Per te » Come profumare le stanze di casa in modo naturale

Come profumare le stanze di casa in modo naturale

Vi piacerebbe avere le stanze sempre fresche e con un gradevole odore? Ecco qualche idea per profumare casa in modo naturale o con qualche piccolo "aiutino".

Vi sarà sicuramente capitato, al momento di entrare in casa da amici o parenti, di notare la presenza di un gradevole profumo o, al contrario, di cattivo odore.
Nel primo caso la sorpresa è decisamente piacevole tanto da dare subito la sensazione di entrare in una casa accogliente.
Nel caso in cui invece a darci il benvenuto siano odori sgradevoli, l’impressione che se ne riceve non è altrettanto positiva.

Beh, non pensate che questa cosa accada solo nelle case degli altri.
Se ci fate caso avere cattivi odori capita spesso anche a casa nostra e non è difficile accorgersene ogni volta che lasciamo una stanza e vi rientriamo dopo un po’.

Le cause dei cattivi odori possono essere tante: un sacchetto dei pannolini rimasto aperto, la presenza di animali domestici, l’uso di sigarette, l’umidità, un mobile che sa di antico.

Come mantenere la casa pulita e profumata ogni giorno?

La soluzione per liberare l’ambiente da odori fastidiosi è cercare di trovare la causa e possibilmente eliminarla. Se una causa è impossibile da scovare (a volte capita), si può sempre ricorrere ad un deodorante per ambienti, meglio se naturale.

Ma prima del deodorante c’è da fare qualcos’altro.

Ventilare le stanze

Una delle cose più importanti per mantenere la casa pulita e inodore è ventilare le stanze.  Per fare questo basta aprire porte e finestre e far entrare l’aria fresca. Ovviamente in estate sarà più facile farlo, ma non dimentichiamoci che il ricambio d’aria è importante anche in inverno (se avete paura dell’aria fredda fatelo quando i bambini sono a scuola).
Oltre a togliere i cattivi odori, l’aria fresca dona una nuova vita alla casa ed evita la concentrazione di odori forti che sarebbero poi impossibili da coprire anche con un buon deodorante.

Pulizie minime, ma necessarie

Oltre al ricambio d’aria, pulire la casa di frequente è un’altra azione da fare per non avere cattivi odori nelle stanze. Se non si ha molto tempo per farlo, ci si può concentrare sulle stanze di uso comune da cui gli odori sgradevoli hanno spesso origine e cioè la cucina e il bagno.
Potete aiutarvi con scope elettriche per pulizie veloci o se avete più tempo potete igienizzare con il vapore, ideale per togliere muffe e batteri, causa principale di fastidiosi odori.
Di sicuro è importante ricordarsi di svuotare i cestini soprattutto quello dell’umido e quello dei pannolini dei bambini.

Per approfondire →come pulire casa con i bambini senza usare i detersivi

Come profumare le stanze di casa

Una volta che è stato fatto un minimo di pulizie, si può pensare di trovare il giusto deodorante per ambienti. La scelta dipende da voi, dal vostro gusto e dal tipo di stanza da profumare.

Qui di seguito vi elencherò alcuni suggerimenti su come profumare la casa in maniera naturale evitando, dove è possibile, prodotti chimici.

1. Piante e fiori

Le piante e i fiori sono uno dei metodi naturali più efficaci per profumare la casa. Al momento della fioritura infatti sprigionano un odore gradevole che si diffonde in tutti gli ambienti.
I fiori profumati più comuni da mettere in casa sono le rose, la lavanda, il giacinto, il lilium, il gelsomino.
Ricordate comunque che non ci sono solo i fiori recisi. Tra le varie piante profumate ce ne sono alcune, tipiche da giardino o terrazza, che possono crescere anche dentro casa. Sono per esempio il geranio odoroso, il gelsomino arabo, gli agrumi, l’eucalipto, l’alloro, la gardenia augusta, la begonia Tea Rose, la passiflora, varietà queste particolarmente profumate, i cui aromi restano piacevolmente nell’aria.

Per approfondire piante d’appartamento ideali per profumare casa


2. Pot pourri

Come profumare casa

Se non avete il pollice verde e le piante e i fiori freschi non fanno per voi, per mantenere un piacevole profumo in casa potete usare i pot-pourri.
I pot pourri sono composizioni realizzate con petali di fiori secchi ed oli essenziali, o anche con elementi naturali aromatici come bucce di agrumi, chiodi di garofano, cannella, vaniglia, rosmarino, bacche, spezie.
Creare un pot-pourri di profumi fatto in casa, non è difficile e potete farlo anche voi. Basta solo un po’ di tempo per essiccare i fiori e gli altri elementi che lo compongono. Potete aiutarvi anche con gli oli essenziali.
Oltre a profumare l’ambiente, sono possono diventare elementi decorativi per abbellire la vostra casa.

