Presentazione

Vedi 25 messaggi-dal 26 al 50(di 108 totali)
  • #636669 Rispondi
    didinaTo
    Partecipante

    Visita psichiatrica più neurologica? Ma te l’hanno detto loro? Mi sembra un po’ eccessivo .. io avevo letto questa info su internet e mi ero spaventata inutilmente perché qui non sono previste nessuna delle due per fortuna !  Facci sapere baci

    Sono mamma di G. (3 anni)
    #636687 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    @didinaTo si me lo hanno accennato della visita psichiatrica ma pare che nel Lazio da qualche anno abbiano deciso di rendere meno schematico il tutto e quindi sarà più un percorso conoscitivo e di valutazione comportamentale che non un esame a mo’ di cavia da laboratorio e lo spero tanto .Questo ad esempio è un punto che eventualmente vorrei sfatare infatti su internet parlano di questi esami con psichiatra che senza dubbio mettono paura e timore di non essere all’ altezza .

    Quindi tu niente visita neurologica e psichiatrica? Vabbè vedremo e in caso faremo anche quella tanto di una cosa sono certa. Voglio essere me stessa  :heart:

    #636689 Rispondi
    Blossom
    Partecipante

    @nonmollare in bocca al lupo per questo nuovo percorso! Continuerò a seguirti anche qui perchè non vedo l’ora di conoscere gli sviluppi che ti porteranno ad abbracciare il tuo piccolo/a e per essere di sostegno, se posso!
    Poi comunque mi interessa l’argomento e non escludo che più avanti prenderemo in considerazione questa strada anche noi, quindi meglio restare sul pezzo! ti abbraccio e faccio un grosso in bocca al lupo a tutte! :heart:

    Cerchiamo un bimbo dall'inizio del '15. Dopo un anno facciamo approfondimenti, il verdetto è oligoastenoteratozoospermia severa. Al S.Paolo (MI) da Nov '16. Pick-up a Marzo '17, 3 blastocisti. stop per rischio iperstimolo per 7, lunghissimi, mesi. Ad Ottobre transfer e beta positive!
    #636727 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    <p style=”text-align: left;”>@blossom  :heart: grazie mille</p>

    #636933 Rispondi
    didinaTo
    Partecipante

    Nessuna visita neurologica o psichiatrica . Solo incontri con la psicologa. Nessun test ma la compilazione della scheda in cui indichi l’età per cui ti senti pronto e le eventuali malattie che sei disposto ad accettare . Questo step mi agitava molto perché avevo sentito e letto di tutto. Nel mio caso è stata proprio la psicologa ad aiutarci dicendo quali disabilità o problematiche pesanti  non accettare essendo al primo figlio  ( per esempio abuso sessuale) o lasciandoci libertà di scelta senza alcun tipo di giudizio negativo

    Sono mamma di G. (3 anni)
    #638187 Rispondi
    Fede87
    Partecipante

    Avrei una curiosità se non sono troppo incedente! Ho visto che è necessario un consenso da parte dei futuri nonni…i vostri come l hanno presa la notizia? Noi non ne abbiamo mai accennato al fatto di voler adottare anche se arrivassero figli naturali, quindi non so come la pensano a riguardo! Potrebbe essere un ostacolo il loro pensiero a riguardo oppure i colloqui e gli incontri riguardano solo ed esclusivamente i futuri genitori e quindi basta solo il loro consenso scritto?!

    Sono una cicognina alla ricerca da 6 anni, 2 mesi, 19 giorni.
    #638188 Rispondi
    Fede87
    Partecipante

    Volevo scrivere invadente Sorry!! :wacko:

    Sono una cicognina alla ricerca da 6 anni, 2 mesi, 19 giorni.
    #638232 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    @fede87 i miei genitori e mia suicera sono contenti della nostra decisione (mio suocero non c’è più da molto e quindi per lui dovrò presentare nella domanda al tdm il certificato di morte) .È richiesto infatti il consenso scritto dei futuri genitori, ma non credo ci siano persone contrarie ad un gesto così amorevole come quello di voler adottare un bimbo.  Però, si, ripeto che serve il loro consenso dei futuri nonni tra tutte le scartoffie da mettere insieme.

