Pulizie con bimbi piccoli: per igienizzare la casa è meglio il vapore?

Quando in una casa arriva un bambino, le abitudini e le priorità dei genitori inevitabilmente cambiano. Per esempio, una delle cose che richiede maggiore attenzione è l’igiene della casa e degli oggetti del piccolo. I bambini piccoli non hanno ancora un sistema immunitario pienamente sviluppato, quindi sono più sensibili alle infezioni rispetto agli adulti.

Ciao, posso accompagnarti nei primi mesi del tuo piccolo?
Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. Elena.
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Per questo si acquistano nuovi prodotti, si intensifica la frequenza delle pulizie e si cerca di adattare le precedenti abitudini con le nuove esigenze. Tutto questo però si traduce in maggior consumo di detersivi, maggiori spese, tanta fatica e poco tempo a disposizione.

Pulizie a vapore: una valida alternativa per le pulizie con bimbi piccoli

Per rendere la casa un luogo pulito e sicuro, una soluzione alternativa ai metodi di pulizia tradizionali è senza dubbio la pulizia a vapore.
Il funzionamento è abbastanza semplice. Il vapore- che si forma dal riscaldamento dell’acqua contenuta nel serbatoio della macchina- è in grado di sciogliere lo sporco, rimuovere macchie, muffa e incrostazioni, oltre a igienizzare uccidendo germi e batteri. Insomma, diciamo che è una bella alternativa oltre che una scelta sana e rispettosa dell’ambiente (il che non vuol dire essere maniaci dell’igiene).

Pulizie con bimbi piccoli: pro e contro della pulizia a vapore

Per quanto riguarda l’utilizzo delle scope o macchine a vapore in genere, c’è chi ne parla bene e chi ne parla male. Secondo alcune mamme maneggiare questo tipo di elettrodomestici sarebbe troppo impegnativo e poco pratico. Alcune lamentano macchine troppo pesanti e poco maneggevoli, altre invece dicono che ci voglia troppo tempo per montarle, altre ancora che per eliminare lo sporco ostinato occorre ben più di una passata e che se non si regola bene il vapore si possono fare anche danni.
Chi lo utilizza con soddisfazione invece in genere esprime giudizi molto positivi. Affermano che con il prodotto a vapore giusto riescono a pulire e igienizzare la casa velocemente e in modo eco e che non comprando più detersivi risparmiano denaro.
Ma vediamo in particolare i vantaggi e gli svantaggi.

Maggiore igiene e sicurezza contro allergie

La forza del vapore sgrassa, pulisce e neutralizza batteri, germi e acari. Diciamo che con un bambino piccolo in casa che gattona e gioca portandosi in bocca le cose, questo è il modo più sano di fare le pulizie (soprattutto se poi ci sono animali in casa). Inoltre i pulitori a vapore sono diventati uno strumento di pulizia preferito nelle famiglie dove in casa ci sono bambini con allergie, asma e sensibilità chimiche.

Soluzione eco ed economica

Come si può intuire con il vapore non c’è più bisogno di acquistare detersivi e prodotti igienizzanti e l’investimento iniziale verrà ammortizzato in breve tempo.
Se però si fa l’acquisto e poi non si usa la macchina, è ovvio che il risparmio non c’è. Quindi pensate bene al tipo di pulitore che volete acquistare e poi…usatelo!
Inoltre pulire e igienizzare solo con il vapore permette di evitare detergenti e altri prodotti chimici inquinanti. Il consumo d’acqua è modesto, anche se quello di energia elettrica un po’ meno.

Rapido e pratico o lento e ingombrante?

Una delle critiche che viene mossa più spesso verso l’uso delle macchine a vapore è che sarebbero poco pratiche. Tra montarle e far scaldare l’acqua passerebbe troppo tempo e questo scoraggia molte. Vero. Questo succede con i vecchi dispositivi a traino pesanti, ingombranti e lenti nel riscaldare l’acqua (tipo le lavapavimenti a caldo, sconsigliate un po’ da tutti). Oggi però in commercio ci sono scope e pistole a vapore (sui modelli meglio farsi consigliare del rivenditore) che a detta di chi le ha provate sono leggere e poco ingombranti, rapide (scaldano l’acqua in pochi minuti) e piuttosto facili da usare. Di sicuro sono un’alternativa più sana del vecchio -e non igienicissimo- mocio.

Pavimenti troppo bagnati

Un’altra lamentela che ho letto spesso è che molte scope a vapore lasciano il pavimento troppo bagnato. Il principio di funzionamento delle scope infatti è che il vapore viene iniettato nel panno con l’intento di bagnarlo e di riscaldarlo. Spesso però succede che il panno si impregna troppo e quindi in fase di pulizia non assorbe bene lo sporco, lascia aloni e pavimento bagnato. Ci sono però alcune macchine a vapore che non presentano questo inconveniente. Informatevi prima dell’acquisto.

