Come togliere la "tetta notturna"

Vedi 22 messaggi-dal 1 al 22(di 22 totali)
  • #454100 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao a tutte, è la prima volta che scrivo ma vi leggo da tanto e ho sempre trovato buoni consigli…cosi questa volta ho deciso di chiedere a voi!!! La mia bimba ha 9 mesi e 1/2 e da quando è nata si è sempre attaccata al seno 1000 volte giorno e notte, ora da un paio di mesi di giorno abbiamo tolto il seno sostituendolo con pappe e merende che lei gradisce moltissimo! Il problema è la notte…ad ogni risveglio cerca il seno ed io in preda alla stanchezza cedo, ora peró non ce la faccio più..da piu di nove mesi non dormo 3 ore di fila. Di giorno fa un pisolino di un’ora e mezza con un risveglio dopo i primi 35 minuti che gestiamo con qualche minuto in braccio altrimenti si sveglia completamente. Non so come insegnarle ad addormentarsi da sola in modo che possa gestire in autonomia i risvegli notturni tra un ciclo di sonno e l’altro. Ho provato a darle il ciuccio, niente da fare! I metodo che prevedono lunghi pianti non si sposano con la nostra idea di educazione. Avete qualche consiglio per risolvere la situazione senza troppe lacrime?
    Grazie a tutte!!!!

    #454129 Rispondi
    speranza2013
    Partecipante

    Ciao cara, a quanto pare anche tu nel club “mamma non hai bisogno di dormire”.

    Io ho allattato fino al primo anno di età della mia piccolina, poi di giorno ho sostituito con lo svezzamento e durante la notte con il biberon di tisana al finocchio/melissa.
    Per le prime notti il rifiuto é normale ma poi ho risolto.

    Ora ha 21 mesi e continuo a non dormire più di 3 ore a notte 🙁

    #454145 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao, grazie per aver risposto! Mi conforta sapere di non essere sola…in giro trovo solo mamme “che non hanno mai fatto una notte in bianco”…mah!!! Comunque la tua storia avvalora la teoria per cui se si devono svegliare si svegliano con tetta o senza!!!

    #454194 Rispondi
    speranza2013
    Partecipante

    Si si. Loro non si svegliano per essere attaccati al seno (come quando erano piccoli che avevano fame) e quando si svegliano l’unico modo che conoscono per riaddormentarsi e attraverso la suzione.

    Comunque di mamme che non dormono c’e’ ne sono e che siamo in minoranza. Di solito si ha un bel miglioramento dopo il compimento del primo anno d’età.

    Tieni duro 🙂

    #454683 Rispondi

    Ciao,

    ti porto la mia esperienza.

    Innanzitutto non credere a chi ti dice che “mio figlio dorme tutta la notte”…chissà come mai i figli degli altri mangiano tutto, non piangono mai ma soprattutto dormono molto molto molto più del tuo :scratch:

    Ho una bimba di quasi 18 mesi e sono 18 mesi che non dormo una notte intera. Sono viva, sto bene, non ho le occhiaie fino all’ombelico 😉 . Quando mia figlia si sveglia, vado da lei, chiede il seno e nel giro di pochi minuti si riaddormenta. Da circa un mese si sveglia solo 2 volte di notte, prima invece era un terno al lotto: notti con millemila risvegli si alternavano a notti più tranquille. Ho tenuto duro. E’ stata dura, non lo nego, ma sono convinta che se lei chiede così insistentemente il seno (il ciuccio lo sputa e si lamenta), forse è proprio perchè ne ha bisogno! Ha bisogno di sentire la sua mamma lì con lei nel modo più intimo che conosce da quando è nata: il seno.

    Ogni tanto ho pensato di toglierglielo, ma non ho cuore di sentirla piangere disperata di notte, quando nel mio caso bastano davvero pochi minuti e si torna tutti a dormire tranquilli.

    Poi ogni bimba è a sè, ogni mamma è a sè, ogni diade mamma-bimbo è a sè.