    Voglio solo sottolineare che non si parla di consenso vincolante ma di assenso cioè se i nonni non sono d’accordo,questo non è vincolante e cioè il giudice terrà presente questa cosa è magari vorrà approfondire il motivo di non consenso ma alla fine giudicherà solo e soltanto l ‘idoneità della coppia quindi non è un problema ma è chiaro che un tribunale debba capire se un bimbo possa avere oltre a 2 genitori anche una famiglia con nonni zii cugini ecc ecc

    #638488 Rispondi
    mica
    Partecipante

    Buongiorno ragazze, :rose:

    finalmente  ho un attimo per scrivere ciò che sò io al momento e quello che faremo..

    quì a Rimini io ho ripreso i contatti con l’as del ausl ed ad aprile inizieremo il corso di informazione per le famiglie che vogliono fare adozione naz. o intern. si tratta solo di 4 incontri (obbligatori), dopo di chè le coppie daranno il loro assenso ad iniziare un indagine psico-sociale per presentare poi la domanda al tribunale dei minori di Bologna..

    noi daremo disponibilità sono per adozione naz. quella internazionale richiede troppo tempo (e noi siamo già troppo grandi)  e soldi (purtroppo) questa cosa è assurda !!! conosco diverse persone che hanno dovuto pagare un botto per aver un figlio in adozione !!! mediamente si parla di                 € 20.000/30.000  :wacko:

    intanto noi stiamo facendo il percorso per un eventuale affido..

    l’anno scorso abbiamo già fatto il corso (4/5 incontri) dopo 1 anno abbiamo avuto il 1° colloquio con la psicologa e ven. 9/03 inizieremo l’istruttoria..

    ci analizzeranno sotto tutti gli aspetti, per verificare se abbiamo le qualità e capacità di prendere e aiutare un bimbo/a solo per un determinato periodo, che per legge và da un minimo di 6 mesi, al max di 2 anni.. poi può capitare che possa diventare a tempo indeterminato, ma è l’eccezione, la regola è che il bimbo/a  torni nella sua famiglia d’origine superata la difficoltà economica o altro (comunità, ecc..)

    inoltre prenderò contatti con le varie case famiglia che ci sono in zona per capire meglio come funziona il tutto…. a volte le info non sono molto chiare… :heart:

    una Geu a feb. 2017 - 1° Fivet a ott.17, trasferito 2 embrioni: biochimica- Gen. 2018 riproviamo con iui, marito tutto ok, io ok a parte senza una tuba e l'età (43 anni)..26/01 Beta Positive 2 gemelli poi AS.. tutto è nelle mani di Dio!
    Sono una cicognina alla ricerca da 4 anni, 9 mesi, 17 giorni.
    #638525 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    @mica che bello ci sei proprio dentro  :heart: sono felicissima per voi poi per quello che ti conosco ho sempre visto un cuore puro e grande.

    Il nostro corso prevede 2 gg da 4 ore ciascuno per il corso pre adozione, dopo il quale avremo l’attestato di partecipazione e poi daremo il via a tutta la trafila di esami e colloqui .

    Noi inizieremo con la nazionale poi se il tempo passa e il tdm non si fa sentire allora  potremo pensare all’ internazionale anche se è molto molto costosa e molto rischiosa anche dal punto di vista giuridico. Però voglio chiarire bene questa cosa dell’ Internazionale perché al Tel l l’ as mi ha detto che è più sicura la nazionale e di evitare quella internazionale almeno all’ inizio .

    #638572 Rispondi
    didinaTo
    Partecipante

    @mica interessante questa cosa dell’affido! Come ho già detto l’idea di avere un bimbo non biologicamente nostro ci è rimasta nel cuore. Se non avremo energie per l’adozione anche l’affido non ci dispiacerebbe !

    Continua a darci info!  :heart:

    @nonmollare nel caso dell’AN tu sei seguita dai tuoi as e psicologi che vi conoscono, valutano e scelgono con cura il bimbo più adatto a voi. Nell’AI tutto è in mano all’ente e ai suoi mediatori . Per quello è più rischioso . A volte capitano sorprese poco gradite. Noi però avevamo deciso per AI perché ci sembrava di avere più possibilità e perché l’idea della vicinanza della famiglia di origine ci terrorizzava ( ognuno ha delle paure più marcate)

    Il tuo ragionamento di partire con AN e di eventualmente aprire poi ad AI è valido !

