Dieta vegetariana in gravidanza…e poi?

Vedi 7 messaggi-dal 1 al 7(di 7 totali)
  • #118859
    Sirenetta
    Partecipante

    Ciao a tutte,

    io sono vegetariana, ancora non sono incinta ma spero di acchiappare presto la cicogna. Per fortuna ho l’appoggio di mia mamma, che ha avuto 2 gravidanze una onnivora e una veg, ma il resto del mondo (suocera in primis) mi rompe le scatole. Premetto che dalle ultime analisi fatte risulta che sono sana come un pesce. C’è qualche mamma veg che può consigliarmi? E poi, voi ai vostri bambini date la carne? Mia mamma nonostante fosse vegetariana ci ha cresciuti onnivori e io ho scelto in età adulta di seguire la sua scelta mentre invece mio fratello è rimasto carnivoro. Avete consigli da dare al riguardo? Grazie mille!

    Sereno è, seren sarà, se non sarà seren si rasserenerà
    #118881
    Kla&Ze
    Membro

    Ciao Sirenetta, io devo escludere dalla mia dieta glutine e lattosio poiché sono allergica ma per il resto, pur non essendo golosa di carne (la mangio sì e no 2 o 3 volte al mese) sono onnivora. Essere vegetariana, vegana o onnivora credo sia una scelta personale e come in tutte le cose ci vuole equilibrio nei nutrienti (mangiare carne ogni giorno fa male tanto quanto escludere i legumi dalla dieta). Tu hai fatto la tua scelta consapevole ed esegui dei controlli per verificare il tuo stato di salute. Credo che per il corretto sviluppo immunitario, digestivo e fisico un bambino abbia bisogno di una dieta onnivora, poi potrà fare la sua scelta consapevole, quando ne avrà facoltà mentale. Un fattore da non sottovalutare è anche questo: escludere un alimento dalla propria dieta significa perderne la memoria digestiva; ne consegue che se alimenti il tuo bambino con una dieta vegetariana, una volta cresciuto avrà serie difficoltà a digerire la carne se volesse intraprendere una dieta onnivora.

    Ci sono poi studi scientifici che dichiarano che una dieta vegetariana (e ancor peggio vegana) possa portare a forme di anemia e ritardo nello sviluppo neurologico ma su questo il dibattito è ancora aperto.

    Io personalmente sono convinta sostenitrice della scelta personale in tutto ciò che concerne delle “filosofie di vita” che richiedono l’adattamento ad un certo tipo di percorso; questo comprende le scelte alimentari (sempre rispettando però un regime dietetico sano e bilanciato per il corretto funzionamento dell’organismo) così come quelle religiose o politiche. L’unica regola è il rispetto di sé e degli altri…poi ognuno scelga la propria inclinazione e il proprio stile.

    Scusa il papiro, ma il tuo quesito non è affatto superficiale e non potevo rispondere in modo più stringato. In becco alla cicogna per la tua ricerca e tante piumette a te!!

    "se le persone non ridono dei tuoi sogni, non stai sognando abbastanza in grande!"
    #118896
    Sirenetta
    Partecipante

    Grazie Kla! La tua risposta mi è piaciuta molto! In effetti anche mia mamma mi ha sempre detto le stesse cose, bisogna dare ai figli la possibilità di scegliere. Sicuramente è importante che la dieta sia equilibrata e che le materie prime siano di ottima qualità (e magari bio). Spero si uniscano altre mamme o aspiranti tali a questa conversazione perché vorrei poter discutere della questione. Baci e piumette!

    Sereno è, seren sarà, se non sarà seren si rasserenerà
    #119168
    Frafalla
    Membro

    Ciao a tutte, domanda interessante…

    Anche a me piacerebbe avere più risposte su questo punto. Sono 6 mesi circa che seguo un alimentazione prevalentemente vegana  e lo faccio a seguito di varie ricerche sull’azione positiva di questa scelta sulla salute.

    E’ anche vero che ho ancora tanti dubbi…infatti solo il mese scorso, quando ho scoperto di essere incinta (gravidanza conclusa subito con un as alla 5° settimana…) sono corsa al recupero di uova e formaggi freschi dopo essere stata spaventata dal mio medico di base.