    Ho scritto solo per darti una pacca sulla spalla, per dirti “non sei sola!” e per testimoniare che si sopravvive e che pian piano le cose migliorano 🙂

    #454747 Rispondi
    barbara74
    Partecipante

    @Ricciolo ti posso garantire che non sei l’unica mamma che non dorme

    Io ho due bimbi splendidi la grande ha dormito tutta la notte dal primo mese di vita :good:  il piccolo che compirà tre anni a maggio ancora non dorme :wacko:  come vedi ogni bimbo è a sè

    Lui ha preso il seno fino a circa 16 mesi poi siamo passati al bibe, si svegliava anche 3/4 volte non ti dico al mattino in ufficio 😥  ora almeno si sveglia una sola volta per il bibe e 1/2 risvegli per coccole ma si addormenta subito per fortuna

    Tieni duro 😉

    Sono mamma di Agata (11 anni) Alberto (8 anni)
    #454801 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Ragazze grazie mille😍!!!! in cuor mio credo sia un bisogno e non un vizio ma le pressioni esterne a volte mi fanno vacillare…è la mia prima bimba, a volte mi sono sentita inadeguata e la stanchezza non aiuta ad essere sempre “lucide” così mi sono chiesta se sbaglio io a darle il seno come coccola rassicurante solo nostra. Ci sono dei giorni in cui vorrei smettere di allattare altri in cui so che insieme a lei capirò il momento in cui saremo pronte senza dover “soffrire troppo”. Tra un paio di mesi avremo il papà a casa con noi per un mese intero,che spettacolo, magari sarà l’occasione per qualche cambiamento 😊!

    #454991 Rispondi
    cicitu
    Partecipante

    Ciao sono mamma di due bimbi uno di sei anni, allattato sino a 15 mesi, gli avevo tolto la tetta notturna a 8 mesi perchè pensavo che i frequenti risvegli fossero per quello, ma si svegliava lo stesso così ho dormito poco e male sino a dopo i due anni, poi piano piano si è regolarizzato. Il mio secondo bambino ha ora 15 mesi, è molto ciuccione e la notte si sveglia anche lui più volte e mi dice “mamma tetta” e gliela do perchè come te sono stanca e voglio che si riaddormenti in fretta. Come vedi sei in buona compagnia…e non credere a tutte quelle mamme che dicono che i figli dormono come ghiri non è vero. Io penso che lo allatterò sino a 18 mesi dopo di chè per togliergliela bisogna darci un taglio netto. Piangerà i primi tempi poi si rassegnerà. Il mio primo figlio invece a 15 mesi ha deciso lui, un giorno ha girato la faccia e della tetta non ne ha più voluto sapere.

    #455011 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Grazie per le vostre esperienze sincere!!! Mi avete ricaricata di energia e positività 😊. Penso che mi godró la nostra tetta notturna ancora per un po e giorno dopo giorno decideremo il da farsi 😏!!

    #455755 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao @Ricciolo,

    ti porto anche la mia esperienza. La piccola, che ora ha un anno e mezzo, l’ho allattata fino a 11 mesi. Gli ultimi tempi prendeva la tetta solo di notte, con 2-3-4 risvegli e con quella in due minuti si riaddormentava; dava poche ciucciate, non era fame. Il giorno che ho deciso di smettere al primo risveglio semplicemente non gliel’ho data. Ha pianto per un quarto d’ora, neanche tanto, noi l’abbiamo coccolata e tenuta vicino e parlato. Quando ha smesso si é riaddormentata e successivamente non ha più pianto, quando si svegliava coccole e ciuccio. Ti dico che tempo una settimana e non si é più svegliata, da allora dorme tutta notte. Lei si svegliava per quello.

    Poi certo ogni bimbo é a sé, mica tutti si abituano facilmente. Lei é sempre stata regolare, iniziato lo svezzamento non le ho più dato la tetta a richiesta ma lei non ha fatto una piega, é molto regolare con gli orari, dorme al pomeriggio ed é sempre stata nella culla e poi nel lettino, insomma una pacchia.

    Per dire che nel suo caso i risvegli erano proprio per ciucciare un po’, non per altro. Certo, abbiamo resistito al primo pianto disperato, ma noi ce la facciamo a vedere i bimbi piangere, certo dispiace, ma si fa. Poi ti ripeto, ha pianto una volta sola, se avesse continuato giorni non so come ci saremmo comportati…

    #455766 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Aggiungo che anche lei comunque fino a che non ho smesso di allattarla si é sempre svegliata la notte e anche io non dormivo mai più di tre ore. E ho ripreso a lavorare al suo settimo mese, ma si fa, ci siamo passate in tante e siamo sopravvissute. Siamo forti!

