Litigi col partner in gravidanza

Vedi 8 messaggi-dal 1 al 8(di 8 totali)
  • #1451915 Rispondi
    Giusy
    Partecipante

    Ciao a tutte….

    Sono in piena crisi di pianto… Da quando ho scoperto che sono incinta non faccio altro che litigare con il mio compagno per qualunque cosa, dalle cose più stupide a quelle più importanti…

    Sono rimasta male ad esempio della sua reazione quando abbiamo scoperto che è un maschietto… Lui se ne è uscito candidamente con un ‘era meglio se fosse stata una femmina’ e a volte lo ripete anche se qualcuno glielo chiede, generando un ovvio imbarazzo, che lui manco percepisce secondo me… Ho come l’impressione che non sia coinvolto abbastanza.. Erano due anni che provavamo ad avere bambini e la gravidanza non arrivava mai. Ogni mese stavo malissimo… Adesso che si è avverato questo desiderio, sto vivendo male tutto… La scelta del nome poi….. Un calvario…. Lui voleva dargli il nome di suo padre che è vivo, ma a me non piace e lui mi ha detto che non ho rispetto per nessuno e che mio suocero ci sarebbe rimasto malissimo… Poi abbiamo deciso di coinvolgere sua figlia (frutto di una precedente relazione). Lei ha proposto un nome che lì per lì ho trovato grazioso, ma non ho mai detto esplicitamente che sarebbe stato quello il nome del bambino… Anche perché mi era sembrato poco rispettoso nei confronti di sua figlia essere troppo categorica…. Ho preferito accogliere la proposta non sbilanciandomi eccessivamente… Sacrilegio….!!!! Quando poi, ho cominciato a proporre anche altri nomi… No…. Avevo detto che era carino quel nome e quello doveva essere🤦‍♀️…  Mi ha detto che prendo in giro le persone e anche sua figlia 🤷‍♀️.. Insomma mi fa piangere in continuazione… Non tollera alcun tipo di coinvolgimento di nessuno in nessuna scelta inerente questo bimbo… Ormai ho paura anche di andare a casa della mia famiglia, perché lui si altera sempre. Non condivide i modi dei miei genitori, né come mi hanno cresciuta. Non tollera che mi venga fornito supporto o aiuto di qualunque tipo.. Lo considera intromissione, prepotenza e prevaricazione. Non ci sto capendo più nulla…. Non mi coccola, non è comprensivo se sono fragile… Ho come l’impressione che abbia paura di perdere la figlia (che vive con la madre, visto che sono separati) se si lasciasse andare all’amore incondizionato per questo nostro bimbo. E poi ho come la percezione che lui non voglia cose e feste troppo belle per questo figlio, perché forse la sua bimba non ha avuto tutto quello che io vorrei dare e fare per nostro figlio, a causa di condizioni economiche precarie in cui lui versava nella sua precedente relazione.

    È così indecente voler preparare un tavolo nascita con tanti confetti e palloncini e un pensierino per le persone che ci verranno a trovare?

    È così da snob voler arredare una cameretta solo per il bimbo con arredi nuovi, confortevoli e belli?

    È così ingiusto e ‘da persona che vuole solo apparire’ (come mi accusa lui) voler comprare una tutina di marca per questo bimbo?

    E così insensato volerlo battezzare in una chiesa non del mio comune perché sono devota ad un santo in particolare?

    É così deprecabile il voler festeggiare in un bel ristorante, che si trovi distante più di 300 mt da casa mia (perché lui preferisce far guadagnare un paesano, suo cliente) ?

    È come se dovessi essere e vivere sottotono per non sottolineare delle differenze fra questo figlio e la sua primogenita…

    Boh…

    È il mio primo figlio. Desiderato molto. Vorrei dargli il meglio. Il meglio che posso, il meglio in base alle mie possibilità. E ho sempre pensato alla gravidanza come a un periodo di maggiore unione tra partner e famiglie.. Invece sto vivendo male. Ho sempre mal di testa e voglio solo stare sola, almeno nessuno mi fa star male.

