Madegus – Maestri del Gusto

Madegus è una società spin off accademico[1] che si occupa di educazione alimentare e divulgazione ludico scientifica nel campo dell’alimentazione.

Chi siamo? La nostra storia

Il progetto Madegus nasce come esperienza di ricerca universitaria nel 2009 ideando e realizzando i primi laboratori di educazione alimentare in tutte le scuole del Comune di Parma, all’interno di Giocampus Scuola, programma didattico di educazione motoria e alimentare promosso dall’alleanza educativa tra Barilla, Comune di Parma, Coni Emilia Romagna, Ufficio Scolastico Emilia Romagna, Università di Parma e Cus Parma.

Nel 2013 Madegus si costituisce spin off Universitario riunendo professionisti con diverse competenze e attitudini nel trasmettere un corretto stile di vita alimentare e motorio.

Cosa facciamo?

madegus

Madegus studia, progetta e realizza laboratori, eventi ed interventi divulgativi in ambito scolastico ed extrascolastico, manifestazioni culturali e scientifiche nel campo dell’alimentazione e della nutrizione umana.

Il nostro metodo

Il metodo Madegus è caratterizzato da una figura professionale esperta, il Maestro del Gusto, che attraverso l’unione di un linguaggio adatto all’età, giochi e strumenti didattici appositamente creati, esperimenti scientifici e una modalità d’interazione pratica e diretta, trasmette l’educazione alimentare a bambini e adulti.

[1]  Imprese nate per iniziativa di soggetti impegnati in contesto accademico o istituzionale, finalizzate all’utilizzo industriale dei risultati della ricerca e allo sviluppo di nuovi prodotti e servizi, tramite l’utilizzo delle strutture dipartimentali.

Sito web: madegus.com

Su facebook: www.facebook.com/pages/Madegus/104007193115730

Articoli pubblicati su Periodofertile.it

Prima pappa a 6 mesi: ingredienti e preparazione. Come si organizzano pasti e poppate?

prima pappa 6 mesi

Il lattante a sei mesi è pronto a ricevere la sua prima pappa, perchè è pronto a introdurre cibi solidi, a masticare e deglutire. Proteine, vitamine, ferro e zinco sono i nutrienti essenziali che l’alimentazione lattea non riesce più a fornire adeguatamente. Ecco che allora è fondamentale iniziare a somministrare altri alimenti, anche se potranno […]

Continua...


Zuccheri, sale e proteine: quali sono gli errori dello svezzamento?

errori svezzamento

Solitamente, per i primi 6 mesi di allattamento, il latte è in grado di soddisfare tutte le esigenze del lattante. Tuttavia, il timing del “divezzamento” (o svezzamento)  o dell’alimentazione complementare, non è uguale per tutti ma dipende da numerose variabili individuali: per esempio alcune specifiche richieste nutrizionali del bambino, il suo sviluppo neurofisiologico, la crescita […]

Continua...


I primi 6 mesi di allattamento: quali nutrienti sono importanti per la madre?

nutrienti in allattamento

I primi 1000 giorni di vita del bambino (dal concepimento fino ai due anni) rappresentano un periodo chiave per la prevenzione delle malattie in età adulta, attraverso un apporto adeguato di energia, macro e micronutrienti e un progressivo inserimento degli alimenti corretti in sostituzione al latte materno. Secondo l’EFSA (European Food Safety Authority) nei primi […]

Continua...


Si può dimagrire nel post parto, in allattamento?

dimagrire dopo la gravidanza

La maggior parte delle donne riduce o abbandona l’attività fisica durante la gravidanza per paura di eventi sfavorevoli sulla salute del feto; tale atteggiamento comporta spesso un eccessivo aumento ponderale, con effetti che nel breve termine si manifestano come elevato peso alla nascita, adiposità e alterazioni del metabolismo glicemico nel bambino. È stato stimato che […]

Continua...


Attività fisica in gravidanza: cosa si può fare ogni giorno per mantenersi in forma?

attività fisica gravidanza

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, (OMS) raccomanda agli adulti in generale 150 minuti di attività aerobica moderata, o 75 minuti equivalenti di attività intensa, a settimana; Che cosa cambia per chi è in gravidanza? Le raccomandazioni rimangono le stesse, ma con le dovute precauzioni. Infatti non è pericoloso, anzi, è vivamente consigliato a tutte le donne […]

Continua...