    Col grande vado a memoria perché sono passati parecchi anni, ma anche lui più o meno ha fatto come la piccola. Allattato fino all’anno, smesso senza traumi e dopo ha dormito tutta notte.

    Sicuramente sono fortunata, tutti e due hanno un carattere tranquillo, anche l’inserimento al nido é stato facile con entrambi. Penso anche però che i distacchi, che sono normali e fanno parte del percorso di crescita, se sono gestiti con serenità dai genitori sono più facili anche per loro. I bimbi sentono l’ansia della mamma e del papà e non fa loro bene. Poi certo, mica é sempre così facile! Ci sono tante variabili in gioco…

    #455901 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao Lily, sono d’accordo con te sul fatto che lo stato d’animo dei genitori influisca sul modo di affrontare i cambiamenti per i nostri piccoli. 2 mesi fa per me era inpensabile smettere di allattare perché significava tanto (l’allattamento mi ha aiutata a superare quel senso di “non essere capace” che mi aveva lasciato il parto), ora un pó alla volta inizio a sentire il desiderio di smettere, serena che io e la mia bimba abbiamo molto altro da condividere e che sarò una brava mamma anche senza “tetta consolatoria”. Cercherò di assecondare le necessità di entrambe vivendo anche quelle piccole frustrazioni che ci aiuteranno a costruire un nuovo e migliore equilibrio!
    Grazie per la tua esperienza…fa bene sentirsi dire che a volte non è così difficile come si pensa!!!

    #458193 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Ciao cara! Io sono mamma di una piccola che ha appena compiuto 1 anno.

    Io premetto che non ho mai utilizzato il seno per consolarla o per motivi simili perché non volevo che mi vedesse come una sorta di ciuccio ambulante e sopratutto non volevo che fosse totalmente dipendente da me. Lei ha sempre dormito tutta la notte da quando aveva 20 giorni ma poi dopo il primo vaccino che abbiamo fatto a  5 mesi ha cominciato a svegliarsi 1000 volte per notte. Preciso che lei ha da subito dormito nella sua cameretta quindi quando si svegliava andavo da lei e la allattavo e così si riaddormentava tranquilla. Quando spiegai al pediatra che aveva ricominciato a svegliarsi di notte lui mi disse di provare a darle dell’acqua e a provare ad addormentarla senza attaccarla per vedere se era realmente una questione di fame. Allora seguì le sue istruzioni ed effettivamente dopo una settimana di tentativi la cosa ha cominciato a funzionare (ammetto che era anche estate quindi poteva avere sete per il caldo). Tutto si risolse per poi tornare però peggio di prima e quella volta non poteva essere per il caldo. Allora per alcune settimane mi misi accanto al suo lettino ad accarezzarla per riaddormentarla. All’inizio funzionava…poi di nuovo nulla. Allora ho provato a prenderla su, a cullarla e rimetterla giù quando era ancora semi sveglia. Anche in questo caso all’inizio tutto ok ma poi di nuovo sveglia anche ogni 3/4 d’ora e voleva attaccarsi a me. A quel punto ho capito che quei risvegli dai 5 mesi in poi non erano dati dalla fame ma perché io non ero li ed solo in quel momento sono riuscita a comprendere a pieno l’importanza di insegnarle ad addormentarsi da sola. Provammo molti metodi, riprovammo quelli già provati consapevoli, questa volta, del perché faceva così, ma per noi l’unico metodo che funzionò fu quello di lasciarla piangere. Sono bastate due notti e da quella volta sono 3 mesi che dorme tranquilla senza svegliarsi neanche una volta!
    Comprendo però che sia un metodo che bisogna condividere e non ci si può sforzare ad utilizzarlo perché sforzarsi porterebbe a cedere dopo poco ed a avere effetti opposti! Ho voluto comunque però trasmetterti la mia esperienza !  :bye:

    #458268 Rispondi
    Anonimo
    Inattivo

    Grazie per avermi scritto!!! Dal tuo racconto mi sembri una mamma disposta a mettersi in dubbio e che alla fine ha scelto il metodo piu giusto per lei e il suo bimbo nom senza tentare altre strade meno “decise”. Posso chiederti quanto è stato difficile?? Cioè, apparte il tempo, il pianto era di quelli strazianti o solo un lamentio?