    Credo che sia normale avere tanti dubbi…una grande sorpresa l’ho avuta chiacchierando sulla chat di questo sito con una ragazza che sotto consiglio del suo ginecologo ha iniziato a seguire una dieta vegana per favorire l’inizio di una nuova gravidanza

    Stessa reazione leggendo i consigli per “La dieta per favorire il concepimento” su questo sito dove si consiglia di evitare “carne rossa, agnello, maiale, panna, formaggi grassi/ salsicce, salami, hamburger, wurstel, patè e carni lavorate…” ….insomma, forse la dieta vegetariana sarebbe da preferire a quella onnivora? E tra quella vegetariana e quella vegana? Su youtube ho trovato dei video interessanti sull’argomento…

    Chissà….

    Seguirò gli aggiornamenti 

    Sono una cicognina alla ricerca da 3 anni, 1 mese, 11 giorni.
    Sono mamma di Giovanni
    #119485
    Kla&Ze
    Membro

    Io credo che l’equilibrio sia la soluzione: tolti gli alimenti che hai elencato restano sempre pollo, tacchino, coniglio, vitello, cavallo (ricco di ferro!) per non parlare di uova, ricotta, parmigiano… Il problema è che la dieta che viene definita “onnivora” non è per niente tale, tendiamo a mangiare sempre le stesse cose, quasi sempre le più golose. ho conosciuto anche vegetariani/vegani belli in carne perché la loro dieta era basata prevalentemente su prodotti farinacei (pane, pasta, riso, focacce, pizza…). Ci scordiamo che esistono i legumi, e sono tanti! La frutta secca, un sacco di varietà e colori di frutta e verdura… La carne andrebbe mangiata 1 volta a settimana così come il pesce. In totale fa 1 giorno su 7… Gli altri 6 che mangiamo? Ancora proteine animali. 🙂 in fondo se la mucca ha tutti i denti piatti il leone li ha tutti aguzzi e noi un po’ e un po’ ci sarà un motivo (a parte il bel sorriso) 😀

    "se le persone non ridono dei tuoi sogni, non stai sognando abbastanza in grande!"
    #120409
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao Sirenetta 😀

    Io sono vegetariana da due anni, e attualmente incinta alla 27° settimana.

    Fortunatamente, tranne gli sconosciuti e i miei nonni, nessuno ha messo bocca sul fatto che io continui questa alimentazione durante la gravidanza, tanto meno il mio medico e la mia ginecologa che, anzi, si è dimostrata molto tranquilla (l’ostetrica all’annuncio “sono vegetariana” si è lasciata sfuggire un “ah, tanto meglio” ).

    Personalmente, ho scoperto che seguendo questa dieta mi si è stabilizzato il ferro, sempre avuto bassissimo e ora perfettamente nella media, ma tutto sta, come sempre, nel combinare bene gli alimenti, non lasciarsi andare al fai-da-te eccetera 😉

    Ho già deciso che il bimbo verrà cresciuto onnivoro, solo perchè non voglio costringerlo… diciamo che approfitto solo del fatto che il mio ragazzo è musulmano per non dargli il maiale  se poi deciderà di seguire la mamma, ben venga 

    Ammetto però che, probabilmente, se anche il mio compagno fosse stato vegetariano, magari avrei pensato ad un alimentazione vegetariana anche con il pupo, non so… 😉

    #120410
    Sirenetta
    Partecipante

    Ciao ragazze!

    brenzi congratulazioni per la gravidanza!

    sono contenta di sapere che i medici ti hanno appoggiata, effettivamente anche a me i medici non hanno fatto storie. Penso per fine mese di fare delle analisi visto che non le faccio da più di un anno ma comunque anche un anno fa le analisi erano a posto.

    Anche io credo che un eventuale figlio crescerà onnivoro come ha fatto mia mamma con noi.

    Farfalla anche tu ti senti meglio rispetto a prima? A me la carne non manca affatto, per ora non riesco a mollare i formaggi ma ci sto provando.

    kla, credo anche io che l’equilibrio sia la chiave, è ovvio che eliminare la carne per tuffarsi nei carboidrati non è corretto, io cerco di manhiare molti legumi, che comunque adoro!

    Sereno è, seren sarà, se non sarà seren si rasserenerà
Vedi 7 messaggi-dal 1 al 7(di 7 totali)
  • Il topic ‘Dieta vegetariana in gravidanza…e poi?’ è chiuso a nuove risposte.