Quanto aumenta il fabbisogno energetico in gravidanza?

Durante la gravidanza il corpo della mamma si trasforma di giorno in giorno, assecondando le esigenze del feto: le nuove richieste energetiche si devono alla sintesi di nuovi tessuti (ghiandole mammarie, utero e placenta), al deposito di trigliceridi nel tessuto adiposo e alle necessità metaboliche che si accrescono progressivamente. Il metabolismo basale In condizioni normali, […]

Continua...


Il microbiota in gravidanza

gravidanza

Negli ultimi anni, gli studi scientifici hanno attribuito sempre più importanza al “microbiota”, definito come l’insieme dei microrganismi di differenti specie che abitano il nostro corpo, sia internamente che esternamente. Le specie che lo compongono variano da individuo a individuo: se infatti per il 99,9% gli esseri umani sono simili nel patrimonio genetico, per il […]

Continua...


Diabete gestazionale e dieta mediterranea

diabete gestazionale

Il diabete gestazionale, o diabete mellito gestazionale (GDM) è una delle complicazioni più comuni che può generarsi durante la seconda parte della gravidanza. Si stima che in Europa la prevalenza vari dal 2% all’11%, con una maggiore diffusione nei paesi mediterranei. Sintomi Se una donna sviluppa il GDM, i suoi livelli di glucosio nel sangue […]

Continua...


L’ educazione al gusto inizia nella pancia della mamma

educazione al gusto gravidanza

Sappiamo che il senso del gusto si forma da piccoli e che il momento dello svezzamento, intorno al quarto-quinto mese di vita, viene considerato il punto di partenza per la sua formazione. Tuttavia, prima di questa fase, la madre può intervenire in altri momenti per guidare il bambino attraverso la conoscenza dei sapori. Recenti studi […]

Continua...


Come distribuire i pasti nella giornata

Per una corretta alimentazione, nell’arco della giornata si dovrebbero fare ben cinque pasti distinti: i tre principali (colazione, pranzo e cena) e due spuntini. La colazione La colazione è il primo pasto della giornata che interrompe il digiuno notturno di 10-12 ore. Secondo le Linee guida dovrebbe fornire il 15-20 % di tutta l’energia quotidiana […]

Continua...


Colazione: perché è così importante?

Secondo le Linee guida per una corretta alimentazione italiana, la colazione è il pasto che dovrebbe fornire circa il 15-20% dell’energia giornaliera. Ciò nonostante è stato rilevato che circa il 10-30% dei bambini italiani salta la prima colazione, principalmente per mancanza di tempo o inappetenza mattutina. La colazione è il primo pieno di energia che […]

Continua...


Quanta acqua devono bere neonati e bambini?

Il nostro corpo è composto per un’alta percentuale da acqua. Nel neonato l’acqua rappresenta il 75% circa del peso corporeo. Questa quantità diminuisce con l’avanzare dell’età, fino a raggiungere valori intorno al 55-60% in età adulta; per esempio, un bambino di 30 kg contiene circa 20 litri di acqua. L’acqua è fondamentale per lo svolgimento […]

Continua...


Svezzamento e sale: usarlo o no?

L’OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità) raccomanda un consumo di sale nella dieta degli adulti inferiore a 5 grammi. Per quanto riguarda i bambini, le dosi sono decisamente inferiori tant’è che fino al nono mese di vita se ne sconsiglia l’aggiunta ai cibi. Il sale nascosto Un alimento contiene già naturalmente il sale. Può essere […]

Continua...


Alimentazione prima infanzia: meglio limitare l’uso dello zucchero

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sconsiglia l’aggiunta di zucchero almeno per i primi 12 mesi di vita, infatti gli zuccheri sono già presenti naturalmente nei cibi che assumiamo. In 100 grammi di mela, per esempio, vi sono 10 grammi di zucchero. Perché dunque zuccherare una macedonia? Sono piccoli accorgimenti che si rivelano ottime attenzioni verso […]

Continua...


Merendine: sì o no?