    #1724580 Rispondi
    Angy
    Partecipante

    Magari si trattasse di qualche minuto di seno e poi tornare a dormire. Sono ore intere…in questo momento sono le 6.25 del mattino e sta attaccato dalle 4.40…. ovviamente anche prima è stato attaccato. 13 mesi e non di dorme!

    #1724663 Rispondi
    cicitu
    Partecipante

    Usa la tetta come ciuccio, secondo me devi toglierla la notte a questo punto, perché così non puoi continuare senza dormire.

    #1724680 Rispondi
    Angy
    Partecipante

    Si Certo ma non so come…

    #1724690 Rispondi
    cicitu
    Partecipante

    Ti armi di coraggio e la togli, io ho fatto così con entrambi i bambini, poi essendo piccolo puoi continuare ad allattarlo durante il giorno, di notte quando si sveglia per cercare la tetta, cerchi di riaddormentarlo senza, provi col ciuccio, lo culli. All’inizio strilla poi si abitua. Provi a vedere così se togliendo la tetta inizia a dormire.

    #1736625 Rispondi
    Red26
    Partecipante

    Ragazze anche il mio di appena 1 mese tra due giorni usa la tetta come ciuccio sia di notte che di giorno anche solo per calmarsi.

    Devo essere sempre pronta! Come faccio a toglierla almeno di notte?

    Sono mamma di Lorenzo (0 anni e 3 mesi circa)
    #1737247 Rispondi
    Ila
    Partecipante

    Ragazze ma come mai dite “usa la tetta come ciuccio”? Guardate che è il contrario, è il ciuccio che è il sostituto della tetta ed è normale che i bambini abbiano bisogno di suzione. Poi che si rassegnano se non ce l’hanno è un altro conto, ma è davvero questo questo che volete? Negli orfanotrofi i bimbi dormono tutta la notte e non piangono mai, sono rassegnati che nessuno andrà a consolarli ma per me è una cosa tristissima…
    Cosa c’è di più bello per un bambino (ma anche per un adulto)
    di sapere che se chiamo la mamma lei arriva sempre, anche nel cuore della notte?

    #1737349 Rispondi
    cicitu
    Partecipante
    In risposta a quando ha scritto Ila

    Il tuo ragionamento è giusto, però la mamma può reggere i primi mesi, ma dopo un anno che il bambino si sveglia tutte le notti più volte a notte per ciucciare, poi non regge, crolla letteralmente e te lo dico da mamma che ha allattato in maniera esclusiva due bambini, il secondo sino a quasi due anni. Si può allattare durante il giorno, ma durante la notte dopo un po’ basta.

    #1737498 Rispondi
    Ila
    Partecipante

    È durissima lo so bene, sono 5 anni e mezzo che non dormo una notte tutta di fila, appena si è “regolarizzato” il primo figlio è nata la seconda e ancora adesso a 18 mesi non riesco a tenerla staccata dal seno di notte per più di mezz’ora o un’ora al massimo. Se farà come suo fratello ci vorrà minimo un altro anno per respirare un po’. Alcune notti ho pianto, specie quando l’orario della sveglia si avvicina, devi andare a lavorare e non sei riuscita a chiudere occhio! Però non ce l’ho mai fatta a smettere, mi sono sempre detta che se tra le due qualcuna deve fare un sacrificio è meglio che lo faccia la mamma e non la figlia. Forse sono masochista 🤣ma il mio ragionamento è questo!!

Vedi 22 messaggi-dal 1 al 22(di 22 totali)
Rispondi a: Come togliere la "tetta notturna"


Puoi inserire un nomignolo se non vuoi che appaia il tuo vero nome.


Dove inviarti le notifiche delle risposte (potrai poi disabilirale nel profilo utente)


<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width=""> <span style=""> <div class="">