Le migliori app per trasformare il tuo telefono in un baby monitor per controllare il sonno del bambino

Come controllare il sonno del bambino mentre è nella sua stanza, la notte o durante il riposino pomeridiano? Basta trasformare il telefono in un baby monitor, la soluzione più economica e pratica che c’è.

Non servono acquisti costosi di sistemi elettronici fatti di telecamere e riceventi. Grazie alle tante app che si possono trovare negli store (sia per iPhone che per i telefoni Android) o semplicemente a  un sistema consolidato come Skype ( che permette anche videochiamate di gruppo), è semplicissimo!

Cosa serve per trasformare il telefono in un baby monitor?

  • un telefono che non usate più, ovviamente dotato di fotocamera.
  • un’app
  • una rete wi-fi correttamente protetta o una SIM per il telefono posizionato nella stanza
Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Trasformare il telefono in un baby monitor ha parecchi vantaggi:

  • consente ai genitori, magari quando uno dei due è in viaggio per lavoro  di vedere i loro piccoli in qualsiasi momento.
  • l’installazione è un gioco da ragazzi

Perchè tutto funzioni senza problemi è necessario assicurarsi che la rete wi-fi  di casa sia adeguatamente protetta.  Questo significa che deve essere uan rete protetta da password molto efficace (non la data di nascita  o il nome dei nostri figli, o aaaaaaa, tanto per fare alcuni esempi…)  e non va condiviso il feed del monitor sul Web per condividere il video in diretta  con amici e familiari.

Come trasformare lo  smartphone in un baby monitor

In tanti hanno ormai  in casa uno smartphone che non usano più, perchè ha il monitor rotto o semplicemente perchè abbiamo acquistato un modello più recente.

Non serve che sia dotato di SIM, basta connetterlo alla rete wi-fi di casa, la stessa che usi con il tuo attuale telefono.

Scarica l’app che hai scelto (vedi sotto le opzioni)  su entrambi i telefoni. Posiziona il vecchio telefono in un posto fuori dalla portata del bambino nella sua stanza, e punta la telecamera verso la culla. Bisogna posizionarlo in un posto  abbastanza lontano per vedere il tuo bambino, ma non troppo lontano altrimenti non si è in grado di capire cosa sta succedendo.

Il telefono deve esser ovviamente collegato non solo al wi-fi ma anche a una presa di corrente, se è vecchio infatti la sua batteria avrà pochissima autonomia.

Questo telefono rappresenta il baby monitor.  Abilita nell’app le funzionalità di sicurezza avanzate   per mantenere privati ​​i flussi video del tuo bambino, che devono quindi essere accessibili solo da voi.

Le migliori app per  il baby monitoring

Esistono sul mercato tantissime app di monitoraggio, quali tra queste sono le più sicure per la famiglia e per la sorveglianza del bambino mentre dorme?

Baby Monitor 3G (4,49 euro)

Funziona sia in modalità 3G che Wi-fi.Tutte le comunicazioni sono protette da crittografia standard.

Permette di trasformare due dispositivi iOS o Android in un baby monitor super accessoriato.

Tantissime le funzionalità:

  • registro attività: permette di controllare la frequenza dei risvegli e del sonno e riascoltare i suoni registrati in una sessione di monitoraggio precedente.
  • comunicazione: permette di parlare al bambino semplicemente premendo un tasto
  • funzione ninna nanna e rumori bianchi: si possono riprodurre musiche rilassanti , importandole dalla libreria musicale o dall’app associata Baby Dreambox.
  • vibrazione di avviso: quando il bambino si sveglia
  • funzione  notturna
  • connessione multipla per vedere  contemporaneamente da più dispositivi il bambino.
  • disponibile anche per  Mac e Apple TV

Cloud Baby Monitor (4,49 euro)

cloud baby monitor

Disponibile sia per Android che iOS. Funziona su Wi-fi, 3G e LTE

Le sue funzionalità principali sono:

  • video e audio bidirezionali per consentire a genitori e bambini di guardarsi e ascoltarsi a vicenda.
  • audio super sensibile
  • luce notturna
  • schermi rilassanti
  • ninna nanne e rumori bianchi
  • modalità multi camera e multi monitor: video in diretta da più telecamere per installate contemporaneamente in casa. Inoltre  più dispositivi baby monitor possono essere connessi per guardare video in diretta da più telecamere.

L’app Cloud Baby Monitor è protetta dalla crittografia standard.

L’app Cloud Baby Monitor richiede due dispositivi Android con Android KitKat 4.4 o versioni successive e funziona perfettamente con Cloud Baby Monitor 4.4 e versioni successive per dispositivi Apple con iOS 8 o versioni successive. Cloud Baby Monitor 4.4 per iPhone e iPad è attualmente disponibile in beta pubblica su https://cloudbabymonitor.com/iosbeta.

Luna – Baby Monitor (per iOS versione premium 7.99)

luna baby monitor

App Made in Germany,  che funziona su rete wi-fi, 3G e LTE.

Consuma pochissimo le batterie. Utilizza  un sistema di criptazione SSL.

Funziona anche in backgroud mandando notifiche e avvisi in caso di rumori e risvegli.

Riceve automaticamente uno stream audio live quando rileva un rumore, ma è comunque possibile controllare via video il bambino in ogni momento.

Consente  di modificare la sensibilità ai rumori e offre  il servizio di registro attività, mostrando il tempo del sonno del bambino.

Dormi – Baby Monitor (per Android, 1 mese gratis)

Fornisce streaming audio e video, per  ascoltare e vedere il bambino e parlargli in remoto. Se stai parlando con qualcuno al telefono, e il bambino  inizia a piangere, il telefono vibrerà per avvisarti. Funziona  su reti Wi-Fi e 3G  a qualsiasi distanza e puoi connettere tutti i dispositivi Android di cui hai bisogno.

Caratteristiche principali:

  • Crittografia: Tutti i dati scambiati tra i dispositivi di un gruppo durante il monitoraggio vengono crittografati utilizzando algoritmi e schemi di crittografia provati e testati. È stato fatto un grande sforzo per proteggere Dormi ed evitare spiacevoli sorprese (ad esempio intercettazioni intenzionali o involontarie) troppo comuni su monitor  basati su IP o radio.
  • Video streaming: La codifica e la decodifica sono accelerate dall’hardware su tutte le versioni di Android (dal più recente fino a Gingerbread – 2.3). Ciò significa un utilizzo minimo della CPU e della batteria per elaborare i video.Più recente è il tuo dispositivo, minore è la latenza (vicino allo zero su Lollipop).
  • Visione notturna 
  • Sensibilità manuale: è stato introdotto un nuovo controllo manuale della sensibilità. Può essere attivato / disattivato e regolato da remoto mentre il monitoraggio è in corso.
  • L ‘utilizzo della batteria già basso è stato ulteriormente ridotto
  • Vicino a zero il ritardo  audio
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!