0-12 mesi Gravidanza Sostegno alle famiglie

Bonus 800 euro alle mamme 2017

AGGIORNAMENTO DEL 28 APRILE  2017:

È uscita la circolare 78 INPS: A partire dal 4 maggio 2017 sarà messa in esercizio la procedura di acquisizione delle domande!!

La Legge di  Stabilità 2017 prevede alcune novità per cercare di contrastare il calo delle nascite che in Italia è sempre più preoccupante.

Si tratta in particolare del bonus “mamme domani ” dedicato alle donne in gravidanza

Questo bonus va ad aggiungersi al riconfermato Bonsu bebè da 80 euro al mese (960 euro all’anno), e al bonus baby sitter ( 600 euro al mese da chiedersi al post del congedo parentale facoltativo).



Resta aggiornata sulla tua gravidanza!
Ogni settimana, tutto quello che c'è da sapere al momento giusto.
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile. Accetto il trattamento dati di Envie de Fraise.

A chi spetta il premio nascita?

Dal 1 gennaio 2017 le donne in gravidanza  potranno fare domanda all’Inps al compimento del settimo mese per avere 800 euro in un’unica soluzione.

Soldi importanti per sostenere le visite mediche e i primi acquisti per il bambino in arrivo.

Per sapere se ci sono vincoli o altro, dobbiamo però attendere l’approvazione definitiva  della Legge in questione.

20903817_m

Come  richiedere le domande

Vedi : come richiedere il Bonus da 800 euro

Premio asilo nido

Altra novità nella bozza di Legge: per  i nati dal 1 gennaio s potrà chiedere  il “buono nido ” di 1000 euro all’anno per il pagamento delle rette degli asili pubblici e privati.

Anche in questo caso non si sa se ci saranno, e quali saranno, gli eventuali vincoli per la richiesta. Al momento però nella bozza non sono presenti vincoli dettati dal reddito della famiglia, quindi se rimane così si potrà richiedere per tutti i bambini nati dal 1 gennaio 2017  che verranno iscritti  all’asilo nido.

Congedo per i papà

Continua anche nel 2017 la possibilità di  chiedere il congedo obbligatorio ( e non più  quello facoltativo)  per i papà che dovrà essere utilizzato entro i primi 5 mesi del bambino.

Lascia un commento

 Avvisami per ogni commento a questo articolo

 Avvisami delle risposte a questo commento

Se vuoi, aggiungi una foto al tuo commento, verrà elaborata in qualche minuto.

2 Commenti

  • E’ sempre bello leggere che il Governo delibera aiuti alle famiglie, per cui spero che queste proposte siano confermate con la legge di stabilità.
    Mi chiedo però come mai non si pensi di aiutare anche le lavoratrici autonome. Io sono libera professionista ed ho avuto due bimbi, ma ho dovuto lavorare fino al giorno prima di partorire ed ho ricominciato subito, all’inizio da casa, poi dai 4 mesi via al nido…………….ma non mi è mai arrivato e mai arriverà nessun contributo dallo stato………………e si che le tasse le paghiamo anche noi autonomi.
    Non mi pare un giusto trattamento

    Sono mamma di Agata (6 anni) Alberto (3 anni)