Giochi sensoriali tattili per esplorare con le mani

Il tatto svolge un ruolo importante sia nello sviluppo delle capacità comunicative dei bambini, sia nella loro capacità di partecipare alle attività fisiche. Anche se spesso si pensa a questo senso come allo stimolo percepito solo dalle mani, il tatto comprende qualsiasi input registrato dalla pelle di tutto il corpo, quindi anche dai piedini. Ogni volta che il bambino tocca qualcosa perciò, il cervello riceve un messaggio, assimila informazioni, prende decisioni.
Per questo è il primo senso con cui i bambini imparano a conoscere e a comunicare col mondo e il primo che li aiuta a legare con i loro genitori.

Nei primi mesi di vita i bambini amano essere toccati e coccolati. Per stimolare senso del tatto nel neonato, i genitori possono abbracciare, sfiorare, massaggiare e palpare la pelle del loro piccolo. I momenti migliori per farlo sono il bagnetto e ogni momento di cambio e libertà.

Con la crescita poi i piccoli usano il tatto per esplorare se stessi: verso il 4 mese si mettono in bocca le mani, si toccano viso e piedini per poi passare da 6/7 mesi in poi ad afferrare gli oggetti ed esplorarli.
In questa fase è possibile proporre loro attività e giochi per stimolare il senso del tatto.

Giochi sensoriali tattili che aiutano a stimolare il senso del tatto

Seguendo le indicazioni del metodo montessoriano, i migliori giochi sensoriali per bambini sono quelli fatti in casa, cioè costruiti con materiali, oggetti o cibi che i bambini vedono utilizzare quotidianamente da mamma e papà. Ma se è vero che costruire giochi fai da te è piuttosto semplice, è anche vero che non tutti i genitori possono avere il tempo o le capacità per crearli da soli.

Per questo motivo e per orientarvi nella scelta dei giochi sensoriali tattili da proporre al vostro bambino, ho pensato di suggerirvi sia giochi da costruire in casa che da acquistare (che è la soluzione più adatta nel caso in cui si debba fare un regalo).

Libri sensoriali tattili

I libri tattili sono quei libricini, in stoffa o di cartone rigido, che hanno elementi lisci, ruvidi, morbidi, con il pelo e così via e che sono davvero utili per stimolare il tatto.

Se vi piace il fai da te e avete po’ di manualità, potete costruire un libro tattile da sole utilizzando fogli di feltro o pannolenci su cui cucire o incollare elementi morbidi o ruvidi, rumorosi o mobili, in tinta unita o in fantasia che i bambini possono toccare, accarezzare, stropicciare.
Ne abbiamo parlato qui→ Libro di feltro e libro di stoffa.

Se invece il fai da te non fa al caso vostro e preferite un libro sensoriale da acquistare ecco qui quattro libri sensoriali adatti per stimolare il senso del tatto. Sono tutti molto carini e simpatici, hanno pagine rigide ed elementi da toccare ed esplorare con le dita e le mani.
Dove trovarli:

Ciao, posso accompagnarti nei primi mesi del tuo piccolo?
Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. Elena.
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.
  1. Libro tattile segui col dito
  2. Libro tattile chi si nasconde
  3. Il mio primo carezzalibro
  4. Tocca e senti Gli-animali del mondo

Tappeto sensoriale tattile

I tappetini per bambini più adatti per stimolare il senso del tatto sono quei tappetini sensoriali che presentano parti in rilievo superfici sensorialmente diverse da toccare, accarezzare, sollevare, muovere.

Come per i libri tattili anche per i tappetini è possibile la soluzione fai da te. Basta cucire un tappetino imbottito con avanzi di stoffa colorati sopra il quale cucire o incollare ritagli di tessuti e superfici dalla consistenza diversa, fili di lana, stoffe diverse al tatto.
Ne abbiamo parlato qui→ tappetino sensoriale fai da te

L’alternativa più semplice al fai da te è acquistare un tappetino sensoriale come quello in foto, che presenta parti in rilievo per stimolare il tatto e altri elementi gioco di tipo sonoro.
Dove trovarlo→ Tappeto-Fattoria


Pannelli e tavolette tattili

I pannelli e le tavolette sensoriali sono dei giochi fatti di legno dove è possibile fissare oggetti e materiali in grado di suscitare curiosità nei bambini.

