Come fare i lavaggi nasali al neonato?

I lavaggi nasali, per pulire il nasino del bambino,  sono l’incubo dei genitori e lo diventano anche per i bambini se ci vedono preoccupati, apprensivi e in ansia nel momento in cui ci accingiamo a farli.

Sono degli accorgimenti necessari quando il bambino ha il naso chiuso e non respira bene e non è ancora in grado si soffiarsi il naso da solo.

Per fare i lavaggi nasali servono

  • acqua fisiologia monouso o fatta in casa
  • un po’ di pazienza e tranquillità così tutto passerà velocemente

Potete fare i lavaggi una volta al giorno o ad ogni cambio di pannolino se ha il naso particolarmente chiuso che non gli permette di succhiare bene.

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Potete stendere il bambino su un fasciatoio o sul letto. Lo mettete sul fianco e spremete metà flaconcino monodose per narice.

Fate una pausa-coccole tra una narice e l’altra perchè questa procedura può innervosire il bambino.

E’ infatti una pratica un po’ fastidiosa ma che può rendersi inevitabile nei i periodi invernali o nei mesi pazzerelli primaverili.

Ecco il video che spiega dettagliatamente come procedere con il bambino:

Come preparare l’acqua fisiologica in casa

E’ molto semplice da preparare e  ci permette di risparmiare sui flaconcini che acquistiamo.

Cosa serve:

  • 500 ml di acqua del rubinetto fatta bollire per renderla sterile
  • 4,5 g di sale fino ( corrispondono a 2 cucchiaini da caffè)

Una volta fatta raffreddare si conserva in frigorifero  per al massimo 3 giorni.

NB: al posto dell’acqua del rubinetto si può usare acqua distillata che si trova nei supermercati

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!