    Penso che dovrò chiedere un sostegno psicologico, non so come uscirne. E tutto questo fa male al mio cucciolo. L’ultima cosa che voglio è che stia male..

    Scusate lo sfogo, ma ne avevo bisogno 😔

    Intanto lui russa beato nel nostro letto e io piango sul divano🤷‍♀️

    #1452233 Rispondi
    Pesciolina 81
    Partecipante

    Ciao Giusy mi dispiace per quello che stai passando.. Hai mai chiesto direttamente a tuo marito il motivo di questi suoi comportamenti?

    Magari il fatto di non voler fare disparità con l’altra figlia può essere una spiegazione ed ha bisogno di essere tranquillizzato, coinvolgendo anche la figlia (a parte il nome!).. Ho imparato a mie spese che spesso gli uomini sono più fragili di noi..

    Sono una pancina a 41 settimane e 5 giorni in attesa di Matilde🌺 che arriverà il 05/09/2021.
    Sono mamma di Leonardo (3 anni) Matilde (0 anni e 0 mesi circa)
    #1452363 Rispondi
    Maya V.
    Partecipante

    Giusy mi dispiace molto per la tua situazione! Ma non colpevolizzarti. Non stai sbagliando nulla!! Non devi giustificare ogni minima cosa.

    Mi sembra che non ci sia abbastanza dialogo tra voi. Che manchi quell’intima confidenza che fa di una coppia una squadra unita.

    Se non riesci da sola chiedi supporto a un bravo psicologico di coppia. Ma non puoi continuare a litigare o a chiuderti in te stessa. Ne avrete di problemi da affrontare una volta nato il bambino, e servirà complicità e fiducia tra voi.

    Sicuramente al bambino in pancia non fa bene sentire il tuo stress e la tua infelicità. Fai capire al tuo compagno che in primo luogo, risolvere i vostri problemi di coppia significa far stare meglio il bambino. Adesso e dopo.

    Tu porti in pancia 9 mesi questo bimbo, e tutta la fatica per riuscire a rimanere incinta… Nessuno più di te ha diritto di scegliere il nome. Certo è meglio se c’è un dialogo anche in questo caso, ma col sorriso sulle labbra io gli direi tranquillamente che lo stai nutrendo con il tuo sangue, nelle tue viscere, e nessuno più di te può percepire quale sia il nome più adatto. Magari non proporne troppi. Punta su uno e non scendendo a compromessi. Il nome di uno dei genitori è un’usanza vecchia,e nemmeno tanto bella (e te lo dice una che porta il nome di entrambe le due nonne!). Mia mamma poi mi chiamò sempre con un soprannome e mi confessò che i bambini non dovrebbero mai avere nomi di persone morte o comunque di parenti vivi, perché loro sono l’esempio vivente di novità, di Nuovo che prende forma. Piuttosto fai attenzione al significato del nome, quello si è importante.

    Comunque mi sento di dirti di parlare tanto con lui, a cuore aperto. Tranquillizzalo sulla relazione con la prima figlia e anzi, lei probabilmente sarà meno “gelosa” di un fratellino piuttosto che di una sorellina.

    E se non ce la fai, rivolgiti davvero a un aiuto esterno a voi, competente e imparziale. Ma non continuare a soffrire così! Goditi la gioia immensa di essere incinta e di diventare finalmente mamma!♥️

    Amare, sopra ogni cosa.
    #1452369 Rispondi
    Maya V.
    Partecipante

    Tra l’altro, tuo marito già darà il cognome! 😉 Preferirebbe il contrario? Ora infatti anche le donne possono scegliere di dare il loro cognome…

    Amare, sopra ogni cosa.
    #1455604 Rispondi
    F.G.A.S
    Partecipante

    Ciao Giusy nn fartene una colpa purtroppo i litigi capitano e nn saranno purtroppo gli ultimi,io ho 2 bimbi di 3 anni e 16 mesi e ti assicuro le cose nn vanno meglio, quelli che ci sono accanto nn capiscono le nostre fragilita,i nostri traumi e le nostre debolezze, dobbiamo essere forti ,nn ci è permesso mollare,purtroppo crescere figli e uomini premurosi sta a noi mamme,però ceca di essere forte nn farti rovinare un momento cosi!