    Sono mamma di G. (3 anni)
    #638604 Rispondi
    Nina76
    Moderatore

    Buona sera tutt’e   :rose:  ragazze è così bello leggere i vostri messaggi  :heart:  quanto amore da donare 💞 Sono sicura che il Signore ci darà la gioia di fare i genitori  :heart:  noi abbiamo dévia di farlo al estero, in Italia purtroppo non riusciremo mai , prima perché siamo una famiglia con un reddito basso secondo le regole, una nostra amica non è riuscita giustamente perché entrambi operai come noi e i loro reddito hanno detto non bastava per sostenere tutte le necessità di un bimbo . Secondo perché mio marito ha accettato l’adozione solo se prendiamo uno piccino 1 annetto al massimo ! È noto a tutti che alla età di 3 anni un bimbo ha già il suo carattere formato e lui ci tiene ad insegnarlo i suoi valori , per lui questo è imprescindibile  non posso discutere questo perché so quanto sia difficile x lui l’adozione ( conosci alcuni casi dove l’adozione è stata un vero disastro 😔 E ha paura, infatti è contrario al 100% che il bimbo sappia di nos essere figlio naturale ) e dato la mia età qui non ci daranno mai un bimbo piccolo  :negative:   Quindi dei nostri amici medici e psicologi ci daranno una mano in Brasile X avere un bambino fino ad un anno di età.  Poi faremo un altro tipo di adozione non so se c’è qui in Italia , è una adozione a distanza, prenderemo a nostro carico gli studi di uno o due ragazzi fini adlla università così facendo avranno la possibilità di un futuro con più dignità  :heart:

    La tua culla è nel mio cuore ❤️... abbiate cura di splendere lassù ! ❤️👼🏻❤️
    #638710 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    @nina76 capisco il tuo ragionamento però personalmente ho così tanto desiderio che daró disponibilità anche per bimbi più grandi in fondo so già che è un figlio non mio che mi vorrà come mamma e io come figlio . Non so se avete parlato già con qualche assistente sociale però la prima cosa che dicono è che la storia familiare di un bimbo non può essere cancellata e che è suo diritto poi conoscere la verità.moralmente poi i genitori adottivi sono portati ad accompagnare il figlio ,seppure con uno stato d’animo difficile ,verso la conoscenza della storia del proprio passato  . Io sto lavorando molto su questo aspetto e devo dire che è quasi naturale che io accolga un bimbo,lo accompagni nella vita, gli dia una famiglia e risorse ma preservo il suo passato.dobbiamo compensarci però è la prima cosa in assoluto che mi hanno detto e cioè accettare un bimbo per quello che è e per quello che ha avuto e chi è stato e a chi è appartenuto. Almeno per l an è molto importante questo  aspetto. Per ai non saprei se è meno vincolante ma credo che i diritti e dignità di un bimbo siano universali .in soldoni volevo dirti di informarti bene perché non credo sia una possibile omettere al bimbo il proprio passato sia per legge che per coscienza. Almeno per come ho avuto il colloquio io con l ‘as

    Magari @didinaTo che ci è passata saprà dire se è  possibile o meno e se un genitore può decidere di non dire nulla al figlio. Io da quanto ho capito non credo ma sarà punto di domanda che farò anche se io sono del parere che non ometteró nulla e che sono pronta anche a sentirmi dire un giorno “tu non sei la mia vera mamma”  😥

