Jones pronto a esplorare ogni angolo della casa. La cosa migliore da fare è prepararsi in tempo per mettere in sicurezza la casa.

I problemi iniziano quando il bambino comincia a gattonare, il primo passo verso l’indipendenza.

Gattonare permette al bambino di esplorare le stanze ma anche di fare i primi tentativi di arrampicata.

Per questo motivo scale, caminetti e stufe varie devono diventare irraggiungibili. Anche eventuali stanze pericolose dove tenete attrezzi o dove il bambino si può fare male vanno chiuse a chiave perché basta poco per dimenticarsele socchiuse.

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Il cancelletto

Se avete scale interne che dividono piani della vostra casa serve un cancello sia in cima che in fondo.

In fondo volendo potete mettere il cancelletto dopo un paio di scalini in modo che il bambino possa prendere confidenza con i gradini, ma solo sotto la vostra supervisione.

Ci sono interessanti cancelletti in commercio che possono essere fissati senza danneggiare pareti o porte e quindi rimossi quando non saranno più necessari.

cancelletto

Funzionando a pressione e possono essere usati per separare temporaneamente due zone della casa. Se ad esempio non volete che il bambino entri in cucina perché avete le pentole sul fuoco o il forno caldo o semplicemente avete appena lavato per terra,  torna molto utile!

Si acquista qui → Cancelletto HAUCK 

Blocco cassetti per bambini

Tutto ciò che si può rompere e che rompendosi può fare male al bambino va tolto dalla sua portata.

Se avete mobili bassi che il bambino può facilmente raggiungere gattonando è ben rimuovere oggetti piccoli che il bambino può mettere in bocca a vasi e soprammobili vari.

Attenzione anche ai dvd e alle confezioni dei dvd che se rotte possono diventare taglienti.

Se il bambino impara ad aprire i cassetti e dentro ci sono cose pericolose o li bloccate con i dispositivi appositi oppure cambiate posizione del contenuto.

blocchi

Si acquistano qui:

  • Serratura magnetica con chiav la trovi su Amazon
  • Blocchi sicurezza adesivi li trovi su Amazon

Spostare oggetti pericolosi

La prima cosa che abbiamo spostato nel nostro caso è stata la scatola dei farmaci che è ancora adesso a quasi 2 metri di altezza.

Anche i detersivi  e le bottiglie vanno tolte dalla portata dei bambini.

A proposito di portata dei bambini, le piante sono uno degli obiettivi preferiti.  Ai bambini piace molto strappare le foglie e purtroppo anche a mettersele in bocca. E non tutte le piante sono innocue.

Una soluzione è quella o di mettere le piante fuori di casa se le condizioni climatiche lo permettono, oppure di metterle  in un posto che il bambino non riesce a raggiungere come dietro un divano o sopra una mensola se le piante sono di dimensioni contenute.

Immagino vi starete chiedendo:  ma non si può spiegare al bambino di non toccare? Certo che si,  ma non è detto che vi ascolti, un bambino di 9-10 mesi circa  che gattona vuole un po’ fare quello che vuole e probabilmente capisce che non deve fare una cosa solo dopo che si è fatto male, quindi meglio prevenire.

Attenzione alle fonti di acqua

Quando il bambino gattona e inizia anche a reggersi in piedi, il bidet e il wc sono mete molto ambite… per l’acqua!

In questo caso non ho soluzioni molto utili da darvi: o vi ricordate di chiudere sempre a chiave il bagno (noi non lo abbiamo mai fatto anche perché da quando hanno iniziato a camminare le chiavi sono sparite da casa per evitare chiusure accidentali) oppure sopportate qualche getto di acqua per il bagno quando scopre il divertimento di bagnarsi.

Tutto questo però  deve essere sempre fatto sotto la vostra supervisione: mai lasciare un bambino piccolo con una fonte d’acqua vicino perché si può annegare in pochi centimetri anche se sembra impossibile.

Attenzione anche a non lasciare ai bambini la possibilità di immergere oggetti elettrici in acqua.

Il wc

Giocattoli dentro al water potreste trovarne a volontà come potrebbero essere frequenti i tentativi di abbeverarsi da fonti non consone.

Potreste anche trovare il bambino che volteggia lo spazzolone in giro per casa.

Anche se l’accesso al bagno avviene sempre sotto la vostra supervisione tirate via tutto ciò che può essere pericoloso: saponi, detergenti e profumi in primis.

Esistono dei blocchi per il coperchio del wc ma non sembrano funzionare molto.

Fili

Una cosa a cui non tutti i genitori prestano molta attenzione sono le corde: i fili delle tende, i fili della corrente delle lampade ecc. possono essere pericolosi per i bambini per il rischio di soffocamento.

Pertanto fate in modo che il bambino non vi si possa aggrappare.

Prese corrente

Se l’impianto elettrico della casa è recente, nelle prese nuove non servono più i tappi perché dovrebbero essere già a prova di bambino.

In ogni caso per le prese della corrente ci sono dei comodi ed economici copripresa che evitano inserimenti delle piccole dita, o di oggetti,  nei buchi.

Spigoli & Bernoccoli

Quando il bimbo inizia a camminare attenzione agli spigoli perchè i bernoccoli sono in agguato.

In commercio esistono comodi  copri-spigoli che risparmiano un sacco di  dolore e cerotti!

Si trovano di gomma in varie dimensioni e prezzi.

Esempi:

Paraspigoli per bambini

I mobili

Un ultimo avvertimento sono i mobili non fissati al muro come può essere un carrello porta tv o un tavolino.

I porta tv mobili sono molto pericolosi per il bambino perché il rischio è che si tirino addosso il televisore con conseguenze anche estremamente gravi. Quindi se avete questa soluzione in casa cercate un’alternativa per il televisore.

I telecomandi si romperanno… fatevene una ragione: o comprate i gusci o vi ritroverete prima o po con i tasti volanti in mano. I telecomandi infatti hanno per i bambini la stessa attrattiva dei telefoni cellulari o dei computer.

La cucina

Mai lasciare i bambini da soli in cucina mentre state cucinando.

Il pericolo ustioni è reale. I bambini piccoli amano arrampicarsi sulle sedie e potrebbero farlo anche in prossimità del fornello acceso. In ogni caso cercate sempre di mettere le pentole verso il lato muro per evitare che il bambino possa raggiungere le pentole.

I terrazzi e le finestre

Se avete un terrazzo il bambino non deve in alcun modo la possibilità di aggrapparsi, salire o appigliarsi.

Insomma come vedete c’è da tenere gli occhi bene aperti.

Non sarà per sempre ma i primi del bambino necessitano sempre della supervisione di un adulto. Ovviamente non dovete essere la loro ombra, i bambini hanno bisogno di libertà, di sperimentare e di imparare.

Controllatateli nella giusta misura  ma non metteteli una campana di vetro.  Cominciate già da piccoli a spiegare ai bambini quali cose o azioni sono  pericolose e perchè.

Quando è possibile usate la parolina di avvertimento “ahi!” o “attenzione” se sta facendo qualcosa  di sbagliato.

Pian pianino gli avvertimenti verranno messi in pratica e anche il vostro bambino diventerà un esperto di sicurezza in casa!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!