Gli esercizi di Kegel nel post parto

Gli esercizi di Kegel per il pavimento pelvico sono molto importanti nel post parto quando proprio quei muscoli sono stati più che sollecitati dal passaggio del bambino.

Gli esercizi di Kegel sono consigliatissimi durante la gravidanza per rafforzare i muscoli della zona pelvica e per contribuire ad alleviare (e magari accorciare) il travaglio.

Questa buona abitudine non deve essere abbandonata dopo il parto ma deve continuare anche dopo la nascita del bambino.

Perché fare gli esercizi di Kegel nel post parto

Prevenzione dell’incontinenza urinaria

L’incontinenza urinaria è un evento abbastanza comune tra le donne che hanno avuto uno o più parti vaginali.

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

L’intero gruppo di muscoli che ha contribuito a far nascere il bambino sono stati sottoposti a una buona dose di usura durante il travaglio, e pertanto hanno perso un po’ di elasticità.

Tutto ciò  porta a incontinenza urinaria che è la fuoriuscita involontaria di urina quando i muscoli addominali si trovato sotto pressione come può essere per una risata o un colpo di tosse o uno sforzo fisico.

Gli esercizi di Kegel possono contribuire a rafforzare la zona pelvica e contrastare questo problema fonte di tantissimo disagio per la donna.

Migliorare i rapporti sessuali

Molte donne soffrono di dolore durante i primi rapporti che avvengono alla ripresa dell’attività sessuale dopo il parto.

Il motivo del dolore potrebbe essere legato all’episiotomia ,a una maggiore sensibilità,  alla mancanza di lubrificazione, ecc.

Gli esercizi di Kegel possono contrastare queste problematiche e ridare sollievo alla coppia, esercitando e rendendo più forti i muscoli interessati. Si ritiene che l’esecuzione di questi esercizi possa aiutare a ridurre la dispareunia, cioè il dolore durante i rapporti sessuali dopo il parto.

Come fare gli esercizi di Kegel?

Trovare i muscoli

Innanzi tutto è fondamentale riuscire a capire come controllare i muscoli del pavimento pelvico per poterli esercitare. E non sempre è facile.

Per identificare i muscoli, mentre state facendo la pipì, interrompere il flusso e poi a rilasciate: avete usato i muscoli del pavimento pelvico.

Da notare: in questa prova non avete usato gli addominali o i glutei. Questo è importante perché mentre esercitate il perineo è facile “sbagliarsi” e contrarre gli addominali o i glutei che invece devono restare rilassati.

Ecco un breve schema per gli esercizi di Kegel in due versioni differenti.

Esercizi di kegel per il pavimento pelvico

1) Stringete e rilasciate, fino a 30 volte consecutive. Inizialmente avrete difficoltà a controllare i muscoli. Ci vuole un po’ di pazienza e in un breve periodo li comanderete con precisione. 3/4 volte al giorno.

Provate a fare l’esercizio distese sul letto, con le gambe piegate a 90 gradi. Ricordate di lasciare gluteo ed addominali rilassati. Un’altra posizione è da sedute, ma una volta imparato vi riuscirà anche in piedi mentre fate la fila al supermercato!

Esercizi di Kegel

2) Stringete e tenete la contrazione. Tenere la contrazione è ancora più complicato. Vedrete che all’inizio riuscirete a fare il primo esercizio ma non questo come se si riuscisse a dare un impulso di contrazione ma non a mantenerla.

Non preoccupatevi, è normale e dopo un po’ di tempo ci riuscirete. Tenete contratto il muscolo del perineo per 10 secondi e poi riposate per altri 10 secondi. Le prime volte sarà impossibile tenere la contrazione per 10 secondi. Iniziate piano, con due secondi di contrazione e sempre 10 di pausa per poi aumentare.

La pausa è estremamente importante, rispettatela e… non esagerate: troppo esercizio rischia di fiaccare il muscolo e ottenere l’effetto contrario!

Effetto degli esercizi di Kegel

  • Migliorare la vita ed il piacere sessuale (sono muscoli che si contraggono durante un rapporto sessuale)
  • Migliorare l’incontinenza (piccole perdite di urina) da sforzo
  • Previene le emorroidi
  • Migliorare la circolazione

Altri esercizi

Ci sono altre tipologie di esercizi per rinforzare il pavimento pelvico che potete fare sempre a casa in modo semplice.

Fateli e ne sarete contente!



Lascia un commento