    #638795 Rispondi
    Nina76
    Moderatore

    Non ai capito fossi X me prenderei anche uno più grande na questa è una sua condizione se non è così allora niente adozione! Il mio amore è un marito meraviglioso, mio migliore amico ed un compagno a vita ma lo vuole così . I suoi amici hanno avuto parecchi problemi e anche i miei . Lui ha deciso così non saprà mai di essere adottato un sinceramente sono d’accordo , non vedo un discorso di etica e si un nostro diritto quanto genitori di un bimbo non voluto dai suoi . Io trovo troppo crudele che lo sappia e fortunatamente da noi abbiamo la possibilità di scegliere dirlo o meno dal momento che saremo i suoi genitori di fatto . Poi X l’età io non farei nessun problema ma lui si come avevo detto lui ci tiene ad insegnarle i suoi principi morale, religiosi, ecc abiamo avuto una educazione tradizionale e cristiana ed questo che lui vuole X il suo figlio . Poi per lui una famiglia che abbandona il proprio figlio  non merita nemmeno di essere ricordata , lui non vede dignità in ricordare ogni volta che lo guarda che tu non sei suo genitore che invece sei stato abbandonato come nulla fosse , lui trova che questo sia un carico troppo pesante X portarsi a vita . Lui ha le sue ragione X pensarla così e come  la dice tu sembra fosse cattivo ma cattivi sono chi gli ha abbandonati e non chi gli accoglie con amore ❤️ Le sue ragione non feriscono i miei principi e non posso fare altro che essere d’accordo anche perché non fossi d’accordo potrei scordare l’argomento . Sono due anni che ci parlo e prima non voleva nemmeno parlare della possibilità, ma poi con gli anni passati e la mia voglia così grande di fare la madre lui ha cambiato idea grazie a Dio 🙏🏻 io per fortuna ho due amiche assistente sociale , tre nipote avvocati X seguirci e un amico médico che colabora con ke prassi di adozione e ci aiuteranno a realizzare questo sogno . Non fosse questo potrei dimenticare di fare la mamma perché il sistema è crudele con chi come me ha superato i 40 anni ( io 42 lui 37 ) in più non abbiamo un grosso reddito . Siamo soltanto una coppia unita nel amore e nel dolore di 4 perdite e vogliamo soltanto la possibilità di donare tutto questo amore che portiamo nel cuore . Tutto qui

    La tua culla è nel mio cuore ❤️... abbiate cura di splendere lassù ! ❤️👼🏻❤️
    #638800 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Non volevo dire cosa è giusto e cosa non lo sia non sta a noi giudicare assolutamente. Scusami se l hai  vista come critica ma non era mia intenzione .ho solo riportato quanto ha detto a me l assistente sociale circa il passato del bambino che deve essere accettato e non ignorato .per questo chiedevo se per l adozione internazionale fosse diverso . In ogni caso sono scelte personali e di coppia e ognuno fa come crede meglio per sé  😉

    Aggiornaci sui prossimi step e in bocca al lupo per tutto . Avete già scelto l’ente che porterà avanti la domanda per adozione internazionale ?

    #638806 Rispondi
    didinaTo
    Partecipante

    Buonasera ragazze

    @nonmollare per essere all’inizio del percorso devo dire che hai già tutto molto chiaro ed effettivamente ciò che riporti coincide con ciò che hanno detto a noi durante tutti i colloqui

    @nina cara leggo nei tuoi msg una grande sofferenza e spero davvero che possiate coronare il vostro sogno, vorrei darti delle info ma spero davvero che possano essere un aiuto e non siano visti come un giudizio.

    molti anni fa si credeva che non parlare ad un bimbo delle sue origini fosse un bene. Oggi la visione è completamente cambiata. Secondo gli psicologi è fondamentale che si racconti al bimbo fin da piccolo la sua storia. Questo è un punto su cui loro non transigono. Ne abbiamo discusso tanto durante i colloqui e ciò che emerge è che un bimbo anche piccolo arriva a noi con un suo passato, con dei traumi che bisogna aiutare a superare. E per fare questo bisogna ripercorrere con lui la sua triste storia.

    L’adozione internazionale ha poi un aspetto in più rispetto alla nazionale. I lineamenti di questi bimbi sono diversi dai nostri. Durante i colloqui ci hanno chiesto come spiegheremmo al nostro bimbo perche ha occhi a mandorla o il colore della pelle diverso dal nostro.

