Per te » Casa e Organizzazione » 10 regole di convivenza familiare da insegnare ai bambini

10 regole di convivenza familiare da insegnare ai bambini

In casa e in famiglia (così come anche a scuola e nelle relazioni con gli altri) le regole di convivenza e buona educazione contribuiscono a creare un ambiente rispettoso e sereno. Vediamo quindi quali regole si possono insegnare ai bambini e attuare a casa.

10 regole di convivenza familiare

Immaginate per un momento come sarebbe bello stare a casa con i nostri figli e vedere che ognuno segue le regole di casa, non litigano e non urlano più, rimettono in ordine i loro giochi, siedono diligentemente a tavola.
Può darsi che questo vi possa sembrare solo un bel sogno, ma è invece il risultato del darsi delle regole di convivenza che tutti (TUTTI) in casa devono rispettare (un po’ quello che insegnava di fare il programma tv SOS Tata).

Per approfondire: bambini, capricci e regole

Insegnare ai bambini il rispetto delle regole infatti ( regole di educazione, di igiene, di sicurezza) pone le basi a che i nostri figli diventino degli adulti responsabili. Chiaramente questa non è una regola matematica. Il futuro dei nostri figli non dipende solo da noi genitori ma anche da tante altre variabili: personalità, esperienze, ambiente. Però se i genitori costruiscono basi solide nella vita di tutti i giorni, aumenteranno le probabilità che i figli, una volta cresciuti, si comportino bene.

Come proporre le regole di casa

Se volete proporre delle regole di casa la prima cosa da fare è iniziare con poche e semplici regole che i bambini possano seguire e rispettare facilmente. Darne troppe finirebbe per confonderli e indurli a non rispettarle.

Per rendere la cosa più interessante e spingerli a rispettarle, proponete loro di scrivere le regole concordate in un cartellone da tenere ben visibile in casa.

Inoltre non bisogna incorrere nell’errore di imporre le regole di casa ed aspettarci che i bambini le rispettino se siamo noi genitori i primi a non rispettarle.  I bambini infatti fin da piccoli acquisiscono informazioni preziose dall’ambiente circostante. È importante quindi non solo impostare le regole, ma essere un modello per i bambini e far vedere con l’esempio che anche noi le rispettiamo.

Una volta pubblicate le regole, informate i figli sulle conseguenze della mancata osservanza delle regole. Create una punizione non dura ma realistica e applicatela sempre. Se create una punizione che non applicherete mai i bambini impareranno questo lo schema. Imparano che se non seguono le regole non gli succederà nulla.

Infine, poiché per i bambini e facile dimenticare le cose, come genitori dovrete continuare a ricordare loro le regole ogni qual volta se le dimenticano. Assicuratevi di farlo delicatamente senza rimproveri e senza arrabbiarvi. Poiché le regole sono nuove, i bambini impiegheranno un po ‘di tempo per tenerle a mente.

LETTURE UTILI  Se mi vuoi bene dimmi di no: quando i confini aiutano a crescere

10 regole di convivenza familiare da insegnare ai bambini

Premesso che ogni famiglia può darsi delle regole di convivenza in base ai propri stili di vita e abitudini, queste sono quelle da cui potete prendere spunto e che generalmente vanno bene un po’ per tutti:

  1. Se commetti un errore o fai del male a qualcuno, scusati
    Riconoscere i nostri errori, scusarsi, perdonare e non cercare di dare colpe sono cose che vengono apprese con l’esempio, diventano un’abitudine e una grande virtù. I genitori sono i primi a dover insegnare con l’esempio di questi comportamenti e ricordano: il bambino impara più osservandoti delle lezioni morali che puoi impartirgli.
  2. Chiedi il permesso di prendere un oggetto che non è tuo
    Ogni volta che hai bisogno di qualcosa che appartiene a qualcun altro, chiedi: puoi prestarmela? Aspetta che ci diano una risposta. Se è favorevole, usala e restituiscila in buone condizioni. Se è un no, accettalo senza grossi problemi. Questo porterà benefici soprattutto nei rapporti tra i fratelli ma avrà i suoi risvolti positivi anche a scuola.
  3. Ascolta gli altri quando parlano e non urlare quando parli tu
    Ascoltare attentamente quando qualcun altro sta parlando è una delle regole più complicate sia per i bambini e che per adulti. Ma è sempre una buona abitudine essere rispettosi con tutti i componenti della famiglia.
  4. Impara ad attendere il tuo turno
    Se avete un solo figlio, non abituatelo a essere il primo a ricevere un servizio o attenzione. Questa semplice cosa gli insegnerà ad aspettare, essere paziente e riconoscere che non è al centro dell’attenzione di tutti coloro che lo circondano. Se lo farete regolarmente a casa, vostro figlio non sarà offeso quando a la scuola non sarà al centro dell’attenzione dell’insegnante.
  5. Stabilite una routine quotidiana
    Dal momento in cui vi alzate fino a quando andate a letto, cercate di programmare le vostre attività. Nella mente dei bambini e anche nella vostra si creerà un ritmo che vi permetterà di fare le cose con più organizzazione.
  6. Scambiarsi il buongiorno e la buonanotte
    Non proponetelo come una costrizione ma con piacere e gioia. Se i vostri bambini percepiranno che è una bella cosa e che a voi piace anche a loro piacerà e vorranno farlo.
  7. Gli animali e le piante devono essere rispettati come qualsiasi membro della famiglia
    Se avete piante e animali in casa chiedete ai vostri bambini di non rovinarli o disturbarli. Se i bambini sono più grandicelli iniziate anche a responsabilizzarli chiedendogli di annaffiare la pianta, di spazzolare il cane o dar da mangiare al gatto. La responsabilità e cura vanno di pari passo con l’amore.
  8. Mi prendo cura e raccolgo le mie cose 
    Quando un bambino perde tutto a scuola o dimentica costantemente le cose, è probabile che ci siano dietro genitori che fanno tutto per lui o che gestiscono la sua vita in ogni momento. I bambini invece devono imparare a gestire le proprie cose in piena autonomia. Iniziare quindi col chiedere di non rompere i giocattoli e rimetterli a posto dopo che ha finito di giocare oppure di riordinare gli abiti e non spargerli sul pavimento può essere già un primo passo.
  9. Mangiare è una cosa importante
    Stare a tavola è un rito che impone le sue regole e che a volte i bambini non amano rispettare. Fate capire col buon esempio che ci si lavano sempre le mani prima di andare a tavola, che gli orari devono essere rispettati, che a tavola si sta composti e che prima di servirsi di nuovo è bene finire quello che già si ha nel piatto.
  10. Aiuta mamma e papà nelle faccende domestiche
    Abituare i bambini ad aiutare nelle piccole faccende quotidiane e una buona regola. Chiedete loro di aiutarvi a fare attività quotidiane semplici e alla loro portata come apparecchiare, rifare il letto o stendere i panni. Oltre che favorire lo sviluppo dei bambini insegnerà loro che in casa tutti devono collaborare. Regola che ovviamente vale tanto per le femmine quanto per i maschi.

Mettere in pratica queste regole (o altre regole che vorrete darvi) permetterà a tutta la famiglia di avere una convivenza armoniosa e serena. E mai, come in questo periodo in cui tutta la famiglia è a casa, c’è stato così bisogno.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Hai un dubbio da chiarire (anche in forma anomina) o una esperienza da raccontare? Vieni a parlare con noi, ti stiamo aspettiamo!💬 Vai al forum

Doria Vannozzi

Mi chiamo Doria e sono appassionata di web, comunicazione e creatività. Amo tantissimo fare lavori manuali, probabilmente ce l’ho nel dna.
La stanza in cui lavoro è piena di libri, stoffe, gomitoli e cassette degli arnesi…praticamente una via di mezzo tra una biblioteca, una sartoria e un’officina.