Possiamo offrire le merendine ai nostri bambini oppure no? I pasti consigliati per la giornata alimentare di adulti e bambini sono 5: colazione, pranzo, cena e due spuntini. Lo ribadiscono l’Organizzazione Mondiale per la Sanità e la SIP (Società Italiana di Pediatria), che sottolinea inoltre l’importanza della merenda, grazie alla quale vi è una migliore […]

Continua...


Occhio all’etichetta! Cosa guardare sulle confezioni

L’etichetta di un prodotto alimentare è un concentrato di informazioni e diventa lo strumento indispensabile per identificare il prodotto che meglio soddisfa le nostre esigenze . Se gli imballaggi possono assumere forme e colori svariati per meglio accattivare l’occhio del consumatore, l’etichettatura segue norme legislative ben definite. Per il produttore vi è una serie di indicazioni obbligatorie […]

Continua...


Latte di crescita, si o no?

latte di crescita

L’OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità) raccomanda l’allattamento esclusivo al seno fino al sesto mese di vita, proseguendo poi quanto più possibile in parallelo al divezzamento. Il latte materno, infatti, è l’alimento più completo da offrire ai neonati. È ricco di sali minerali, proteine, acidi grassi essenziali e altri nutrienti utili al corretto sviluppo del […]

Continua...


Il latte vaccino: quando e perchè?

La raccomandazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è di allattare con latte materno, almeno fino a 6 mesi e se ciò non è possibile, ricorrere al latte di crescita (o latte formulato), tuttavia, se possibile, il latte materno va integrato, non eliminato nel momento dello svezzamento perché fornisce quantità elevate di acidi grassi a catena molto […]

Continua...


12 consigli per iniziare lo svezzamento nel modo giusto

Le nostre nonne, non conoscendo la moderna scienza dell’alimentazione, si affidavano alla tradizione e al buon senso. Nonostante ciò i loro figli sono cresciuti, anche se talvolta con alcune carenze alimentari che possono aver causato loro problemi di salute in età adulta. Oggi sappiamo che la corretta ed equilibrata alimentazione è importante per la salute […]

Continua...


Guida completa allo svezzamento e alla alimentazione complementare (autosvezzamento)

svezzamento

Da alcuni anni le modalità con cui affrontare il passaggio dall’alimentazione esclusiva al seno o latte artificiale all’alimentazione solida, sono cambiate. Alcuni pediatri propongono linee guida per l’introduzione graduale degli alimenti, che nell’arco di due o tre mesi dall’inizio dello svezzamento permettono di arrivare ad un’alimentazione completa, altri lasciano completamente in mano alla madre o […]

Continua...


Svezzamento: quando iniziare e perché

Negli ultimi 30 anni le modalità di svezzamento suggerite dai pediatri sono mutate periodicamente, creando purtroppo confusione intorno all’argomento, che invece ritengo sia delicato e vada affrontato cercando di suggerire alle famiglie punti di riferimento utili e chiari. La conseguenza di tutto ciò è che madri e padri che hanno perso fiducia negli organi preposti […]

Continua...


Alimentazione e salute del bambino: di quali nutrienti ha bisogno per crescere?

La scienza della nutrizione si caratterizza per una sempre maggior attenzione non solo agli effetti immediatamente rilevabili di una corretta alimentazione, ma anche alle modificazioni che possono avvenire nel lungo termine. Per questo programmare con coscienza i fabbisogni di energia e nutrienti nella dieta del proprio bambino, può migliorare la salute fin dalla prima infanzia. […]

Continua...


Non riesco ad aumentare di peso in gravidanza: è pericoloso per il bambino?

Sono al 5 mese di gravidanza. Purtroppo fino adesso ho perso 2-3 kili perchè ho avuto molta nausea. Adesso credevo di aver messo su qualcosa invece alla visita quando mi hanno pesato ero sempre ferma allo stesso peso di 20 giorni fa. La ginecologa mi ha detto che per la prossima visita (tra due mesi) […]

Continua...


Il latte artificiale: dosi, preparazione e conservazione

Molte mamme si trovano nella condizione di non poter allattare il proprio bambino per vari motivi, è quindi importante scegliere un buon latte artificiale per assicurare al bambino il miglior nutrimento possibile. E’ importante conoscere bene le regole per la preparazione dell’alimento evitando che possano insorgere disturbi causati da una cattiva igiene alimentare. Per prima […]

Continua...