Sui pannelli e sulle le tavolette tattili si possono attaccare superfici lisce, ondulate, ruvide, fredde e calde, dure e morbide, pelose e vellutate ricavate da pezzi di carta e cartone, carta vetrata, legno, marmo, ferro, stoffe, tele e pezzetti di moquet, fili e nastri, e così via. I bambini saranno stimolati a toccare, accarezzare ed esplorare con il tatto riconoscendone le differenze.
Se vi piace costruirne in casa ne abbiamo parlato qui→ Come costruire Pannelli tattili
Mentre se preferite comprare delle tavolette già pronte potete provare questi:

  1. gioco  della memoria tattile;
  2. tavolette sensoriali termiche.

Carte sensoriali tattili

Le carte sensoriali  tattili sono un po’ più pratiche delle tavolette di legno, ma hanno il medesimo scopo: stimolare il senso del tatto. Le carte sensoriali fai da te potete costruirle con materiali che trovate in casa. Basta ritagliare dei rettangoli di cartone e attaccare sopra i materiali che preferire. Vanno bene tessuti e carte di tutti i tipi, piume, pezzetti di spugna, sughero, ma anche alimenti come legumi, chicchi di caffè, e così via, che i bambini dovranno toccare, esplorare, imparare a riconoscere.

In alternativa al fai da te, vi consiglio questi due bei giochi sul senso del tatto:

  1. Il cofanetto sensoriale stile Montessoriche contiene: 5 carte tattili per morbido, liscio, pungente, ruvido, appiccicoso e 20 carte tematiche da associare alle carte tattili che aiuteranno il bambino a sviluppare un linguaggio ricco e preciso.
  2. Le carte tattili con gli animali gioco che contiene una ruota che riporta 6 diversi materiali e 18 tessere diverse. I bambini dovranno girare la freccia, toccare il materiale che viene indicato (che dovrebbe rappresentare il pelo degli animali) e cercare nel sacchetto la tessera dell’animale corrispondente.

Giochi tattili sul senso senso stereognostico

Col termine “senso stereognostico” si intende la capacità di riconoscere gli oggetti tramite l’aiuto simultaneo del senso del tatto e della palpazione. L’esercizio si svolge in assenza di informazioni visive e uditive, utilizzando solo le informazioni tattili come la texture, le dimensioni, le proprietà spaziali, la temperatura degli oggetti. Come si capisce quindi la cosa va ben oltre il mero sviluppo del senso tattile. Per questo i bambini a cui si propone questo tipo di giochi sono già più grandicelli (3+).

Giochi tattili di questo tipo si possono costruire in casa semplicemente con l’uso di scatole di cartone o semplicemente sacchetti di stoffa. Dentro ci si possono mettere oggetti più svariati che i bambini dovranno riconosere semplicemente toccandone la sagoma e palpandone le caratteristiche. Qui alcuni esempi di giochi fatti in casa:

  1. Mistery box fai da te
  2. Mistery bag fai da te

Se non volete cimentarvi nel bricolage e preferite una soluzione più fast, ecco due giochi moto carini che potete acquistare su Amazon:

  1. Il muro del tatto è un gioco in stile montessoriano davvero divertente stimolante. Vari oggetti vanno messi nel sacchetto di tessuto che si trova dietro al muro di legno. I bambini, mettendo le manine dentro, dovranno scoprire che cosa stanno toccando.
  2. I sacchetti per il riconoscimento tattile è un gioco molto carino che stimola i bambini a riconoscere gli oggetti toccandoli. Molto bello anche da fissare al muro nella cameretta.

Per approfondire il mondo dei sensi potete lanche leggere:

Doria Vannozzi

Mi chiamo Doria e sono appassionata di web, comunicazione e creatività. Amo tantissimo fare lavori manuali, probabilmente ce l’ho nel dna.
La stanza in cui lavoro è piena di libri, stoffe, gomitoli e cassette degli arnesi…praticamente una via di mezzo tra una biblioteca, una sartoria e un’officina.

Lascia un commento