Per approfondire →come preparare un pot pourri secco


3. Saponi profumati

Come profumare casa

Mettere saponette profumate su apposite ciotole sparse un po’ ovunque è un buon sistema per far “sapere di buono” ambienti piccoli e stanze come il bagno. Questo è un sistema che uso anche io e vi posso garantire che se si usano le saponette giuste e con un buon profumo, sarete sorpresi dalla efficacia. Ovviamente se messe in bagno potete, anzi dovete, usarle. Più le usate più profumano 🙂

Per saperne di più leggi→Sapone naturale: crea facilmente il tuo sapone naturale


4. Aromi naturali

Come profumare casa

Le piante aromatiche o determinati tipi di frutta sono perfetti per coprire gli odori, soprattutto in cucina. Dovete solo sistemarne alcuni in vasi con terra o acqua, come basilico, rosmarino o timo.
Uno degli aromi naturali più conosciuto per profumare è l’ aroma di arancia con chiodi di garofano. Combinando entrambi gli elementi, si diffonderà un aroma molto dolce in tutta la casa. Basta infilare i chiodi di garofano in un’arancia , metterli su un vassoio e lasciare che faccia il resto. Durerà per diversi giorni o addirittura settimane.

Per saperne di più leggi→Aromi, profumi e balsami naturali


5. Candele profumate

Come profumare casa

Un altro metodo molto efficacie per profumare la casa è utilizzare le candele profumate, meglio se fatte in casa con prodotti naturali. La varietà delle candele da fare è infinita a partire dalla forma e dai colori, fino alle profumazioni più disparate. Si possono fare candele dai profumi più classici a quelli con gli odori di casa tipo il profumo di abiti appena lavati (ideali da mettere in bagno), fino alle candele profumate ai biscotti, particolarmente indicate per la cucina. La scelta per trovare l’aroma giusto per noi è optare per quello che ci evoca i ricordi più belli.

Per saperne di più leggi→ come fare candele profumate fatte in casa


6. Oli essenziali

Gli oli essenziali sono le sostanze più utilizzate per profumare la casa. Si tratta di sostanze oleose di origine vegetale ricavate da fiori, foglie, steli, radici. Quello che si ottiene è un concentrato di profumo che va utilizzato a piccole dosi (bastano davvero poche gocce). Gli oli essenziali più utilizzati sono:

  • Agrumi: arancia, pompelmo, mandarino, limone, cedro, bergamotto hanno un delizioso aroma che sa di fresco e di pulito. Scegliete quello che preferite e mettetelo nell’ingresso di casa. Darà un piacevole benvenuto per gli ospiti che entrano.
  • Sandalo, quercia, pino e tutte le essenze legnose sono profumi forti e decisi che vanno bene per profumare il bagno. Se avete una vasca potete metterne qualche goccia nell’acqua prima di fare il bagno,  in un pot pourri o diffusore da tenere su un mobiletto oppure nell’acqua degli umidificatori da termosifone.
  • Lavanda, melissa, camomilla, nardo, mirto o neroli hanno un profumo più romantico con funzione calmante e tranquillizzante. Favorendo calma e pace sono particolarmente indicati per la camera da letto e per agevolare il sonno in chi fa fatica ad addormentarsi.
  • Gelsomino, neroli, ylang-ylang, fiore di tiarè, vaniglia sono profumi piacevoli che danno l’idea di pulizia e che spesso evocano sensazioni legate alla bella stagione. Per questo sono particolarmente adatti per il soggiorno o lo studio.
  • Menta ed eucalyptus invece, avendo un odore molto rinfrescante, sono adatti per le stanze di casa particolarmente calde o in tutti quei momenti in cui si abbia bisogno di facilitare la respirazione.

Ma come usare questi oli?

Ci sono varie alternative.
Diffusori: sono dispositivi che consentono all’essenza di disperdersi nell’ambiente, senza la necessità di miscelarlo con acqua o altri oli. Ci sono quelli elettrici e quelli diffusori con con i bastoncini.
Brucia essenze: rappresentano anche un’opzione per l’aroma. Hai bisogno di una candela e un po ‘di olio vegetale di oliva o di mandorle. Alcune gocce di olio essenziale vengono aggiunte a questa base.
Lampadina: in questo caso è una soluzione piuttosto casalinga ma funziona. Basta spalmare due gocce di olio essenziale in una lampadina spenta. Dopo averla accesa, il suo calore rilascerà delicatamente il profumo.


E tu quale scegli?

Come avete visto, c’è una grande varietà di essenze con cui profumare le stanze di casa nostra. Gli elementi naturali sono una risorsa preziosa da contemplare, date le piacevoli sensazioni che provocano e i loro diversi vantaggi.
Voi quale preferite?

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Hai un dubbio da chiarire (anche in forma anomina) o una esperienza da raccontare? Vieni a parlare con noi, ti stiamo aspettiamo!💬 Vai al forum

Doria Vannozzi

Mi chiamo Doria e sono appassionata di web, comunicazione e creatività. Amo tantissimo fare lavori manuali, probabilmente ce l’ho nel dna.
La stanza in cui lavoro è piena di libri, stoffe, gomitoli e cassette degli arnesi…praticamente una via di mezzo tra una biblioteca, una sartoria e un’officina.