Pulizie con bimbi piccoli: cosa si può pulire con il vapore

Le cose che si possono pulire con il vapore in una casa dove c’è un bambino sono tantissime a partire dai pavimenti, ai tappeti, alle superfici di cucina, alle piastrelle, per non parlare del bagno. Ma oltre le cose più ovvie, ecco altri piccoli suggerimenti (anche se sono sicura troverete un centinaio di usi in più alla vostra scopa a vapore o vaporetto).

Seggioloni

Chiunque ha un bambino piccolo sa perfettamente che il seggiolone non è l’accessorio per bambini più pulito della casa (soprattutto dopo la pappa). I residui di cibo infatti possono essere terreno fertile per i batteri. La pulizia del seggiolone con il vapore quindi può igienizzare tutto (anche nelle pieghe della seduta) senza l’utilizzo di prodotti chimici

Tappeti e moquette

Tappeti e moquette in una casa con bambini piccoli sarebbe meglio non ci fossero. Nel caso comunque, la pulizia a vapore potrebbe darvi una mano a igienizzare, smacchiare e ravvivare i colori. Ricordatevi comunque che per una pulizia profonda, solo il vapore serve a poco: prima occorre dare una bella passata con l’aspirapolvere!

Culle, lettini e materassi

I pulitori a vapore sono ottimi anche per le culle. Anche se a prima vista potrebbe sembrare che la culla sia pulita, spesso è bene igienizzarla soprattutto perché ospita gli acari della polvere. Il vapore può uccidere queste creature invisibili e sanificare questa ambiente così delicato e importante

Giocattoli

Molti giocattoli, inclusi peluches e orsacchiotti, possono essere puliti in modo rapido e sicuro con un pulitore a vapore. Non solo lascerà un odore fresco e pulito, ma ucciderà anche tutti i acari e batteri che potrebbero nascondersi sulla loro superficie. E poi si possono anche pulire le scatole dei giocattoli. Sappiamo tutti quanto possano diventare sporche vero?

Secchi per pannolini, riduttori e vasini

I secchi per pannolini non solo pullulano di batteri, ma sono anche piuttosto maleodoranti. Di solito le persone li puliscono con la candeggina, ma la pulizia a vapore è sicuramente una alternativa più sana ed ecologica (soprattutto per la pelle dei piccoli che deve stare a contatto col vasino).

Cose da non pulire con il vapore

Queste macchine per la pulizia possono essere utilizzate per pulire centinaia, di cose dentro e fuori la casa. Tuttavia, ci sono alcune cose che non dovrebbero essere pulite con il vapore, per esempio:
• cose troppo delicate (plastiche sottili, tessuti delicati, articoli in lana, rivestimenti in velluto);
• articoli molto porosi (mattoni, marmo, stucco, legno non laminato o non trattato);
• oggetti e materiali elettronici ( tutto ciò che può essere danneggiato da acqua o calore non dovrebbe mai essere pulito a vapore).

Costi

Oggi sul mercato ci sono prodotti abbastanza economici e per tutte le tasche. Si va dalle pistole portatili, il cui costo si aggira intorno alle 30 euro, alle scope a vapore (50 euro circa), fino ai modelli tradizionali a traino che vanno dai 70 euro in su  (fino a sfiorare i 1000 con i modelli semi professionali o professionali).
Diciamo quindi che, rispetto al passato, i costi si sono un po’ abbassati. Se prima la pulizia a vapore imponeva di fare un investimento piuttosto oneroso, adesso siamo più liberi di scegliere. L’importante è trovare il prodotto giusto per le nostre esigenze.


Detto questo consiglio di ponderare bene la scelta in base alle proprie esigenze e abitudini. Leggete opinioni e recensioni, chiedete alle mamme che hanno già una macchina a vapore in casa.
E se comunque è vero che è bene fare attenzione alla igiene della casa, della biancheria e di tutto ciò che può venire in contatto col bebè, è anche vero che non bisogna farsi prendere dalla mania di igienizzare tutto, perché una “casa sterile” non è necessaria.

Doria Vannozzi

Mi chiamo Doria e sono appassionata di web, comunicazione e creatività. Amo tantissimo fare lavori manuali, probabilmente ce l’ho nel dna.
La stanza in cui lavoro è piena di libri, stoffe, gomitoli e cassette degli arnesi…praticamente una via di mezzo tra una biblioteca, una sartoria e un’officina.

Lascia un commento