    Sono argomenti molto delicati ..vorrei scrivere mille cose, spero di riuscirci Pian piano

    buona serata ragazze! ❤️

    Sono mamma di G. (3 anni)
    #638811 Rispondi
    Nina76
    Moderatore

    Ragazze lo faremo direttamente lì , ci trasferiamo l’anno prossimo in Sudamerica e per noi sarà una adozione nazionale   :yes:  buona serata anche a voi  :bye:

    La tua culla è nel mio cuore ❤️... abbiate cura di splendere lassù ! ❤️👼🏻❤️
    #638863 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    @didinaTo io ho voluto raccogliere più info possibili per arrivare al corso con un’infarinatura generale e per iniziare delle lunghe riflessioni con mio marito ancor prima di trovarci di fronte a delle scelte.Poi sono stata fortunata a trovare al consultorio della asl un as molto disponibile e premuroso che mi ha dedicato un’ oretta del suo tempo a parlarmi di burocrazia e sentimenti per affrontare l’adozione. in più ho contattato un’amica di mia mamma che ora è in pensione, ma lavorava per il tdm ed era lei che analizzava le coppie e provvedeva alla stesura del giudizio da inviare al giudice, insomma mi ha anche aiutato a capire come proporci , cioè per come siamo senza fingere e esprimendo anche le nostre debolezze riguardo la scelta delle patologie che siamo disposti ad accettare soprattutto visto il nostro trascorso di 2 anni lunghi in pma e sempre un via vai di ospedali e analisi e esami, o il rischio giuridico a cui si va incontro eventualmente sono presenti parenti del bimbo che potrebbero avanzare pretese… poi ho la mia famiglia che sta appoggiando in pieno la nostra scelta, diciamo che sono molto motivata e convinta e spero però che gli esaminatori possano davvero cogliere questo desiderio forte di poter avere una famiglia :rose:

    @nina76 in bocca al lupo , immagino la difficoltà nel trasferirsi e iniziare una nuova vita lì però l’obiettivo è quello di avere una famiglia, buona fortuna e facci sapere, questa cosa di trasferirsi in un paese momentaneamente e fare un’adozione nazionale in un paese estero mi è del tutto nuova, ma è interessante se ti va raccontaci come avviene il tutto!

    buona giornata ragazze

    #639587 Rispondi
    Denise
    Partecipante

    toc toc, un saluto veloce a @nonmollare, spero che stai bene sorellona mia, e a tutte le altre @mica, @didinato (ti seguo dal 2015, diciamo in tempi non sospetti) e @Nina (mitica delle Nina’s sisters)  :heart:  :heart:  :heart:

    🐾L'ambizione è la strada per il successo. La persistenza è il veicolo con cui ci arrivi.🐞
    #640337 Rispondi
    Bea77
    Membro

    @nonmollare oggi è il gran giorno  :yahoo:  :yahoo:  :yahoo:  :yahoo: 🤞🏻🤞🏻🤞🏻🤞🏻🤞🏻🤞🏻😘

    1 icsi settembre 2016 per problemi maschili, beta negative; novembre 2016 transfer di un crioconservato, beta negative; 2 icsi aprile 2017,crioconservati ovociti,Tese, gravidanza biochimica;novembre 2017,ultimo tentativo, 9/12 beta:668;11/12 beta:2.198;21/12 prima eco:2 gemelline di 2 mm, 11/1 seconda eco: 2 fagiolini di 21 mm;26/2:amnio-2 gemelline;26/3 morfologica...non vedo l'ora di conoscervi!!!
    Sono mamma di 2 gemelline (2 anni e 9 mesi circa)
    #640436 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Buongiorno ragazze ebbene sì oggi abbiamo avuto il primo incontro ufficiale. Non è emerso nulla di nuovo rispetto a quanto già abbiamo esposto ma è stato molto emozionante perché abbiamo avuto la consapevolezza che siamo dentro finalmente. Il percorso è difficile ma non impossibile e ne esista di tanto tanto coraggio e pazienza e disponibilità ad aprire il cuore prima di tutto e la casa poi. Venerdì il secondo incontro.

    Eravamo 4 coppie e Io e mio marito i più giovani. Le altre 3 coppie più grandi ma consapevoli del fatto che sono in corsa per un bimbo grande ed è stato molto bello vedere comunque che eravamo coppie accomunate da questo desiderio di voler avere una famiglia. Mi son trovata davvero bene.

