Temperatura in casa quando c’è un neonato

Quando un bambino nasce in ospedale, in particolare in inverno, vi sarete accorti  che nelle stanze c’è spesso una temperatura quasi tropicale. Vi chiederete: devo tenere questa temperatura negli ambienti una volta tornati a casa?

Vediamo qual è la temperatura migliore da tenere in casa, nelle stanze in cui si vive, in quelle in cui si dorme, quando si fa il bagnetto,  quando il bambino ha la febbre, in estate, in inverno o  quando si viaggia in auto.

Cercheremo inoltre di rispondere ai tanti dubbi che possono assalire i neogenitori.

La temperatura da tenere in casa quando c’è un neonato

I neonati, durante le prime settimane di vita non sono bravissimi a termoregolare, capacità che acquisiscono crescendo, intorno ai tre mesi di vita.

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Nelle prime settimane pertanto possono soffrire un po’ il freddo  dato che la loro superficie corporea  è in proporzione più ampia rispetto al loro peso .

Abbiamo spiegato dettagliatamente come vestire un neonato  in casa, cercando di applicare la regola dello strato in più rispetto agli adulti:

Se il bambino fatica a mantenere il calore corporeo può risultare irrequieto,  aumenta la frequenza di respirazione e può mettersi a piangere.

La temperatura in casa

Durate l’inverno si consiglia una temperatura in casa compresa tra i 20 e i 22 gradi circa, in estate tra i 20 e i 23 gradi.

In ogni caso è importate che l’aria non sia troppo secca, in particolare in inverno. L’aria secca infatti  secca che il muco presente nelle vie aeree del bambino, muco che è necessario per portare all’esterno  polveri e microbi che si respirano. Per questo l’aria secca può favorire irritazioni i e infezioni  alle vie respiratorie. Per umidificare correttamente l’aria in casa si possono utilizzare gli umidificatori a vapore o a ultrasuoni. 

temperatura in casa neonato

La temperatura nella stanza del bagnetto

La stanza del bagnetto deve avere la stessa temperatura degli ambienti in cui si vive quindi circa 20-22 gradi. Se vi sembra fredda, scaldatela prima con una stufetta e spegnetela prima di procedere con il bagnetto per motivi di sicurezza.

L’acqua deve avere una temperatura di 36-37 gradi.

Dopo il bagnetto rivestitelo sempre in questa stanza per evitare sbalzi di temperatura.

La temperatura durante la notte

Una regola che vale per grandi e piccoli, è tenere nelle stanze in cui si dorme una temperatura non superiori ai 18 gradi centigradi,  con una percentuale di umidità di circa il 60%.

Se il bambino ha la febbre?

Se il bambino ha la febbre non andrebbe coperto anzi, andrebbe scoperto per favorire la perdita di calore. L’importante è che la temperatura ambientale sia quella raccomandata.

La temperatura in auto?

In inverno quando il bambino ha giubbetti e giubbotti, questi per sua sicurezza dovrebbero essere tolti.  Il bambino andrebbe allacciato al seggiolino e poi coperto con una copertina o con la giacca stessa.

I giubbotti indossati sotto le cinture potrebbero infatti rendere meno efficace la tenuta delle stesse.

In auto va tenuta una temperatura come quella in casa, quindi in inverno se la macchina  è fuori scaldatela un po’ prima di portarci  dento il bambino. Discorso simile in estate: rinfrescate l’abitacolo prima di mettere in auto il bambino.

Si può usare il climatizzatore in casa?

Certamente, cercando di mantenere una temperatura di 20-23 gradi. Il ventilatore invece non è molto utile perchè muove semplicemente l’aria calda.

Coe capire se il bambino sta soffrendo il caldo?

I più piccoli non vanno mai portati fuori nelle ore più calde della giornata, dalle 11 alle 17 e devono essere vestiti in maniera adeguata, spesso il meno possibile.

Quando all’esterno le temperature raggiungono i 38-40 gradi , il corpo fatica a tenere una temperatura  normale di circa 37 gradi e reagisce sudando. Anche i bambini molto piccoli sudano anche se in modo meno evidente.

Se in casa non potete climatizzare, e fa molto caldo, lasciatelo con il solo pannolino.

Rinfrescatelo spesso facendogli un bagnetto e idratatelo con il latte  materno se allattato esclusivamente al seno oppure con  acqua,  tisane, centrifugati di frutta se svezzato. Al bambino deve sempre essere dato da bere in caso di temperature molto alte per evitare la disidratazione.

Riferimenti utili 

La grande enciclopedia del bambino da 0 a 1 anno. Sfera editore.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!