    F.G.A.S
    Sono mamma di G. (4 anni) A. (1 anni e 10 mesi circa)
    #1461476 Rispondi
    Laura
    Partecipante

    cara Giusi

    Hai fatto benissimo a sfogarti qui, e faresti benissimo a continuare a farlo con persone care, e a chiedere un supporto psicologico,visto il momento così delicato. (Ti consiglio gli sportelli ascolto per le donne).
    Leggendo il tuo sfogo, mi pare che tu ti sia già date delle risposte, e probabilmente ci sono una serie di emozioni negative che il tuo compagno sta manifestando rispetto a questo bimbo. Probabilmente si è reso conto solo adesso delle nuove responsabilità che lo aspettano, ed è spaventato e in tensione, soprattutto se poi gli ricordano un’altra paternità, che come dici è stata economicamente difficile e sofferta. È molto probabile come dici tu anche Che la tua serenità e voglia di festeggiare questo arrivo, gli abbia smosso il dispiacere di non aver avuto questa tua stessa serenità, quando era nata l’altra bimba, e quindi una sorta di gelosia e competizione nei tuoi confronti. Pur considerando questi aspetti mi viene da dirti, che purtroppo, da quello che ho avuto modo di constatare da neomamma, è che i papà, spesso non sanno capire le nostre emozioni in questa bellissima avventura, e in generale per una coppia, trovarsi a decidere in due, quello che riguarda un bimbo è un continuo banco di prova di tolleranza reciproca. Anche io ho fatto qualche brutto litigio in gravidanza, e lamentavo spesso di non essere abbastanza coccolata come mi aspettavo. Anche adesso che il mio bimbo ha 2 mesi ci sono continui screzi quotidiani perché appunto tutte le decisioni vanno prese in due e capita di non essere assolutamente d’accordo. In generale però di base ci deve essere sintonia, e questo aspetto dovrebbe essere sporadico. Se queste emozioni negative hanno preso il sopravvento, non sottovalutarle assolutamente e parlane con lui, combatti per la tua felicità e fatti valere perché per te è un momento speciale . Tutto quello che hai elencato,
    ti spetta diritto, non sono pretese assurde, non farti assolutamente convincere del contrario!

    Sono mamma di Arturo (0 anni e 9 mesi circa)
    #1464149 Rispondi
    Alberta
    Partecipante

    Ciao Giusi. Sarò sincera con te. Non va bene e non fa bene in gravidanza stare così male. Io sono al 4 mese e tra gli ormoni e le preoccupazioni, se non avessi accanto un compagno stabile e premuroso, me ne sarei andata di casa e sarei impazzita. Trovo il comportamento del tuo compagno molto immaturo. Una donna ha bisogno di supporto totale in questi momenti e non di avere un uomo a fianco che la giudica e le mette i bastoni tra le ruote continuamente. Prova a parlarci seriamente e vedi come reagisce.. Poi trai le tue conclusioni. Ricordati che la vita è una e che la nostra serenità deve essere una priorità. Ti abbraccio e spero che tutto si risolva.

    #1500852 Rispondi
    Luce
    Partecipante

    Non è esatto. Il cognome della madre può essere messo dopo quello del padre solo se il padre firma e acconsente. Quindi il bambino avrà entrambi i cognomi.

    Il solo cognome della madre viene messo qualora il padre non riconosca il bambino.

Vedi 8 messaggi-dal 1 al 8(di 8 totali)
Rispondi a: Litigi col partner in gravidanza


Puoi inserire un nomignolo se non vuoi che appaia il tuo vero nome.


Dove inviarti le notifiche delle risposte (potrai poi disabilirale nel profilo utente)


<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width=""> <span style=""> <div class="">