    Grazie per il pensiero @bea77

    #640491 Rispondi
    Reby
    Membro

    Ciao Nonmollare!! Sono contenta che stai entrando con tutta te stessa in questo percorso..a me tocca giovedì 15 marzo h 9:30 primo colloquio…

    #640503 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    @reby una volta che sarai seduta lì ti re seria conto che inizia tutto sul serio. Una bella sensazione.

    Oggi ho saputo che il numero di domande di adozione si è  estremamente ridotto e non è impossibile come percorso .abbiamo riflettuto molto sul rapporto del bambino con il suo passato. Ci è stato detto che accogliere un bimbo significa accogliere anche i suoi genitori pur non sapendo chi siano perché un bimbo avrà la sua storia. Su questo si deve lavorare seriamente.  Abbiamo parlato del modo in cui crescere un figlio con un suo passato :un compito alquanto difficile .doverlo inserire nella famiglia e nella scuola e in quella che sarà la sua vita.  Abbiamo parlato del modo in cui avvicinarsi al suo passato e su come affrontare il possibile “non siete i miei veri genitori “A cui si potrebbe andare incontro dell’adolescenza. Abbiamo ritoccato il punto che si tratta di un compito difficile anche la stessa istruzione in quanto per l ai si tratta di bambini con un certo ritardo cognitivo non avendo avuto un valido supporto accanto e quindi anche l inserimento scolastico che richiede tanta pazienza . Abbiamo parlato del supporto psicologico di cui potrebbero avvalersi i genitori adottivi e i figli per poter studiare e il loro rapporto .insomma tematiche molto molto profonde.

    Vi lascio un libro che ho già acquistato :genitori si diventa! Parla di tutte le tematiche sia dal punto di vista tecnico e quindi da as psicologi sia dal punto di vista dei genitori .buona lettura se vi interessa!!!

    Ci aggiorniamo per i prossimi incontri se avete domande fate pure.

    @reby aspetto i lui primo incontro. Noi venerdì il secondo  :heart:

    #640531 Rispondi
    Reby
    Membro

    Si @nonmollare..so che è un percorso difficile e non si possono cancellare i ricordi e le radici di un bambino…una mia collega mi diceva che una sua amica ha adottato un bimbo e la psicologa che ti segue si assicura che al bambino non venga nascosta la verità…ma che gli venga spiegata gradualmente e gli venga fatta accettare di buon grado..mi diceva che consigliavano a questa signora tipo di far vedere al bambino film animati tipo il libro della giungla per più spiegare la differenza tra mamma biologica e mamma adottiva..anche perché questi bimbi hanno il trauma dell’abbsndono E anche se li abbiamo quando sono molto piccoli e qualcuno potrebbe pensare che non deve dirlo..il problema è che tra le persone che li circondano potrebbe esserci qualcuno a cui potrebbe sfuggire..a meno che non si cambia casa, zona e si troncano i rapporti con tutti quelli che sanno!! Cisa impossibile..

    #640537 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Esattamente @reby .Io poi su questo punto sono convintissima anzi credo che se dovessi avere un figlio direi la verità già quando inizia a comprendere quindi già a 6 7 anni .credo che una volta detta la verità ne possa trarre giovamento anche il rapporto stesso tra genitore adottivo e figlio .ovviamente io sono quasi certa che in quel momento chiederò l’ausilio di uno psicologo che possa accompagnare me e mio marito e nostro figlio.io sono molto serena e tranquilla forse perché voglio caricare le energie quando (se Dio vorrà) sarà tutti finito e avrò il mio bambino a casa con noi e lì dovremo costruire la nostra famiglia mattone su mattone io mio marito e nostro figlio.in quel momento servirà tanta tanta energia e ottimismo perché sarà davvero in quel momento che inizierà la parte difficile e cioè quella di essere una famiglia e essere genitori .d’altronde essere genitori è sempre difficile sia con figli biologici che adottivi . :heart:

Vedi 25 messaggi-dal 26 al 50(di 108 totali)
Rispondi a: Presentazione


Puoi inserire un nomignolo se non vuoi che appaia il tuo vero nome.


Dove inviarti le notifiche delle risposte (potrai poi disabilirale nel profilo utente)


<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width=""> <span style=""> <div class="">